Urbani, i provider avvertono gli utenti

AIIP consiglia ai fornitori di servizi e di accesso di avvertire i propri clienti dei nuovi obblighi che gravano sugli ISP. Si moltiplicano le proteste. C'è chi lista a lutto il sito. Gasparri promette: rivedremo il decreto

Roma - "In relazione all'entrata in vigore del Decreto Legge 22 marzo 2004 n.72, AIIP suggerisce ai propri associati l'invio della seguente comunicazione". Questo si legge da due giorni sulla home page dell'Associazione italiana internet provider, una nota nella quale si "avvisano" i fornitori di servizi italiani dell'entrata in vigore del DL Urbani e delle conseguenze che ciò può portare sulle attività degli ISP.

Questa invece la comunicazione consigliata ai provider, già visibile peraltro dalla home page di MC-link, uno dei primi fornitori di accesso italiani:

"Gentile cliente,
I titolari di diritti di proprietà intellettuale segnalano talora ai fornitori di accesso e di servizi Internet indirizzi IP cui imputano eventuali violazioni di tali diritti. Tale attività di indagine è svolta autonomamente dai titolari dei diritti senza alcun contributo diretto dei fornitori di accesso e di servizi.
A tutela della privacy dei nostri clienti e nel rispetto dell'articolo 15 della Costituzione, la nostra azienda non ha mai effettuato, e non intende effettuare, alcuna verifica delle segnalazioni ricevute se non a valle di una specifica disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

A sua tutela, le rendiamo noto che il Decreto Legge 22 marzo 2004 n.72, obbliga ora TUTTI i fornitori di accesso e di servizi che abbiano avuto notizia della diffusione - anche tramite programmi di file-sharing - di opere cinematografiche e assimilate per le quali non si detengono i diritti di diffusione, ad informare il Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno.

Per evitare coinvolgimenti in eventuali vicende giudiziarie conseguenti alle segnalazioni dei titolari dei diritti di proprietà intellettuale, la invitiamo pertanto a verificare con attenzione la tipologia di materiale eventualmente scaricato o reso disponibile tramite i servizi forniti".

Intanto non si fermano le proteste contro il decreto. Mentre cresce il numero di aderenti alla petizione online contro il DL, gli annunci di azioni si moltiplicano. L'Anacron Group Italy in una vibrante nota di protesta arriva a proporre a chi gestisce un sito di ospitare sulle proprie pagine lo stralcio di qualche film o una traccia audio di un film, in una sorta di azione di "auto-denuncia" contro il decreto.

Si mobilitano peraltro anche i frequentatori di siti come laquintacolonna che sui forum promuovono una email ai provider. Secondo alcuni degli intervenuti, avrebbe un senso minacciare la disdetta delle proprie connessioni ADSL. Ma si propone anche lo sciopero degli acquisti di CD e DVD per il mese di maggio, una proposta peraltro nata e rimbalzata anche su Usenet e alcuni altri siti.

C'è anche qualcuno che decide di listare a lutto la propria home page.

In questa situazione, a mezzo tra incertezza normativa e protesta diffusa, peraltro, sono giunte nei giorni scorsi le dichiarazioni del ministro alle Comunicazioni Maurizio Gasparri secondo cui è necessario rivedere il decreto legge nella parte che riguarda la pirateria per "trovare il giusto equilibrio tra la tutela della proprietà intellettuale ed altri diritti costituzionalmente garantiti, come la libertà di manifestazione del pensiero".
486 Commenti alla Notizia Urbani, i provider avvertono gli utenti
Ordina
  • Copio e incollo l'articolo preso dal quotidiano online del ministero dei beni culturali culturalweb.it, dove non si fa cenno alle sanzioni contro chi scarica film a mero uso personale.

    URBANI: "LA PIRATERIA AUDIOVISIVA E' UN FURTO E COME TALE DEVE ESSERE TRATTATA"
    Rifinanziamento del cinema e antipirateria sono i punti principali del decreto legge approvato al Consiglio dei Ministri, per il quale il ministro per i Beni e le Attivita' Culturali Giuliano Urbani, soddisfatto, ha ringraziato il presidente Berlusconi ''che ha contribuito molto in Consiglio dei Ministri a sensibilizzare i miei colleghi riguardo queste risorse strategiche per lo spettacolo''.

    ''Il consiglio dei ministri - ha spiegato Urbani - ha approvato la nostra bozza di decreto legge che e' stata originata dalla necessita' di far fronte con interventi finanziari urgenti e straordinari alla fase di passaggio fra la vecchia legge che disciplina il settore del cinema e la nuova legge che si e' dimostrata ancora una volta veramente indispensabile. Si e' posto fine alle logiche assistenzialistiche e clientelari con cui lo Stato finanziava le produzioni cinematografiche''.

    Poco tenere le parole del ministro sulla legge precedente ''mal fatta e mal applicata. Si stava spendendo - ha detto Urbani - per finanziare la cinematografia italiana piu' del disponibile, troppo e male. Il Consiglio dei Ministri ha deciso di integrare i fondi destinati alle attivita' cinematografiche gestiti dalla Bnl, che da 600 milioni di euro erano scesi a meno di 80 milioni di euro in soli sette anni. L'80% dei film finanziati non raggiungevano i 500 spettatori.

    Anche i produttori erano disincentivati a distribuire i film. Questo a fronte di un 10-15% di film di qualita' che ci hanno dato grande soddisfazione e visto nascere nuovi protagonisti. In 6 anni in rapporto a uscite attorno ai 1.200 miliardi di vecchie lire le entrate erano di 450 miliardi di vecchie lire. Una sproporzione folle''.

    ''I film approvati nel corso dell'ultimo anno - ha continuato il ministro - sono circa un'ottantina. Ma c'e' anche un pregresso di film, alcuni di molti anni fa, che sono un'altra cinquantina. La disponibilita' finanziaria che abbiamo ottenuto e' molto piu' ampia del fabbisogno pregresso nel settore cinematografico (nell'ordine delle 7-8 volte)''. Per quanto riguarda la pirateria telematica (articolo 1), ''abbiamo sentito il dovere - ha detto il ministro - di intervenire con misure di contrasto (sanzioni amministrative e sanzioni penali) che potranno essere applicate anche ad altri settori come la musica.

    La pirateria audiovisiva e' un furto e come tale deve essere trattata. I diritti d'autore devono essere difesi, altrimenti la proprieta' intellettuale e' destinata a scomparire. Il web non deve diventare un far west senza leggi''. ''L'altro ieri - ha continuato Urbani - il Parlamento Europeo ha approvato una bozza di direttiva comunitaria che disciplina proprio questo settore. Il testo e' nello spirito e nelle indicazioni gemello al nostro. Abbiamo anticipato quello che il Parlamento Europeo invitera' a fare gli Stati membri''.

    "La pirateria audiovisiva e' un furto e come tale deve essere trattata". Lo ha detto il Ministro Giuliano Urbani commentando con soddisfazione l'approvazione del decreto cosiddetto "salvacinema" da parte del consiglio dei Ministri, un decreto che introduce nuove norme contro la pirateria cinematografica su internet responsabilizzando i gestori dei servizi telematici e inasprendo le sanzioni contro chi scarica dati progetti a fini di lucro, commercializzando copie digitali non autorizzate dei film.

    I diritti d'autore , ha aggiunto il Ministro, "devono essere difesi, altrimenti la proprieta' intellettuale e' destinata a scomparire, provocando nel lungo periodo la morte di ogni produzione culturale. Come ogni innovazione tecnologica il web apre nuove e interessanti frontiere che pero' non devono diventare un far west senza leggi.
    Esaltando eccessivamente la liberta' di Internet rischiamo di navigare in futuro in una rete priva di contenuti, un Mar Morto cibernetico prosciugato di idee".

    http://www.culturalweb.it/
    non+autenticato
  • > Esaltando eccessivamente la liberta' di
    > Internet rischiamo di navigare in futuro in
    > una rete priva di contenuti, un Mar Morto
    > cibernetico prosciugato di idee".
    >

    Questa affermazione del Ministro pone egli sullo stesso piano di chi pensa che Internet serva solo per scaricare a manetta, casomai bisognerebbe spiegargli che il WEB è un motore di idee senza confini...Qualcuno vuole spiegargli, ad esempio, cosa vuol dire Open Source?
    ;)
    non+autenticato
  • Invito caldamente chi non l'avesse già fatto a leggere questi due saggi di Stallman (mai sentito parlare di GNU/Linux Fan Linux? Beh, quel "GNU" lo si deve proprio a lui!) e a diffonderli il più possibile.
    Grazie.

    http://internet.cybermesa.com/~berny/intercopyrigh...
    http://internet.cybermesa.com/~berny/global.html

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Invito caldamente chi non l'avesse
    > già fatto a leggere questi due saggi
    > di Stallman (mai sentito parlare di
    > GNU/Linux Fan Linux? Beh, quel "GNU" lo si
    > deve proprio a lui!) e a diffonderli il
    > più possibile.
    > Grazie.
    >
    > internet.cybermesa.com/~berny/intercopyright.
    > internet.cybermesa.com/~berny/global.html
    >

    ho letto i due articoli
    cosa dire...

    Richard grazie di esistere !

    non+autenticato
  • Non l'ho mai fatto ma, visti i tempi, pensavo di smanettarci un attimo questa settimana e vedere cosa combino...la mia domanda è la sguente: poniamo di essere uno degli sventurati in balia del nuovo Dl Urbani. Mi entrano in casa e sequestrano il i Pc con HD Criptato. Che riescano quindi a violarlo mi sembra difficile; ovviamente finirebbe con il pretendere l'accesso dal proprietario...difronte al rifiuto, che succede? Loro le prove non le ottengono, però non si aggiunge qualche aggravante per la mia scarsa collaborazione? E' pura curiosità, dato che si parla di tutto e i tempi sembrano sempre + cupi.

    Grazie a chiunque sappia darmi una risposta!;)
    non+autenticato
  • Ho chiamto al 187...
    salte telekom italia bla bla bla... nn li ricordavo cosi' calorosi
    alla mia richiesta dato che tra poco mi scade il contratto annuale ADSL... lui mi risponde sig. le ricordo che solo dopo 1 anno puo' disidire l'abbonamento ed io infatti è quasi passato... il silenzio un minuto nn so' cosa fa' poi mi dicè dalla sua richiesta passerano circa 12 giorni... (... ... .. ) alla fine grazie per aver scelto i servizzi telekom italia...

    prego...

    p.s. è inutile ripetere cmq mi astero dai vari acquisti cd dvd cinema etc etc... ed investiro i 40euri mensili in cose che mi daranno + sodisfazzione è + liberta... ciao buona fortuan a tutti!Occhiolino
    non+autenticato
  • dichiarazioni di ieri
    "...e non abbiamo ancora finito":|:|:|:|
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | Successiva
(pagina 1/18 - 86 discussioni)