Apple, ecco i nuovi MacBook Pro

Apple aggiorna le specifiche della propria linea MacBook Pro con due versioni (da 13 e 15 pollici) pensate anzitutto per i professionisti: alte prestazioni per tutti e offerta back to school per docenti e studenti.

"Il notebook Mac più avanzato di sempre": così Apple ha presentato il nuovo aggiornamento per MacBook Pro con cui rinfresca la propria serie di laptop per il mondo dei professionisti. E continua: "I nuovi modelli MacBook Pro con Touch Bar sono dotati di processori Intel Core di ottava generazione, con 6 core sul modello da 15 pollici per prestazioni fino al 70% più veloci e quad core sul modello da 13 pollici per prestazioni fino a due volte più veloci - ideali per manipolare grandi set di dati, eseguire simulazioni complesse, creare progetti audio multitraccia o eseguire l'elaborazione avanzata delle immagini o il montaggio di filmati".

La nuova versione rappresenta dunque una ulteriore evoluzione dei dispositivi precedenti, senza la necessità di rivoluzionare la propria dotazione, ma con l'obiettivo di rendere ancora più performanti i notebook di Cupertino. Le nuove unità possono godere di una espansione di memoria fino a 32GB, offrono display True Tone e una tastiera migliorata e più silenziosa. Apple, che posiziona la propria linea soprattutto nel mondo degli sviluppatori, sottolinea pertanto come i nuovi MacBook Pro possano ora "compilare il codice più velocemente e far girare diverse macchine virtuali e ambienti di test più facilmente rispetto a prima": la nuova scheda grafica Radeon Pro, Touch Bar e Touch ID completano il quadro delle specifiche.

MacBook Pro 2018: schede tecniche


Due le versioni portate sul mercato:

MacBook Pro 15 pollici (a partire da 2.099 euro)



  • Processori Intel Core i7 e Core i9 a 6 core fino a 2,9 GHz con Turbo Boost fino a 4,8 GHz

  • Fino a 32GB di memoria DDR4

  • Potente grafica discreta Radeon Pro con 4 GB di memoria video in ogni configurazione

  • Fino a 4TB di storage SSD2

  • Tecnologia del display True Tone

  • Chip T2 di Apple

  • Touch Bar e Touch ID



MacBook Pro 13 pollici (a partire da 2.899 euro)



  • Processori Intel Core i5 e i7 quad-core fino a 2,7 GHz con Turbo Boost fino a 4,5 GHz e doppia eDRAM

  • Grafica integrata Intel Iris Plus 655 con 128MB di eDRAM

  • Fino a 2TB di storage SSD2

  • Tecnologia del display True Tone

  • Chip T2 di Apple

  • Touch Bar e Touch ID



In entrambi i casi è prevista l'adozione del chip T2, che secondo la casa di Cupertino garantirà maggior sicurezza tanto con la funzione "Hey Siri", quanto in termini di avvio sicuro e archiviazione crittografata al volo. In entrambi i casi, inoltre, Apple garantisce oltre 10 ore di autonomia ed una archiviazione minima pari a 2TB.

I prezzi indicati sono quelli base, contemplanti la configurazione minima sia per la versione da 13 pollici che per quella da 15 pollici: ogni aggiunta rispetto alla dotazione originale comporta costi aggiuntivi che possono essere monitorati tramite l'apposito configuratore sul sito Apple.

Back to school


A distanza di pochi giorni dal lancio del Microsoft Surface Go di fascia bassa, inevitabilmente immaginato anche come possibile soluzione per il "back to school" estivo, Apple risponde con una coppia di notebook di fascia alta disponibile con speciale promozione: "La promozione include un paio di cuffie Beats con l'acquisto di qualsiasi Mac o iPad Pro per l'università inclusi nella promozione, così come i prezzi education per Mac, iPad Pro, AppleCare, alcuni accessori e altro ancora". L'offerta è aperta a studenti universitari, genitori, docenti e personale scolastico passando per il programma Apple Store Education.
Notizie collegate
46 Commenti alla Notizia Apple, ecco i nuovi MacBook Pro
Ordina
  • Che tristezza, una volta notizie come questa attiravano un sacco di troll, c'era vita in questo forum.

    Adesso i pochi troll non vengono cagati e il 90% dei commenti sono a sfondo sessuale, con tanto di immagine.

    Ma chiudetelo sto sito che fate prima!
    non+autenticato
  • Non si possono neppure permettere un certificato SSL, così tra poco verrà marchiato come insicuro dai browser. La fine è vicina!
    non+autenticato
  • - Scritto da: 3 puntini
    > Non si possono neppure permettere un certificato
    > SSL, così tra poco verrà marchiato come insicuro
    > dai browser. La fine è
    > vicina!

    Quando i browser si rifiuteranno di far accedere ad un sito solo http, finalmente tutta la marmaglia utonza non potra' piu' collegarsi qua, e tornera ad essere un luogo di ritrovo per informatici come 20 anni fa.

    Quindi ben vengano i certificati.
  • Sei sempre così prevedibile, dovresti fare Nostradamus.

    Ti farei tante coccole.
    non+autenticato
  • - Scritto da: THE END
    > Che tristezza, una volta notizie come questa
    > attiravano un sacco di troll, c'era vita in
    > questo
    > forum.
    >
    > Adesso i pochi troll non vengono cagati e il 90%
    > dei commenti sono a sfondo sessuale, con tanto di
    > immagine.

    Non vedi che non è rimasto quasi più nessuno qua? Sono rimasti solo un paio di mentecatti tipo il fuddaro e panda, che in quasi 39000 commenti non ne ha scritto uno da "informatico"; poi qualche gay represso, che dà del gay agli altri; un pugno di wannabe troll, che non caga nessuno; qualche bontempone, che si diverte a perculare i precedenti.
    Ah, giusto, ogni tanto c'è anche il commento di quello che si lamenta dei commenti e che PI è mortoSorride
    non+autenticato
  • In effetti il Panda con i suoi 39000 commenti meriterebbe un posto nella pagina di nonciclopedia. Date a Cesare quel che è di Cesare, anche se mentecatto.
    non+autenticato
  • Che tristezza
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: THE END
    > Che tristezza, una volta notizie come questa
    > attiravano un sacco di troll, c'era vita in
    > questo forum.
    >
    > Adesso i pochi troll non vengono cagati e il 90%
    > dei commenti sono a sfondo sessuale, con tanto di
    > immagine.
    >
    > Ma chiudetelo sto sito che fate prima!

    prima, e intedo dire ai tempi di Annuziata che capeggiava la sua banda di scagnozzi, allora si che le cose andavano per il verso giusto: c'era l'antagonismo, l'odio tra i postatori e tra i postatori verso la redazione: ma vi ricordate le lotte contro il T-1000 prima e il T-100 poi?. E che dire dei finti postatori organizzati ad arte dalla redazione per rinfocolare i flame? gente tipo "basta con la pirateria" non vi ricordano niente? quello si che era un personaggio azzeccato, ha tenuto alto il numero click per qualche mese. Ora che c'e' una asettica "la redazione", manca la motivazione. Quando non puoi personificare verso un soggetto definito il tuo livore, perdi anche la spinta ad esprimerlo.
    Insomma, le mosche volano via se non c'e' la merda: io sono volato via dopo la cacciata di maruccia, che ne rappresentava l'ultima badilata.

    Ma come per tutto, c'e' un inizio, una crescita, una durata, un declino e una fine. Per PI siamo nell'ultima fase, serve solo un medico pietoso che stacchi la spina.

    ciao a tutti.

    PS: viva la fica!
    non+autenticato
  • Con il soggetto ci siamo, nel titolo però mettete almeno una frase vostra, possibilmente ad effetto pro-apple, che scateni le checche isteriche da tastiera.
    Inoltre, quando fate il copia incolla dei testi dagli altri siti, almeno togliete la formattazione del carattere, che altrimenti dà risultati imprevisti sulle pagine.
    non+autenticato
  • ..a migliorarli sti mac, che da anni peggiorano vistosamente. Per lavoro ho un macbook pro dell'anno scorso ed è veramente peggiorato rispetto ai suoi predecessori. Scalda, si pianta spesso, il consumo della batteria è random (con lo stesso uso, gli stessi software e processi) e l'OS è sempre meno per gli utenti "pro" e sempre più IOs oriented (aka per gente che non sa usare un terminale)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ogekury
    > ..a migliorarli sti mac, che da anni peggiorano
    > vistosamente. Per lavoro ho un macbook pro
    > dell'anno scorso ed è veramente peggiorato
    > rispetto ai suoi predecessori. Scalda, si pianta
    > spesso, il consumo della batteria è random (con
    > lo stesso uso, gli stessi software e processi) e
    > l'OS è sempre meno per gli utenti "pro" e sempre
    > più IOs oriented (aka per gente che non sa usare
    > un terminale)

    Boh, finché riescono a venderli a queste cifre e con questi problemi (di cui non ho esperienza diretta), chi glielo fa fare di cambiare direzione?
    Dal punto di vista degli azionisti, non vedo come potrei dar loro torto.
    Izio01
    4787
  • Ma questa è un'inchiappettata pazzesca!
    La voglio.
    Tutta.
    Nel profondo.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)