la redazione

Snapdragon 850: always on, always connected

Con lo Snapdragon 850 di Qualcomm nasce un nuovo tipo di dispositivi pensati per rimanere accesi e connessi per l'intera giornata: Samsung salirà a bordo entro l'estate con una propria proposta.

Meno consumi, maggior capacità di calcolo e tutto un insieme di caratteristiche che rendono la nuova proposta ideale per un nuovo tipo di computing. L'annuncio giunge al Computex 2018 di Taipei da Qualcomm, che con il nuovo processore Snapdragon 850 non immette sul mercato soltanto un nuovo componente, ma dà origine ad una nuova potenzialità. Potenzialità sulla quale sventola la bandiera dell'"always on".

Always on, always connected PC


Simile allo Snapdragon 845 pensato per gli smartphone, ma riadattato ed evoluto per un uso completamente differente: il nuovo Snapdragon 850 è immaginato invece per un ambiente PC, esplicitamente progettato per dar vita (assieme a Samsung e Microsoft) ad un nuovo tipo di dispositivo in grado di rimanere acceso e connesso per l'intera giornata. Il tutto su base Windows 10.

La filosofia "always on" (che incarna altresì il principio dell'"always connected") ha caratteristiche peculiari, poiché svincola l'utente da qualsivoglia limite consentendogli di agire, lavorare, comunicare e intrattenersi ovunque sia e senza l'occhio continuamente puntato sulla batteria residua. Il compromesso non è però al ribasso come troppo spesso è stato in passato, né il sistema operativo sarà forzato verso i vincolanti limiti che evidenziò a suo tempo la proposta di Windows RT: velocità e performance sono tali da saper rispondere alle esigenze più comuni, il che consentirà di lanciare entro l'estate una nuova gamma di dispositivi progettati e sviluppati attorno alla promessa dell'"always on".




Caratteristiche e device


Performance migliorate del 30%, batterie in grado di arrivare a 25 ore di utilizzo continuativo (+20%), connettività LTE fino a 1,2 gigabit. A ciò si aggiungano GPU Adreno 630, Spectra 280 Image Signal Processor e CPU Kryo 385 con velocità di clock a 2.96GHz.

Su questa base saranno sviluppati i dispositivi che, secondo Qualcomm, giungeranno sul mercato già entro l'estate (per candidarsi poi chiaramente alla corsa natalizia di fine anno). Il primo produttore a sposare lo Snapdragon 850 sarà Samsung, ma ancora non è dato sapersi che si tratterà di un tablet, di un laptop o di un convertibile. ASUS, Lenovo e HP sono gli altri nomi candidati, poiché già precedentemente attivi su Snapdragon 835.

Entro pochi mesi, insomma, potrebbe nascere una nuova categoria di prodotti il cui uso e posizionamento saranno più chiari soltanto una volta note le caratteristiche generali implementate dai produttori: quale significato si vorrà dare alle potenzialità always on del dispositivo? Un nuovo tipo di mobilità, un nuovo tipo di "personal computing" o semplicemente un'evoluzione degli standard odierni di autonomia dei dispositivi?
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia Snapdragon 850: always on, always connected
Ordina
  • Come se non bastasse GPS/Galileo/GLONASS/.... sono inclusi nella piattaforma, quindi anche se non ci metti una SIM e cerchi di disabilitare LTE comunque ti porti appresso un sistema di tracciamento completo.
    Peccato perché l'idea di ARM che faceva concorrenza ad Intel mi piaceva, ma è diventata un mostro.
    non+autenticato
  • sempre connessi, sempre spiati, sempre controllati.
    uno schiavo non si ribellera' mai se e' egli stesso de invoca la catena.
    Una volta si paventava il Grande Fratello oppressivo, esso ora e' realta' ma con la grossa differenza che non e' stato imposto, ma richiesto. I nostro padroni sono dei geni, inutile nascondercelo.
    non+autenticato
  • Basta tunnellare o crittare tutto e l'unica cosa che spieranno sarà una massa di dati senza senso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tre puntini
    > Basta tunnellare o crittare tutto e l'unica cosa
    > che spieranno sarà una massa di dati senza
    > senso.

    Guarda che a loro mica interessa quello che facciamo io e te che sappiamo come difenderci.

    Loro si accontentano dei dati del restante milione di pecore, che piuttosto di capire che cosa significa tunnellare e criptare, si piegano a 90 e allargano le chiappe con le mani per facilitare l'ingresso.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Guarda che a loro mica interessa quello che
    > facciamo io e te che sappiamo come
    > difenderci.
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere dopo aver letto questo ho difficoltà a continuare visto le sghignazzate che mi stò facendo

    > si piegano
    > a 90 e allargano le chiappe con le mani per
    > facilitare l'ingresso.
    Cioè quello che tu fai da sempre convinto che sia quello il "tunnel"
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Guarda che a loro mica interessa quello che
    > > facciamo io e te che sappiamo come
    > > difenderci.
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere dopo aver letto questo ho
    > difficoltà a continuare visto le sghignazzate che
    > mi stò
    > facendo
    >
    > > si piegano
    > > a 90 e allargano le chiappe con le mani per
    > > facilitare l'ingresso.
    > Cioè quello che tu fai da sempre convinto che sia
    > quello il
    > "tunnel"

    Meglio se torni a sghignazzare.
    Vuol dire che la stai prendendo bene.

    Ho sentito molti altri urlare, e poi soffrire per il bruciore alle chiappe per diversi giorni.

    Tu almeno te la ridi.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Meglio se torni a sghignazzare.
    Beh quando scrivi tu le alternative sono due:
    1) ridi perché ti rendi conto dell'imbecillità del tuo commento;
    2) piangi perché un tuo "compatriota" è cretino a tale livello e ha pure diritto al voto;

    > Ho sentito molti altri urlare, e poi soffrire per
    > il bruciore alle chiappe per diversi
    > giorni.

    Devi essere un espertone in materia allora visto i tuoi precedenti e quello che si profila nel tuo futuro
    non+autenticato