Napster ha contrassegnato i computer?

Una lettrice, tra i bannati dal sistemone scambiafile, non può ripulire il suo PC abbastanza per poter rientrare in Napster e deve passare alla versione precedente. Perché?

Web - Spettabile redazione di Punto Informatico, anch'io come altri vostri lettori risulto essere un'appestata in quanto detentrice, sul mio pc, di svariati files mp3 dei Metallica e quindi, come tale, rimossa dal server di Napster dagli uomini assoldati dal gruppo che ha lanciato questa operazione di "disinfestazione".

Quello che vorrei segnalarvi è che, a differenza di quanto affermato da Mister G nella sua lettera, non mi è stato possibile reinstallare la nuova versione di Napster (la v2b6), in quanto pur cambiando connessione (collegandomi quindi attraverso un altro provider), cambiando Nick, password e casella di posta, continua a dirmi che sono "banned" e mi preclude l'accesso al server di Napster. Quello che invece ho potuto constatare è che, se reinstallo la versione precedente, la 2.0, tutto funziona regolarmente (forse i controlli risiedono solo sull'ultima versione di Napster?).

Mi chiedo allora quali siano effettivamente i sistemi adottati dagli esperti assoldati dai Metallica per impedire l'accesso agli utenti; non essendo una grande esperta di informatica mi resta difficile fare discorsi "tecnici"; tuttavia non posso non pensare che un sistema più che probabile per assicurarsi i risultati possa essere stato quello di "contrassegnare" il computer "appestato" onde poterlo comunque riconoscere a prescindere dal collegamento effettuato.
Se così fosse sarebbe una cosa gravissima: non voglio entrare nel merito dei discorsi sulla privacy, né tantomeno disquisire sul fatto che non vedo differenza tra scaricare mp3 e registrare cd su nastro, ma trovo assolutamente inaccettabile che si entri nella sfera così privata e personale di ciascuno di noi, anche di quelli che non hanno (ma sarà poi vero?) i tanti contestati files dei Metallica sul loro pc (posso comunque affermare che conosco soggetti che pur possedendo i tanto chiacchierati mp3, non sono stati "bannati" da Napster, mistero nel mistero).

Concordo pienamente con voi e con quanti affermano che i Metallica solo pochi anni fa avrebbero pagato perchè un sistema come Napster fosse implementato quale efficace mezzo pubblicitario per brani di gruppi emergenti; a maggior ragione trovo inaccettabile che si possano ritenere leciti i provvedimenti adottati per la restrizione di quello che, allo stato di fatto delle cose, risulta essere un "diritto acquisito", la possibilità cioè di "registrare" sul proprio hard disk singoli brani destinati all'esclusivo uso personale (ben rende l'idea del vostro articolo in cui Sony, Basf e quant'altri producano cd e prodotti destinati alla masterizzazione dei cd siano stati denunciati! Con la logica adottata dai Metallica, sarebbe lecito aspettarselo, in effetti).

Concludo dicendo solo che se qualcuno mi sa dare utili indicazioni sul come fare per reinstallare la nuova release di Napster, aggirando il blocco adottato, mi farebbe un gran favore; proprio perché trovo illegittima l'azione intrapresa dai Metallica, ancora di più mi "rode" il non poter usare il nuovo programma.

Grazie e complimenti per il vostro lavoro.

Stefania
(per contattarla è sufficiente scrivere alla redazione)