RIAA denuncia altre 500 persone

Mentre il suo sito cerca di riprendersi dopo l'attacco del worm MyDoom, l'associazione provvede a denunciare molti nuovi utenti del P2P, tra cui tanti studenti universitari

Los Angeles (USA) - L'associazione dei discografici americani RIAA ha confermato di aver denunciato 532 persone che ritiene siano coinvolte nella condivisione di file protetti da diritto d'autore sulle reti del peer-to-peer.

Stando a quanto affermato dalle major, molti degli accusati utilizzavano le reti e le risorse informatiche di 21 diverse università americane. 89 sono gli utenti universitari presi di mira mentre gli altri denunciati, distribuiti in tutto il territorio USA, sono abbonati a normali provider commerciali.

La notizia non sorprende nessuno, visto che si stanno ripetendo con frequenza quasi mensile le denunce contro 500 e più utenti per volta. L'ultimo annuncio del genere risale a metà febbraio. Anche in questo caso RIAA sostiene di aver denunciato soltanto utenti che ponevano in condivisione "quantità sostanziali" di brani musicali protetti.
Con queste, il totale delle denunce della RIAA arriva a quota 1977, 400 delle quali sono già state archiviate dopo il raggiungimento di intese extragiudiziali, ciascuna delle quali ha portato mediamente nelle tasche delle major 3mila dollari.

Da segnalare che, come rivelato da Netcraft, il sito della RIAA è rimasto off line per diversi giorni a causa dell'attacco sferrato contro di esso dai computer infettati da [MyDoom.F[, worm pensato per sferrare attacchi denial-of-service contro il sito RIAA e quello Microsoft. Quest'ultimo non sembra aver risentito del problema. Il sito della RIAA anche mentre scriviamo sembra risentire ancora di numerosi problemi di connessione.
TAG: p2p
98 Commenti alla Notizia RIAA denuncia altre 500 persone
Ordina
  • Et voilà, grazie a Urbani e a Stanca che dice come riportato nella home di p.informatico "È infatti giusto combattere la pirateria ovunque si perpetri. Internet non deve essere una zona franca"
    Lucio Stanca, ministro all'Innovazione
    (da Libero.it, 20.3.04) ci si avvicina silenziosamente, chissà, a un DDL che consentirà perquisizioni domiciliari, controlli del telefono e dell'e-mail senza autorizzazione, in quanto dopo avere stroncato il fenomeno su internet, le ns case in fondo potrebbero divenire una "zona franca" laddove potrebbero essere coltivate le pianticelle della pirateria e del terrorismo. Diventerà reato anche la crittografia? In fondo se la usi hai "sicuramente qualcosa da nascondere", magari un pericoloso divx o piani di sabotaggio. Magari anche fare ftp sarà reato. Non è ancora illegale acquistare CD e DVD vergini, si vede che le pressioni della grande industria funzionano.Con la scusa della pirateria questi simpaticoni distruggeranno la ns privacy.
    non+autenticato
  • Sarà un caso (come no?), ma in corrispondenza con la partenza effettiva di Rosso Alice, Messaggerie Digitali ha lanciato un'offerta speciale su un centinaio di album, coi brani in vendita a 75cent fino a fine Aprile. (Anche se hanno messo il banner prima di mettere online alcuni dei CD...)

    Inutile dire che la concorrenza può far solo che bene!

  • - Scritto da: Ekleptical
    > Inutile dire che la concorrenza può
    > far solo che bene!

    Verissimo!
    Pensa che su Lopster scarichi le ultime novità a 0 ?!!! Che sevizio fantastico!
    non+autenticato
  • Questa sera ho visto urbani parlare del suo nuovo decreto a miaeconomia a Sky Tg24 ma purtroppo mi sono sintonizzato sul canale verso la fine.

    Qualcuno sa se hanno parlato anche delle sanzioni al P2P o hanno parlato solo esclusivamente di finanziamenti al cinema di cultura?

    Marco.
    non+autenticato
  • OInteresante, li posso masterizzare su CD e sentire sulla mia autoradio?
    Cla
    cla
    397
  • sempre dal sito segnalato da PI si puo' leggere che la SCO sta valutando se denunciare anche la RIAA per l'uso di Linux senza licenza (che la SCO sta cercando di dimostrare essere propria..)

    chi di copyrights ferisce..

    da: http://news.netcraft.com/
    "SCO might add the RIAA to the list of Linux using organizations currently receiving attention from its lawyers. "
    non+autenticato
  • che è completamente inutile?


    che ormai la cultura del p2p ha preso il sopravvento, che ormai molti non comprano più cd musicalii..

    anche se questi venissero a costare 10 ? al pezzo, la gente non li comprerebbe cmq... tanto li può scaricare gratis...


    secondo me è la mentalità che deve essere modificata


    TIS
    721

  • - Scritto da: TIS
    > che è completamente inutile?
    >
    >
    > che ormai la cultura del p2p ha preso il
    > sopravvento, che ormai molti non comprano
    > più cd musicalii..
    >
    > anche se questi venissero a costare 10 ? al
    > pezzo, la gente non li comprerebbe cmq...
    > tanto li può scaricare gratis...
    >
    >
    > secondo me è la mentalità che
    > deve essere modificata
    >
    >


    io spero che qulcuno li compri sempre i cd musicali da 20 euro, perchè anche l'artista deve mangiare, quindi se non li vende a qualcuno che paga smette di suonare e cntare e dopo cosa scarichi? Nilla Pizzi?
    non+autenticato
  • > io spero che qulcuno li compri sempre i cd
    > musicali da 20 euro, perchè anche
    > l'artista deve mangiare, quindi se non li
    > vende a qualcuno che paga smette di suonare
    > e cntare e dopo cosa scarichi? Nilla Pizzi?

    di quei 20 euro all'artista ne entrano in tasca 3 se ha culo.
    i soldi li fanno con i concerti, con gli sponsor con le apparizioni in tv-radio-interviste sui giornali.

    leggetevi queste considerazioni di sergio caputo sul mercato musicale

    http://www.soundlite.it/articoli/2000/mag00/caputo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: TIS
    > che è completamente inutile?
    >
    >
    > che ormai la cultura del p2p ha preso il
    > sopravvento, che ormai molti non comprano
    > più cd musicalii..
    >
    > anche se questi venissero a costare 10 ? al
    > pezzo, la gente non li comprerebbe cmq...
    > tanto li può scaricare gratis...
    >
    >
    > secondo me è la mentalità che
    > deve essere modificata
    >

    uelà tis, da quanto!

    parlando del tuo post... la mentalità di chi???
  • Se i capoccioni della RIIA pensano di incrementare le vendite con la repressione stanno freschi...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)