WordPerfect tornerà su Linux

Ad anni di distanza dal tentativo di spingere Linux sul desktop, Corel è pronta a rilasciare per il sistema operativo open source la propria suite per l'ufficio. Obiettivo: uccidere i fantasmi

Ottawa (Canada) - Messe da parte quelle velleità di conquista che, anni or sono, la portarono a sviluppare un'interessante ma sfortunata distribuzione desktop di Linux, Corel ha ora espresso l'intenzione di riavvicinarsi con prudenza alla piattaforma open source portando su Linux la propria suite per l'ufficio, WordPerfect Office.

La società canadese ha già pronta una versione preliminare per Linux del più noto componente della propria suite, l'elaboratore di testi WordPerfect, da rilasciare sul proprio negozio on-line a partire dalla metà di aprile. Questa prima release servirà a Corel per tastare l'interesse del mondo open source verso i propri software per l'ufficio e, nell'ugual tempo, saggiare la qualità del codice nativo per Linux.

In passato l'azienda rilasciò dei porting per Linux di WordPerfect 8 (anno 1998) e WordPerfect 9 (2000), entrambi sviluppati per integrarsi alla propria distribuzione Corel Linux e renderla una soluzione particolarmente appetibile per le piccole e medie imprese. Naufragato questo progetto, e sbarazzatasi del proprio sistema operativo open source, Corel si è focalizzata in modo particolare su WordPerfect Office per Windows e sui propri software per la grafica.
Grazie alle partnership con alcuni grossi produttori di PC, negli ultimi due anni Corel è riuscita ad erodere piccole quote di mercato a Microsoft Office. L'azienda spera forse di avere ugual fortuna sul mercato Linux, dove però dovrà vedersela con avversari già molto solidi e radicati come StarOffice e OpenOffice.
25 Commenti alla Notizia WordPerfect tornerà su Linux
Ordina
  • Word on può manco lontanamente competere con WordPerfect per la mancanza di una capacità fondamentale: quella di rivelare i codici di controllo.

    Con WordPerfect da non so quante versioni ormai (forse da sempre) è possibile aprire un riquadro in cui si vedono i marcatori di inizio e fine di ogni area marcata.

    Non vi è mai capitato in Word di non sapere dove cominciava una sottolineatura o dove iniziava un paragrafo marcato con un certo stile e bestemmiare andando a tentaivi, magari cancellando caratteri all'indietro nel testo per riottenere la formattazione che volevate? Beh in WP non avete bisogno di questi pallosi magheggi perché potete controllare esatamente come i testo è marcato.

    Per non dire che WordPerfect ha supporto nativo dello SGML da dieci anni o più.

    Peccato che sia una nicchia.
    non+autenticato
  • Avviso di Sicurezze per Conectiva Linux : libxml2
    02/04/2004
    La libreria di XML C (libxml2) è usata da molti programmi per caricare e salvare strutture di dati estendibili o per modificare diversi tipi di files XML. Questo aggiornamento fissa una vulnerabilità di buffer overflow [1,2] nel codice URL dei moduli del nanohttp e del nanoftp di libxml2. Un attacker può sfruttare questa vulnerabilità per eseguire il codice arbitrario con i privilegi dell'utente che fa funzionare un'applicazione. Secondo il contesto in cui questa applicazione è usata, la vulnerabilità può essere sfruttata in remoto.

    Avviso di Sicureza Debian : DSA 470-1
    02/04/2004
    Numerosi exploit per root locali sono stati scoperti recentemente nel Kernel di Linux. Questo avviso di sicurezza riguarda il kernel 2,4,19 per Debian GNU/Linux. Il Common Vulnerabilities and Exposures project identifica i seguenti problemi che sono riparati con questo aggiornamento...
    http://www.securityfocus.com/advisories/6506

    Avviso di Sicurezza per Mandrake Linux , riguardante Ethereal : MDKSA-2004:024
    02/04/2004
    Versioni affette : 9.1 e 9.2 .
    Sono state scoperti un numero non indifferente di problemi in versioni di ethereal precedenti la 0.10.0. Stefan Esser ha scoperto tredici vulnerabilità di tipo "buffer overflow" nei dissettori di NetFlow, di IGAP, di EIGRP, PGM, di IrDA, BGP, ISUP e TCAP. Jonathan Heusser ha scoperto che un pacchetto RADIUS attentamente posizionato potrebbe causare l'arresto di Ethereal. Inoltre è stato trovato che un protocollo di presentazione di lunghezza pari a zero potrebbe fare crashare Ethereal. È possibile con lo sfruttamento di alcune di queste vulnerabilità, causare un crash di Ethereal o far eseguire del codice arbitrario inserendo un pacchetto di dati nella rete, convincendo qualcuno a leggere un file infetto, o generando una deformazione nel file di color-filter. I pacchetti aggiornati portano Ethereal alla versione 0,10,3 che non è vulnerabile a questi bachi

    http://www.securityfocus.com/advisories/6499



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    ...

    Arrivato presto al lavoro ? Problemi di insonnia ?
    non+autenticato
  • Patetico...A bocca storta
    Hai riportato tre advisor, di cui solo uno relativo al kernel, e nel quale c'e' pure scritto che tutti i problemi indicati sono corretti nelle versioni correnti (rispettivamente 2.4.25 e 2.6.5).
    non+autenticato
  • l'unico problema è che loro i fix ce li hanno nel giro di qualche settimana... a volte giorni... a volte addirittura ore...

    noi dobbiamo aspettare mesi, e a volte neanche quelli bastano!Arrabbiato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > www.securityfocus.com/advisories/6499

    Ti ringraziamo per le notizie, ma ci spieghi cosa centrano in questo forum?

    non+autenticato
  • e allora, caro troll, cosa vorresti dire con questo, oltretutto in un posto che non c'entra se non nella tua miopia?
    beware the troll!!!
    non+autenticato
  • di Mandrake Linux, dove sono state scoperti un numero non indifferente di problemi in versioni di ethereal precedenti la 0.10.0.
    Stefan Esser ha scoperto tredici vulnerabilità di tipo "buffer overflow" nei dissettori di NetFlow, di IGAP, di EIGRP, PGM, di IrDA, BGP, ISUP e TCAP.
    Jonathan Heusser ha scoperto che un pacchetto RADIUS attentamente posizionato potrebbe causare l'arresto di Ethereal.
    Inoltre è stato trovato che un protocollo di presentazione di lunghezza pari a zero potrebbe fare crashare Ethereal.
    È possibile con lo sfruttamento di alcune di queste vulnerabilità, causare un crash di Ethereal o far eseguire del codice arbitrario inserendo un pacchetto di dati nella rete, convincendo qualcuno a leggere un file infetto, o generando una deformazione nel file di color-filter.
    I pacchetti aggiornati portano Ethereal alla versione 0,10,3 che non è vulnerabile a questi bachi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > di Mandrake Linux, dove sono state scoperti
    > un numero non indifferente di problemi in
    > versioni di ethereal

    Lo so che ti sconvolgero' la mattinata, ma ethereal e' un programma, piu' precisamente un analizzatore di protocolli di rete, ed esiste anche per Windows.
    non+autenticato

  • > Lo so che ti sconvolgero' la mattinata, ma
    > ethereal e' un programma, piu' precisamente
    > un analizzatore di protocolli di rete, ed
    > esiste anche per Windows.

    noooo! come hai potuto!
    non+autenticato
  • Anni fà Credevo molto in corel Linux
    e penso tuttora che se se CorelDraw e la sua Suite fossero
    su Linux da qualche anno, adesso sarebbe normale avere
    anche Flash, o Photoshop.
    Gli utenti Linux avrebbero avuto già il set completo
    di applicazioni per essere per lo meno operativi
    anche sul fronte della grafica e non azzoppati come allo stato
    attuale delle cose.
    In fondo i grafici hanno usato Win solo dopo che Adobe a cominciato a fare il porting (anche perchè CorelDraw fino alla versione 5 ha avuto un grande seguito), e M$ insegna:
    se impari con un sistema.....

    Oggi mi sembra un pò tardi
  • perchè gimp nn è una realtà?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > perchè gimp nn è una
    > realtà?
    Si, molto veloce ma in quanto a comodita' d'uso non saprei. Provato mai con la tavoletta grafica? Tiri una riga da una parte e lui te la traccia da un'altra, e parlo di wacom, seriale, usb, grande, piccola, ma sempre una pena, invece sotto wine con Painter tutto alla perfezione, ma ovviamente lento. Comunque Gimp e' sicuramente all'altezza di fare tutto quello che serve, mancano forse operatori disposti a sacramentare per riuscire ad usarlo.
    Io non sono esperto e neppure molto sveglio, ma con Painter, Photoshop e Photopaint ci ho lavorato senza difficolta', con Gimp magari insistendo chissa', ma non in questa vita.
    non+autenticato
  • Ovviamente lento? Wine is not Emulator... wine e' un wrapper di librerie M$, quindi la velocita' operativa e' la stessa o leggermente inferiore... diverso il discorso per VmWare.... quindi se e' lento lo e' per l'applicativo non per wine in se'.

    non+autenticato
  • > Ovviamente lento? Wine is not Emulator...
    > wine e' un wrapper di librerie M$, quindi la
    > velocita' operativa e' la stessa o
    > leggermente inferiore... diverso il discorso
    > per VmWare.... quindi se e' lento lo e' per
    > l'applicativo non per wine in se'.

    Ok forse sono stato influenzato negativamente dal fatto che Gimp al confronto e' una scheggia... pero' e' vero, con la tavoletta grafica proprio non ci azzecca e l'ho riscontrato anche nella versione per Windows
    non+autenticato

  • - Scritto da: carbonio
    > Anni fà Credevo molto in corel Linux
    > e penso tuttora che se se CorelDraw e la sua
    > Suite fossero
    > su Linux da qualche anno, adesso sarebbe
    > normale avere
    > anche Flash, o Photoshop.
    Ma volendo io ho un WP e un Photopaint 9.0 solo che funzionano solo su versioni di linux vecchie. Comunuqe andavano gia' allora molto bene. Ma si trattava comunque di versioni aggiustate per funzionare con il loro wine a corredo. Una suite grafica come quella di Corel su Linux spazzerebbe via tanti di quei windows da non credere.
    non+autenticato

  • > Ma volendo io ho un WP e un Photopaint 9.0
    > solo che funzionano solo su versioni di
    > linux vecchie. Comunuqe andavano gia' allora
    > molto bene. Ma si trattava comunque di
    > versioni aggiustate per funzionare con il
    > loro wine a corredo. Una suite grafica come
    > quella di Corel su Linux spazzerebbe via
    > tanti di quei windows da non credere.

    infatti ora che M$ sembra non esserci più vogliono riprovarci
    Però per il mac hanno annunciato l'abbandono dei lavori (CDraw si fermerà all'11)
    Forse è la loro nuova strategia
    non+autenticato
  • > Però per il mac hanno annunciato
    > l'abbandono dei lavori (CDraw si
    > fermerà all'11)
    > Forse è la loro nuova strategia

    Ah be' magari hanno deciso di darsi all'agricoltura.
    non+autenticato

  • - Scritto da: carbonio
    > Anni fà Credevo molto in corel Linux
    > e penso tuttora che se se CorelDraw e la sua
    > Suite fossero
    > su Linux da qualche anno, adesso sarebbe
    > normale avere
    > anche Flash, o Photoshop.

    Se WP x Linux dovesse vendere (e dare profitto), sta tranquillo che neanche gli altri si farebbero sfuggire un mercato simile.


    ciao
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)