Documenti PDF con codice a barre

Per facilitare l'archiviazione e la catalogazione dei moduli cartacei, Adobe includerà in alcuni suoi prodotti la capacità di creare documenti dotati di codice a barre compilabili con Adobe Reader

San Jose (USA) - Per rendere il proprio formato ancora più appetibile per le aziende che devono gestire una grande mole di moduli cartacei, Adobe includerà nelle applicazioni per la creazione e la visualizzazione di documenti PDF il supporto ai codici a barre.

Attraverso l'adozione di questa tecnologia, Adobe sostiene che le aziende potranno automatizzare il processo di lettura e catalogazione dei documenti e ridurre, in questo modo, tempi, costi ed errori legati all'inserimento manuale o via OCR dei dati.

Per creare moduli PDF in grado di supportare i codici a barre, le aziende potranno utilizzare uno speciale plug-in per Acrobat 6.0 Professional o una futura versione di Adobe Designer. I moduli così creati potranno essere distribuiti in formato elettronico attraverso vari mezzi, come Web, e-mail o CD-ROM, e compilati dai destinatari per mezzo del diffuso programma gratuito Adobe (Acrobat) Reader. Mentre l'utente riempie i vari campi del modulo, il viewer di Adobe li codificherà in modo dinamico in un codice a barre che verrà stampato insieme al documento. Una volta ricevuto via posta o fax, le organizzazioni che avranno il compito di gestire i moduli potranno archiviarli e catalogarli in modo semi-automatizzato attraverso la scansione del codice e l'invio dei relativi dati ad un apposito software di decodifica.
Adobe ha spiegato che il proprio sistema si avvale di codici a barre "2D" in grado di contenere fino a 2.000 caratteri, molti di più rispetto a quanto permettono i tradizionali codici "monodimensionali".

I plug-in per Acrobat e Adobe Reader, insieme al software di decodifica dei codici, verranno rilasciati durante la seconda metà del 2004.

Con il suo nuovo sistema di gestione dei documenti PDF, Adobe spera di spingere ulteriormente il proprio formato nel ricco settore della modulistica, fra cui quella utilizzata dalla pubblica amministrazione per la dichiarazione dei redditi, le elezioni e le variazioni anagrafiche. Fra i primi clienti della nuova tecnologia di Adobe ci sarà proprio un ente fiscale statunitense.

Ieri Adobe ha anche annunciato il rilascio della prima beta pubblica di Adobe Designer, un tool annunciato lo scorso luglio che permette di creare moduli interattivi basati sugli schemi XML e distribuibili sotto forma di documenti PDF o XDP (XML Data Package). Il suo più diretto rivale è la giovane applicazione InfoPath che Microsoft ha incluso in Office 2003.
TAG: mercato
9 Commenti alla Notizia Documenti PDF con codice a barre
Ordina
  • Quanto può costare un lettore per codici a barre in documenti creati in questo modo?
  • Come se il formato non fosse già abbastanza infinitamente complesso....
    Una MAREA di specifiche, molte delle quali inutili, per mettere insieme un PDF.....

    http://www.wotsit.org/search.asp?page=2&s=text

    Ben 3174Kb di testo che descrive le specificheDeluso

    Ed ora ci aggiungono pure questo!Perplesso:s:s
    non+autenticato
  • Su quale OS ci sarà questa funzione?
    Secondo voi è meglio Linux o Windows?
    Secondo me linux perché devi fare tutto tramite shell e ci puoi chiamare utonto gli altri!
    non+autenticato
  • Il buongiorno si vede dai troll wincaccari...Sorride

    saluti,

    by
    Ulix
    x la redazione: a quando un simboletto per Fan Amiga?



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il buongiorno si vede dai troll
    > wincaccari...Sorride
    >
    > saluti,
    >
    > by
    > Ulix
    > x la redazione: a quando un simboletto per
    > Fan Amiga?

    fanne uno tu e spediscilo a Sciavoni
    è troppo impegnato per occuparsi degli smile

    magari con deluxepaint
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Su quale OS ci sarà questa funzione?

    C'è un solo OS che gestisce i PDF nativamente e senza bisogno di sw di terze parti. Non è Linux e non è certo quella ciofega di Windows.

    > Secondo voi è meglio Linux o Windows?

    Nessuno dei due.
    http://www.linux-mag.com/2003-12/bsd_01.html

    > Secondo me linux perché devi fare
    > tutto tramite shell e ci puoi chiamare
    > utonto gli altri!

    Io non uso Linux ma chiamo utonto solo chi si è fatto scegliere l'OS da altri.
    Utente è chi ragiona con la SUA testa, non con quella della massa, quindi chi usa Linux (GUI o meno) è un utente, chi usa Windows è quasi sempre una vittima dello stesso mercato che lo obbliga a guardare il Grande Fratello e a imbottirsi di integratori vitaminici.
    non+autenticato

  • > Io non uso Linux ma chiamo utonto solo chi
    > si è fatto scegliere l'OS da altri.
    > Utente è chi ragiona con la SUA
    > testa, non con quella della massa, quindi
    > chi usa Linux (GUI o meno) è un
    > utente, chi usa Windows è quasi
    > sempre una vittima dello stesso mercato che
    > lo obbliga a guardare il Grande Fratello e a
    > imbottirsi di integratori vitaminici.

    Chi usa Windows è quasi sempre una vittima.....chissa comè che hai visto il bicchiere mezzo vuoto!
    Hai mai analizzato l'ipotesi che chi usa windows lo possa fare anche con la SUA testa? Ovviamente pagando! E' una vittima ? Perchè? E' vittima dello stesso mercato che lo obbliga bla bla bla? Hai mai pensato che uno sceglie windows, paga la licenza, perchè semplicemente preferisce usare quel sistema operativo rispetto ad altri? Idem con patate per chi sceglie linux o solaris o unix o dos o qualsiasi altro sistema operativo che gestisce l'interazione il rapporto uomo macchina!!

    mah....sempre a sentenziare in base a soggettive idee, mai aprire la testa a 360 gradi!! Non che io lo abbia fatto con questo post....però almeno sò di averci provato....non so se qualcun'altro pensi di provarci...spero di sbagliarmi!

    saluti

    p.s.
    Giusto per non andare off topic:
    Molto interessante cmq questa evoluzione del codice a barre su pdf....snellisce del gran lavoro di catalogazione! ottimo!
  • quoto, io uso sia linuzzo che windoze, dipende cosa ci devo fare. Se devo star dietro al mio sito, tra sql, php e webserver di certo faccio partire il linuzzo, perchè è più veloce, più stabile (non mi va di perdere ore di scripting con un "ERRORE GENERALE DI STA MINCHIA ALLA POSIZIONE FFFF...") e mi da una valanga di software di qualità in GPL che su windoze semplicemente dovrei comprare.
    Per giocare a Unreal e a need for speed underground, il windows xp va benissimo.

    I problemi non li hanno i sistemi operativi, ma la gente che li usa.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Su quale OS ci sarà questa funzione?
    > Secondo voi è meglio Linux o Windows?
    > Secondo me linux perché devi fare
    > tutto tramite shell e ci puoi chiamare
    > utonto gli altri!

    Per me Linzozz non è datto causa problemi di stabilità del kerel.
    non+autenticato