Hong Kong adotta un nuovo Robocop

A perlustrare le strade di Hong Kong c'è un nuovo robot che coadiuva le forze di polizia locali educando i bambini, tenendo d'occhio ciò che gli accade intorno e rispondendo alle domande dei cittadini

Hong Kong (Cina) - A differenza del suo quasi omonimo personaggio cinematografico, capace di acchiappare i criminali infischiandosene delle pallottole, Robotcop se ne va a zonzo per i popolosi quartieri di Hong Kong a dare lezioni contro il crimine, promuovere la sicurezza e rispondere, come un poliziotto di quartiere, alle domande dei cittadini.

Il robot poliziotto appena introdotto ad Hong Kong è in grado, attraverso un sistema di riconoscimento vocale, di comprendere il cantonese e l'inglese e di fornire una risposta alle domande più comuni in tema di sicurezza civica e criminalità.

Il robot ha anche la capacità di riprodurre filmati attraverso un display LCD e di registrare, attraverso microfoni e telecamere, ciò che gli accade intorno: questo fa di Robotcop un valido aiuto, secondo le forze di polizia di Hong Kong, agli agenti che debbano tenere sotto controllo vaste aree pubbliche come stadi, piazze e aeroporti.
Attualmente il poliziotto robot viene utilizzato soprattutto nelle scuole, dove, grazie al suo "charme" hi-tech, è in grado di catalizzare l'attenzione dei ragazzini. I suoi progettisti sostengono che, all'occorrenza, il loro poliziotto di latta sa anche ballare e recitare filastrocche.

A differenza dei suoi predecessori, introdotti dal Governo di Hong Kong nel 1988 e nel 1995 e costruiti negli USA, la terza generazione di Robotcop è stata interamente progettata dalla University of Science and Technology di Hong Kong. Il suo prezzo è di 300.000 dollari HK per unità, pari a circa 31.500 euro.
TAG: ricerca
31 Commenti alla Notizia Hong Kong adotta un nuovo Robocop
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)