Freeserve presto nella rete di T-Online?

L'ipotesi sta circolando da diverse ore. Si tratterebbe di un'operazione importante, perché fonderebbe il maggior provider britannico con il maggior provider europeo

Londra - Se i giochi si chiuderanno, come suggeriscono le agenzie nelle ultime ore, per America Online sarà ben difficile diventare il primo provider in Europa come ha dichiarato di volere. Il provider tedesco T-Online, nato da una costola di Deutsche Telekom e considerato il maggiore fornitore d'accesso in Europa, pare intenzionato ad acquistare il colosso britannico Freeserve, la prima freenet del paese e da tempo il primo provider del Regno Unito.

Da quanto si apprende, l'operazione di fusione sarebbe caldeggiata dal management di entrambe le aziende e, se avvenisse, il gruppo che ne uscirebbe potrebbe contare su una base di utenza di sette milioni di persone, stando alle stime del quotidiano britannico Independent. Il valore di mercato di Freeserve è valutato in 6,1 miliardi di euro.