Batterie cariche in meno di un minuto

Un nuovo tipo di batteria NEC promette di portare i tempi di ricarica da poche ore a poche decine di secondi. Le nuove pile si candidano a rimpiazzare le tradizionali nickel-idrogeno

Tokyo (Giappone) - Pochi secondi e... voilà, la batteria è carica. È il sogno di molti, soprattutto dei tecnofili, un sogno che NEC dice di essere riuscita a concretizzare sviluppando una batteria, di tipo organic radical, che può essere ricaricata nel giro di 30 secondi.

Il colosso giapponese sostiene che la sua nuova batteria è stata progettata per rimpiazzare le tradizionali pile NiMH (Nichel Metal Hydride), le stesse utilizzate su una vasta gamma di dispositivi elettronici consumer, quali player MP3 e fotocamere digitali.

La super batteria di NEC promette anche autonomie da capogiro, fino a 80 volte superiori a quelle offerte dalle pile tradizionali. E tutto ciò ad un prezzo che, secondo il produttore, sarà equiparabile a quello delle NiMH.
La pila "delle meraviglie" è anche adatta, secondo NEC, per alimentare dispositivi più grandi e costituire, ad esempio, una fonte energetica d'emergenza per computer desktop e motori elettrici. Queste saranno anche le prime applicazioni a cui verrà indirizzata.

NEC non ha fornito dettagli sulla vita complessiva delle sue batterie né sulla loro data di commercializzazione. È tuttavia lecito attendersi che questa tecnologia verrà impiegata nel settore consumer non prima di qualche anno.

Sembrano invece essere più vicine le batteria a carica veloce presentate all'inizio dell'anno da Rayovac e basate su tecnologie più tradizionali. Queste pile, che verranno commercializzate con il marchio Varta, hanno tempi di ricarica di circa 15 minuti.
TAG: hw
94 Commenti alla Notizia Batterie cariche in meno di un minuto
Ordina
  • Non pensate che per caricare una batteria dalla durata (e quindi la capacità) 80 volte superiore a una batteria normale , e quindi supponiamo di ben 80 Ah (!) , anche solo in un minuto , ci voglia un caricabatterie che possa erogare 4800 A !!!! Mi correggo , non un caricabatterie , una centrale elettrica!!! In oltre anche se esistesse che cavi ci vorrebbero ?? Secondo i calcoli con una sezione superiore ai 480 mm quadrati. E anche avendo i cavi , la batteria si riscalderebbe un po ... Ci vorrebbe quindi un impianto di raffreddamento !
    Ho dei grossi dubbi che sia fattibile.

    Saluti
    Andrea
    non+autenticato
  • forse i formati AA e AAA verranno introdotto nel mercato più in avanti....A bocca aperta

    apparte gli scherzi, se leggi qua,
    http://www.labs.nec.co.jp/Eng/Topics/data/r011108/...

    il prototipo ancora è in grado di immagazzinare "solo" 70Ah/kg

    probabilmente la storia dell'80volte la carica delle batterie convenzionali è un calcolo teorico.


    probabilmente in 30secondi la batteria si ricaricherà di 2000mAh



    ==================================
    Modificato dall'autore il 09/04/2004 17.24.49
  • No, credo che il problema sia dato dalla traduzione dell'articolo dal Giapponese -> Inglese -> Italiano.

    Ti allego il testo dell'articolo, tradotto dal Giapponese all'inglese ... da cui puoi evincere che le "80 [volte] sono in realta' "80 ore [di funzionamento]" di un lettore md. Che non c'entra una beneamata fava con la densita' di carica.


    NEC Develops Fastest Rechargeable Battery

    April 2, 2004 (TOKYO) -- NEC Corp has developed a battery that can be recharged only in 30 seconds, company sources said. Called an organic radical battery, it can be recharged to the same level of power as that stored in nickel-hydrogen cells, which are widely used in digital cameras, portable MD players and other electronic devices.

    It takes only about 30 seconds to recharge the battery enough to allow 80 hours of continuous operation of an MD player, compared with around an hour needed by conventional rechargeables, the company claims.

    Because of its ability to recharge faster, the new battery, which stores power in a special resin, is expected to make radio-controlled toy cars, shavers and other products much more convenient to use.

    The battery can also discharge power in a short time, making it useful in applications requiring a large amount of power.

    NEC believes the battery can be used as an emergency power source for computers in case of blackouts as well as in hybrid cars driven by a gasoline engine and electric motor.

    The company plans to convert existing production facilities into ones able to manufacture the new product. The company expects the price of the new battery to be about the same as nickel-hydrogen cells when mass production starts, since it does not contain any expensive materials.

    NEC is also developing a recharger for the battery that can be used at home as well as working on a way to prevent excessive discharge of power from the cell.

    The company will initially try to commercialize the technology for using the battery as an emergency power source for computers, according to sources at NEC.

    (The Nihon Keizai Shimbun)


    'Zalut
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > No, credo che il problema sia dato dalla
    > traduzione dell'articolo dal Giapponese
    > -> Inglese -> Italiano.
    >
    > Ti allego il testo dell'articolo, tradotto
    > dal Giapponese all'inglese ... da cui puoi
    > evincere che le "80 [volte] sono in realta'
    > "80 ore [di funzionamento]" di un lettore
    > md. Che non c'entra una beneamata fava con
    > la densita' di carica.


    ottimo, grazie!Occhiolino

    ma l'hai tradotto te dal giapponese?Deluso

    complimenti!

    ==================================
    Modificato dall'autore il 11/04/2004 1.28.55
  • No, sono un appassionato di tecnologia ... e questa sembrava promettente. Avevo letto qualcosa in proposito dalla nec sin dal 2001 circa; se ti interessa ti cerco qualche link.

    In soldoni, sono normali delle pile al litio ... pero' su un supporto polimerico diverso dal normale; che gli garatisce un basso tempo di carica (minuti? secondi? non e' chiaro)

    Sono comunque molto interessanti, anche se inquinanti come tutte le batterie.

    'Zalut
    non+autenticato
  • Si... e no....
    Concordo sul calcolo della corrente di ricarica, ma vorrei osservare che non è obbligatorio farlo in un tempo cosi' breve.

    Secondariamente credo avranno notevoli limitazioni di impiego.Considerato che la variazione di supeficie varia con legge quadratica, mentre il volume con legge cubica ne discende che per dispositivi di piccolo volume il fattore dissipazione termica permette di raggiungere prestazioni decine di volte superiori rispetto a dispositivi ....più "macroscopici"

    Leggendo sulle specifiche il valore 80 mi sembra riferito alla velocità di "ricarica" ovvero le altre si ricaricano in un tempo 80 volte piu' lungo.

    A parte la velocità di carica mi sembra che il resto non cambi, quindi un accumulatore da 100W (9A*12V) continuerà a avere stesso peso e stesse dimensioni (batteria da scooter)

    Il solo vantaggio che vedo, sta nel fatto che fornendoci batterie a ricarica veloce, potranno farle di capacità minore a vantaggio dell'ingombro, toccherà a noi poi ricaricarle ogni 5 minuti.....

    Tranquilli... niente di nuovo ad Est...
  • e già dopo che tutti i governi hanno sovvenzionato caio e tizio per produrre acqua dalla combustione dell' idrogeno , mo arrivano ste batterie superfantamega sfizione che ricarichi con la forza di uno starnuto e mandi a fallire tutti i petrolieri tutte le holding che si occupano di venderti l'energia a casa !!!

    tra qualche anno significa anche 100 di anni........!!!!

    Se fosse vera i petrolieri faranno dichiarare guerra al giappone...... come misura preventiva perche' la tecnologia non e loro e non hanno i brevetti .....

    tutti i mutandoni li vedo sti guerra fondai.....

    come sempre tutto cio' che scrivo e solo fantasie astruse di uno che non crede se non vede???
    mio e nome e' tommaso!
    non+autenticato
  • Non mi sembra una bufala...

    http://www2.electrochem.org/cgi-bin/abs?mtg=012&ab...

    Salutida Taranto

    ==================================
    Modificato dall'autore il 06/04/2004 19.28.16
    non+autenticato
  • Gia oggi le pile al mercurio e senza mercurio le buttate nella spazzatura insieme ai rifiuti domestici, figurati se queste pile contenenti metacrilati vengono incenerite in modo convenzionale o lasciate marcire e filtrare in falda freatica Sorride))
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Gia oggi le pile al mercurio e senza
    > mercurio le buttate nella spazzatura insieme
    > ai rifiuti domestici

    Io non lo faccio, non parlavi con me vero?

    Ne approfitto per ricordare che molta gente il mercurio se lo tiene in bocca nelle amalgame e se lo fa evaporare un po' alla volta nel cervello. Basta la temperature corporea.

    TU, che mi leggi, se hai le amalgame in bocca, fai qualche ricerchina in Internet. Approfondisci la cosa.

    Rabbrividirai.

    Ciao!

    non+autenticato
  • Le batterie funzioneranno grazie a un nugolo di formiche operaie in esse racchiuse che produrranno energia lavorando 24x7. La durata della batteria sarà data dalla vita media degli operosi insetti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Le batterie funzioneranno grazie a un nugolo
    > di formiche operaie in esse racchiuse che
    > produrranno energia lavorando 24x7. La
    > durata della batteria sarà data dalla
    > vita media degli operosi insetti.


    è una pila comunista, quindi in italia sarà illegale!

  • - Scritto da: Anonimo
    > Le batterie funzioneranno grazie a un nugolo
    > di formiche operaie in esse racchiuse che
    > produrranno energia lavorando 24x7. La
    > durata della batteria sarà data dalla
    > vita media degli operosi insetti.

    Una formica lavora in media 2 ore al giorno e dorme le altre 22. Non credo che il rapporto peso/energia prodotta, sia poi così tanto favorevole.
    E poi, come fai a rifornire la batteria? la devi riempire di briciole + acqua zuccherata o hai di meglio?

    E poi basterebbe un po' di veleno per bloccare il telefonino del vicino che ti rompe. (Forse questo è un vantaggio).

    ciao, Leo
    non+autenticato
  • > Una formica lavora in media 2 ore al giorno
    > e dorme le altre 22.

    Ignori che il governo ha introdotto forme flessibili di lavoro anche nel regno animale. Sono state ridotte le ore di riposo, sono stati introdotti i turni, sono stati incentivati ad uscire i lavoratori non più giovani per mettere le formiche in condizione di operare in un ambiente di lavoro giovane e stimolante.

    > Non credo che il
    > rapporto peso/energia prodotta, sia poi
    > così tanto favorevole.

    Sottovaluti le risorse delle formiche. Questi esserini sono in grado di alzare 50 volte il proprio peso. Se anche tu avessi tanta forza, potresti sollevare uno scuolabus.

    > E poi, come fai a rifornire la batteria? la
    > devi riempire di briciole + acqua zuccherata
    > o hai di meglio?

    Conosci un combustibile più economico ed ecologico?

    > E poi basterebbe un po' di veleno per
    > bloccare il telefonino del vicino che ti
    > rompe. (Forse questo è un vantaggio).
    >
    > ciao, Leo

    Ho poca pazienza con gli incivili, ma non vorrei far del male alle formiche.
    non+autenticato
  • ...i cereali. E li attaccano uno ad uno...

    In lacrimeIn lacrime
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)