Copyleft, Stallman a Siena

Evento

Siena - Il Siena Linux User Group ha annunciato che il Comune di Siena ha organizzato per domenica 18 aprile a Palazzo Patrizi in via di Città 75 a Siena un incontro-conferenza dal titolo "Prosperità tramite il copyleft.

Alla conferenza, che si inserisce nell'evento Liberamente, settimana della libertà destinato a toccare altre città nei giorni successivi, parteciperà anche il guru del software libero Richard M. Stallman.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del LUG senese:
http://www.siena.linux.it/pagine/tavola.shtml
13 Commenti alla Notizia Copyleft, Stallman a Siena
Ordina

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...hasta la vittoria siempreA bocca aperta

    bene... ora vai a lavorare... non fare come il tuo santone...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ...hasta la vittoria siempreA bocca aperta
    >
    > bene... ora vai a lavorare... non fare come
    > il tuo santone...

    A parte che il post precedente era sarcastico...

    Se dai di "comunista" a RMS quello non solo s'incazza, ma ti mette pure le mani nel viso....
    Provare per credere.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Provare per credere.

    L' hai provato sulla tua pelle? A bocca aperta

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Provare per credere.
    >
    > L' hai provato sulla tua pelle?A bocca aperta
    >

    No, non mi sognerei mai dato che prima ho letto il suo sito e visto cosa ne pensa "sull'argomento" Sorride

    E' questo il problema: molta gente che parla di RMS non sa nemmeno chi sia e non si è sognata nemmeno di documentarsi, gli è bastato vederlo una volta vestito da "santone" con l'hard disk in capo ed hanno deciso di avere capito tutto....
    Bella cosa nascere "imparati" !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > gli è bastato vederlo una volta
    > vestito da "santone" con l'hard disk in capo
    > ed hanno deciso di avere capito tutto....

    Non c'è poi molto da capire: è un hippy cervellotico fuori tempo massimo, un estremista del pensiero debole esacerbato da un rancoroso livore nei confronti della Xerox, e per estensione nei confronti del "sistema".

    Etichette e definizioni di comodo sono superflue e non cambiano la sostanza, i fatti e la vulgata dello stallman-pensiero. Uno che profetizza la "diffusione della conoscenza" tramite mercimonio di banali implementazioni non può certo pretendere di esser preso sul serio nella comunità di ricerca del software engineering e dell'informatica teorica. Come nell'arcinoto paradosso dell'induzione di Hume, ripreso recentemente in chiave umoristica dall'ottimo matematico J. A. Paulos, RMS e la sua cricca di stravaganti sono tollerati nel mondo accademico nella misura in cui le "uova" gratuite opensource (che pure scaturiscono da una filosofia così contorta, radicale e scarsamente condivisibile: ESR docet) sono di fatto necessarie in dipartimenti di ricerca perennemente al verde.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > misura in cui le "uova" gratuite opensource

    free software non significa necessariamente gratuito
    http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.html
    http://www.gnu.org/philosophy/words-to-avoid.html

    putroppo molti estremisti talebani non hanno mai letto la GPL o quel sito, ed ecco che associano gratuito a GPL.

    non+autenticato
  • Nessuno ha scritto che GPL=gratis. Sopra c'è scritto esattamente che le università usano volentieri certi oggetti GPL perchè sono gratuiti e/o hanno un TCO di gran lunga inferiore rispetto ai corrispondenti brand unix ed applicazioni correlate (nondimeno nei dipartimenti trovi sempre matlab, mathematica, mathcad, SPSS e maple, non esistendo alternative di qualità lontanamente confrontabile).

    Cerca di collegare il cervello invece di postare acriticamente i link dalla bibbia dell'advocacy. Ma in fondo non è colpa tua: nessuno dei cervelloni GPL ha mai pensato di scrivere un "elementary-propositional-first-order-logic-HOWTO" da far studiare agli aspiranti evangelist prima di buttarli nel mucchio per blaterare a sproposito.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > N[...]

    incredibile, 30 righe di nulla totale. Ascolta un cretino, citare hume o paulos per dimostrare cultura non aggiunge e non toglie nulla al succo del dicorso. In quella sequela di parole che hai scritto (spero sotto l'effetto di qualche allucinogeno, o al massimo per trollare un po') non c'è alcun senso logico. Giudizi ("hippie fuori tempo massimo") buttati a casaccio non ti aiuteranno a farti vedere come uno "che ne sa" dai pochi che leggerano quanto hai scritto, IMHO.

    ciao
    non+autenticato
  • Il senso di quel post appare estremamente chiaro, per chi non fa uso di droghe pesanti: la conoscenza informatica si diffonde tramite algoritmi, non smerciando implementazioni.

    Questo è scritto in modo ironico e raffinato, con stile e cultura, un bel pezzo sopra la media dei post di questo "portale". Lode all'autore del post che evidentemente la sa molto più lunga di te e non si fa scrupolo a dare giudizi netti anche sui santoni intoccabili. Uno che non si fa infinocchiare dalle mode e non si mette ordinatamente in fila dietro al gregge va sempre rispettato.

    Ma forse sei solo un piccolo talebano invidioso di chi pensa con la propria testa ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il senso di quel post appare estremamente
    > chiaro, per chi non fa uso di droghe
    > pesanti: la conoscenza informatica si
    > diffonde tramite algoritmi, non smerciando
    > implementazioni.

    il senso era abbastanza chiaro, il "nulla" riguardava la confezione barocca nella quale veniva posto il succo della questione (sicuramente l'acronimo KISS ti ricorda qualcosa)

    > Questo è scritto in modo ironico e
    > raffinato, con stile e cultura, un bel pezzo
    > sopra la media dei post di questo "portale".

    Gli stessi stile e cultura inutilmente ostentati

    > Lode all'autore del post che evidentemente
    > la sa molto più lunga di te e non si
    > fa scrupolo a dare giudizi netti anche sui
    > santoni intoccabili.

    E' proprio questo il messaggio che traspare: "io la so più lunga di te, io la so più lunga di tutti voi". Il post poteva trattare dell'accoppiamento degli stercorari, sarebbe stato ugualmente fastidioso

    > Uno che non si fa
    > infinocchiare dalle mode e non si mette
    > ordinatamente in fila dietro al gregge va
    > sempre rispettato.

    Se tenta l'alternativismo (non so se la parola esista e sinceramente me ne sbatto) a tutti i costi, va solamente ignorato

    > Ma forse sei solo un piccolo talebano
    > invidioso di chi pensa con la propria testa
    > ?

    Grrr, mi hai scoperto, tu sì che sei un fico
    non+autenticato