Parte la supertelefonia mobile giapponese

La terza generazione di cellulari è un sogno sempre più reale, in Giappone. Grazie a DoCoMo e al suo wireless 3G. Si parte il 30 maggio con un lancio che sarà studiato in tutto il Mondo

Tokyo (Giappone) - Partiti. E ' DoCoMo NTT a guidare l'azione. Ci sono tutte le premesse per il successo dell'operazione: il gigante giapponese, inventore dell'I-Mode, è la società di telefonia mobile più vicina a muovere i primi passi verso la terza generazione; e il Giappone è nota come la terra delle grandi rivoluzioni nel campo della telefonia. Il wireless 3G avrà successo o sarà solo una falsa partenza?

Il programma di DoCoMo inizia il 30 Maggio. Le cifre, per il lancio del nuovo "Wireless 3G" alla giapponese, sono ragguardevoli: 150mila clienti coinvolti entro dicembre e fino a 6 milioni nei prossimi tre anni. Ora tutto è in fase di prova: DoCoMo svilupperà le reti WCDMA, accesso multiplo a larga banda Code-Division, nell'area urbana di Tokyo, Yokohama e Kawasaki. I "beta tester" del servizio, per conto della società nipponica, saranno 4 mila. Questi fortunati sperimentatori non pagheranno alcun abbonamento per il servizio in prova, ma solo una tariffa in base ai bit trasferiti con il cellulare.

L'Europa è ben distante dal Giappone, purtroppo. A guidare le danze sarebbe dovuta essere British Telecom, che aveva promesso di iniziare il programma d'installazione delle reti 3G nell'isola di Man, entro maggio. Questa data, che coincide con quella stabilita da DoCoMo per le sue reti, avrebbe messo l'Europa al fianco del Giappone sulla griglia di partenza. Ma non sarà così: BT ha dichiarato che il programma slitterà di tre mesi.
In Italia la situazione non è migliore: l'entusiasmo nei confronti dell'UMTS è stato molto smorzato dalle recenti dichiarazioni di Wind e Omnitel, secondo cui l'UTMS da noi non attecchirà prima del 2004. Chissà con quali prezzi poi.
1 Commenti alla Notizia Parte la supertelefonia mobile giapponese
Ordina