Cina, cybermatta ai lavori forzati

La donna credeva di poter pubblicare su Internet le sue critiche al regime, in particolare sul modo in cui vengono trattati coloro che protestano. Ha avuto il fatto suo

Pechino - 18 mesi ai lavori forzati, questa la condanna che qualche settimana fa, ma si Ŕ saputo solo adesso, Ŕ stata comminata ad una cittadina cinese che riteneva di poter contribuire al risveglio democratico del suo paese. A svegliarsi Ŕ stata lei, dovendo aprire gli occhi dinanzi alla brutalitÓ della repressione censoria.

Ma Yalian Ŕ stata accusata di aver pubblicato una serie di libelli contro le autoritÓ di Pechino sostenendo il diritto di coloro che protestano e chiedono il cambiamento, di farlo senza essere perseguiti per questo. "Un numero crescente di persone - hanno spiegato commentando il caso quelli del Centro diritti civili in Cina di New York - si rivolge al governo per criticare le ingiustizie sociali e l'illegalitÓ e le autoritÓ hanno ormai deciso per la linea dura".

L'utilizzo di Internet per Ma, come per tanti altri dissidenti, consentiva di raggiungere un alto numero di concittadini: il proliferare di pagine personali, forum e altri luoghi di discussione online rappresenta da tempo uno dei pi¨ grossi problemi per il regime di Pechino, non nuovo alle censure contro una "eccessiva" libertÓ di espressione.
Ora Ma dovrÓ scontare un anno e mezzo di lavori forzati nei pressi di Shangai avendo sulle spalle una sentenza secondo cui la sua politica e la sua ideologia sono sbagliate e che, con la fatica e il lavoro, si pu˛ sperare che guarisca.

Secondo il Centro newyorkese, la polizia pu˛ decidere di inviare un cinese ai lavori forzati senza intervento dei giudici se la pena dura meno di tre anni.
TAG: censura
79 Commenti alla Notizia Cina, cybermatta ai lavori forzati
Ordina
  • siamo un popolo destinato all'estinzione per selezione naturale...Poca cultura, si vive di espedienti, tutti cerano di fare i furbi con tutti, a tutti i livelli, dal politico, all'amministratore, fino all'ultimo dei netturbini.

    Non è corretto generalizzare, ma mi sento di poter dire che una parte significativa della poplazione è così...

    Non suggeritemi di emigrare. Se potessi, lo avrei già fatto....
    non+autenticato
  • sono daccordo, e chi fa di tutto per essere onesto e rispettoso il sistema globale italiano se lo mangia a grandi morsi, perche' anche se sei un dio nel tuo campo c'e' sempre il furbo che con la mazzetta o la conoscenza ti passa avanti, anche se e' un incapace o appena sufficiente... quindi a volte non c'e' alternativa... una mia amica che ha un piccolo studio fotografico mi diceva: "se dovessi fare tutti gli scontrini e pagare tutte le tasse chiuderei nel giro di qualche mese, devo fare cosi' per forza e rischiare qualche multa piuttosto che andare verso la fine sicura"
    non+autenticato
  • Non lo dice anche il nostro Presidente?
    Lavorate, che passano i cattivi pensieri!
    non+autenticato
  • è tutta colpa di berlusconi

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non lo dice anche il nostro Presidente?
    > Lavorate, che passano i cattivi pensieri!
    Consumate pure, mi raccomando....
    non+autenticato
  • e' giusto, forse e' ora che cominciate pure voi comunisti invece di aspettarvi sempre la pappa pronta e riverita dallo stato e dai datori di lavoro...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > e' giusto, forse e' ora che cominciate pure
    > voi comunisti invece di aspettarvi sempre la
    > pappa pronta e riverita dallo stato e dai
    > datori di lavoro...
    >
    geniale quest'uomo che immagina lo stato come un'entità a se stante....scvegliai lo stato siamo noi, qundo dicono paga lo stato, paghi anche tu (ammesso che paghi le tasse, ma su questo non ci giurerei)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > e' giusto, forse e' ora che cominciate
    > pure
    > > voi comunisti invece di aspettarvi
    > sempre la
    > > pappa pronta e riverita dallo stato e
    > dai
    > > datori di lavoro...
    > >
    > geniale quest'uomo che immagina lo stato
    > come un'entità a se
    > stante....scvegliai lo stato siamo noi,
    > qundo dicono paga lo stato, paghi anche tu
    > (ammesso che paghi le tasse, ma su questo
    > non ci giurerei)

    classico discorso "comunista-fuori-dalla-realtà"

    e' proprio perche' PAGO LE TASSE (e lo scrivo grosso cosi' perche' le pago da sempre fino all'ultimo centesimo) che ho detto quel che ho detto, perche' la gente di sinistra si aspetta sempre tutto dallo stato e dai datori di lavoro, il sussidio se non lavora, 4 mesi di ferie all'anno retribuite, la 13esima, la 14esima, la 15esima, ecc, ecc, ecc. Io, caro il mio comunistello, lavoro 12 ore al giorno 6 giorni su 7 e piu' di una volta ho saltato uno o due mesi di stipendio personale per pagare i miei dipendenti, e se mi ammalo o se mi prendo una settimana di ferie, STO CA%%O mi paga! Quindi e' ora di smetterla con questo atteggiamento assistenzialista che tutti vi devono tutto, e' ora di cominciare a sgobbare e rigare dritto e chi ha voglia di fare il fannullone puo' andarsene in cina o a cuba che ci pensa fidel...

    non+autenticato
  • Io ho gia' deciso, la prossima volta voto AN, altro che'!

    Ognuno deve dimostrare il suo valore e non fare il minimo possibile per prendere lo stipendio a fine mese.

    Basta con sti scioperi selvaggi che bloccano le citta' e danno disagio a milioni di persone, vengono prima i diritti di milioni di persone o quelli di 10? Solo in italia succedono queste cose, siamo il terzo mondo dell'europa, pure i giapponesi sono migliori di noi, quelli quando fanno sciopero lo fanno simbolicamente mettendosi una fascia nera al braccio e non bloccano citta' intere e fanno annullare centinaia di voli causando danni incalcolabili alla nazione intera.

    Comunisti!


    non+autenticato
  • e poi magari e' pure bruttina
    non+autenticato
  • ... questa deve essere proprio cybermatta per fare una cosa del genere in Cina...
    non+autenticato
  • ...al moderatore che fa passare tutti gli insulti a Berlusconi ma che censura senza pietà chi non la pensa così...
    E bravo.. CLAP CLAP CLAP!!!!!
    Sei cinese anche tu per caso?

    non+autenticato
  • Forse che il nano non se li merita?A bocca aperta
    non+autenticato
  • se li merita, se li merita...
    chi non salta berlusconi e'....Sorride

    ma avete visto il video con berlusconi che prende le pacchette sulla pelata? eccezzzzionaleSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > se li merita, se li merita...
    > chi non salta berlusconi e'....Sorride
    >
    > ma avete visto il video con berlusconi che
    > prende le pacchette sulla pelata?
    > eccezzzzionaleSorride

    ci stava bene la musichetta alla benny hill...
    non+autenticato
  • Berlusconi è la fonte di tutti i mali di questo mondo
  • non ci sono più le mezze stagioni

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...al moderatore che fa passare tutti gli
    > insulti a Berlusconi ma che censura senza
    > pietà chi non la pensa così...
    > E bravo.. CLAP CLAP CLAP!!!!!
    > Sei cinese anche tu per caso?

    Beh, uno che ha dei ministri i quali uno dichiarò:

    "con la bandiera italiana mi ci pulisco il culo";

    e un altro ribattè:

    "chi non salta italiano è";

    ebbene, mio caro fascistello in erba, il tuo premier gli insulti se li merita tutti, e magari gli capitasse di peggio.
    Sappi che sto facendo propaganda pure ai cani per fare andare a case questo governo delle merdaviglie... ma la migliore propaganda la sta facendo se stesso contro di lui, lavorasse lui più spesso e con meno ferie.

    A quando l'abolizione della mutua?
    non+autenticato
  • Sono stato in Cina un paio di volte, accompagnato da cinesi di Hong Kong. Hong Kong è la patria dei diritti umani e laggiù si teme parecchio che la Cina (la chiamano "mainland") gli distrugga i diritti che hanno. Quando si varca il confine fra Hong Kong e la mainland sembra di passare da Berlino Ovest a Berlino Est vent'anni fa. Eppure, dopo qualche viaggio laggiù, mi sono accorto che la Cina sta cambiando in maniera enorme, e che appare chiarissima la perdita di controllo delle autorità. Le autorità infatti stanno cercando di democratizzare e liberalizzare il paese in maniera mooolto graduale, tirando un colpo al cerchio e uno alla botte (la settimana scorsa per esempio hanno addirittura permesso a un ex leader della rivolta di Tienanmen di tenere una rubrica su un giornale e di anadare a New York a parlar male del governo cinese). La disparità è chiaramente variabile da zona a zona: nelle zone rurali, in mano a vecchi burocrati che usano vecchi regolamenti per non sottostare alle leggi statali, le condanne a morte e le censure si sprecano. Nei centri abitati, c'è libertà, si può dire che il governo fa schifo e non c'è la censura su Internet (da un bar di Pechino ho provato a connettermi al sito di Amnesty USA e ci sono riuscito benissimo, per esempio). L'anno scorso è stata concessa la visione della TV di Hong Kong, ma quando c'è il TG sfumano... Con una parabola però è possibile vedere tutto.
    Al governo interessa essenzialmente che sia data libertà a chi ha i soldi e cultura (ossia alle grandi città) e che sia mantenuta in povertà terrore e ignoranza quella miliardata di persone che vive nelle zone rurali e che costituisce la forza lavoro (leggi: gli schiavi) che però eventualmente può essere pian piano convertita in forza-consumo, man mano che le si dà benessere e conoscenza. Il timore, essenzialmente, è quello di fare la fine dell'ex-urss. Inoltre, è quasi impossibile controllare un miliardo e ottocento milioni di cittadini, e la confusione quindi regna sovrana.

    Venerdì prossimo parto per un altro viaggio e spero di raccogliere qualche altra informazione e impressione su un paese assolutamente da scoprire, che con ogni probabilità sarà il maggior protagonista, sociale ed economico, del nostro prossimo futuro.

    --
    Stefano
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    [CUT]

    > Venerdì prossimo parto per un altro
    > viaggio e spero di raccogliere qualche altra
    > informazione e impressione su un paese
    > assolutamente da scoprire, che con ogni
    > probabilità sarà il maggior
    > protagonista, sociale ed economico, del
    > nostro prossimo futuro.
    >
    > --
    > Stefano

    Infatti, anno 3000 d.c., la Cina regna sovrana e l'80% della popolazione mondiale avra' gli occhi a mandorla, perche' loro i figli li fanno, noi invece...

    Salutoni da GiGiO
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)