Nokia, un gigante che scopre l'Open source

Il colosso finlandese dei telefonini si butta sull'entertainment, e lo fa con un progetto open source di ampio respiro da cui nasceranno anche le prime applicazioni per la sua set-top box Linux: il Media Terminal

Nokia, un gigante che scopre l'Open sourceSalo (Finlandia) - La filosofia open source conquista anche Nokia, uno dei più grossi produttori mondiali di telefoni mobili, un'azienda che ha base in Filandia, paese fra i cui concittadini più illustri si trova Linus Torvalds, padre di Linux.

Ed è proprio Linux il sistema operativo che Nokia ha scelto per il suo già annunciato Media Terminal.
"Vogliamo avere un po ' di applicazioni pronte quando lanceremo il Media Terminal, e questa è la via più veloce" ha commentato Rickard Nelger, del Nokia Home Communications Group.

Grazie a Linux, il Media Terminal potrà far girare giochi e applicazioni, riprodurre musica MP3, navigare sul Web, registrare programmi TV in digitale e offrire tutte quelle funzionalità user-friendly tipiche di una set-top box.

"Abbiamo costruito l'hardware seguendo un progetto aperto così che chiunque possa fare dei cloni o dei prodotti compatibili", ha detto Nelger. "Noi preferiamo avere una piccola parte di un grande mercato piuttosto che, come sarebbe successo se ci fossimo avvalsi di tecnologie proprietarie, una larga parte di un piccolo mercato".

Per ora il lancio del Media Terminal è atteso per l'estate in Svezia, dove viene prodotto, per l'autunno in Germania e Gran Bretagna, e negli USA fra circa un anno.
TAG: hw
39 Commenti alla Notizia Nokia, un gigante che scopre l'Open source
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)