Java sui cellulari UMTS

Due colossi giapponesi prevedono per il 2001 il rilascio di una nuova generazione di telefoni cellulari basati sulla tecnologia Java e pronti per la rete UMTS. Da noi ci si scanna

Tokyo (Giappone) - Sia J-Phone Group che NTT DoCoMo hanno in programma, per il prossimo anno, il rilascio di un nuovo modello di telefono cellulare in grado di avvalersi della tecnologia Java per scaricare componenti software, interagire con risorse on-line e comandare da remoto le net appliance connesse alla rete elettrica della casa.

Questa nuova generazione di telefonini sarà compatibile sia con l'attuale standard GSM/PDC che con il futuro standard IMT-2000/UMTS, quest'ultimo capace di lanciare in piena regola tutti i servizi Internet via wireless.

Proprio ieri, intanto, un botta e risposta tra Renato Soru di Tiscali e Roberto Colaninno di Telecom Italia ha ravvivato, si fa per dire, il pomeriggio dei cronisti. In sostanza Soru ha chiesto licenze a basso costo e Colaninno ha risposto sostenendo che non si può regalare nulla.