Cina e Giappone si alleano sul 4G

I due paesi, in tandem con la Corea, vogliono lavorare insieme su un protocollo di comunicazione mobile da usare come fondamenta per i futuri cellulari di quarta generazione

Tokyo - Giappone, Cina e Corea del Sud si sono alleate per sviluppare un nuovo standard di comunicazione che, entro sei anni, "faccia parlare" tra di loro i telefoni cellulari di quarta generazione.

I tre paesi asiatici, che insieme rappresentano il 30% del mercato globale della telefonia mobile, coinvolgeranno nel progetto un ampio numero di enti pubblici e privati. L'obiettivo comune è quello di realizzare un protocollo che, a partire dal 2010, possa essere adottato all'interno delle prime reti mobili 4G commerciali. I tre partner sperano di fare della propria tecnologia uno standard non soltanto asiatico, ma globale, capace di unificare la tecnologia alla base di buona parte delle reti cellulari di prossima generazione che verranno varate in USA ed Europa.

Uno dei maggiori artefici dello sviluppo e del test dello standard sarà il gigante giapponese NTT DoCoMo, che da circa un anno porta avanti la sperimentazione di reti e telefoni di quarta generazione destinati a rimpiazzare la sua attuale tecnologia 3G FOMA.
NTT ha rivelato che i sistemi di comunicazione 4G potranno fornire velocità di trasferimento dati fino a 100 megabit al secondo, equivalente a quella di una rete locale Fast Ethernet. La banda a disposizione di ogni utente sarà certamente inferiore ma, in ogni caso, più che sufficiente per ricevere, ad esempio, programmi TV digitali ad alta definizione (HDTV).

La Corea del Sud è particolarmente interessata al 4G e, in previsione del suo avvento, sta già organizzando l'asta con cui, entro la fine dell'anno, venderà agli operatori di telefonia mobile le prime licenze. La commercializzazione dei primi servizi 4G è invece prevista per la fine del 2005, una data che, se rispettata, potrebbe anticipare di diversi anni quella prevista dalla maggior parte degli altri paesi.
15 Commenti alla Notizia Cina e Giappone si alleano sul 4G
Ordina