DL Urbani, interrogazione a Strasburgo

Il parlamentare europeo radicale Marco Cappato chiede alla Commissione di valutare se il Governo italiano non debba ritirare il contestato decreto, visto il conflitto con le normative europee

Roma - Nelle scorse ore il parlamentare europeo della Lista Bonino Marco Cappato, ha presentato una interrogazione alla Commissione europea sul contestatissimo decreto legge Urbani su cinema e pirateria, un decreto che, come noto, è in fase di rielaborazione al Parlamento e che ha suscitato vive preoccupazioni e proteste dentro e fuori dalla rete.

Cappato, certo non nuovo ad iniziative sul fronte delle libertà digitali, nell'interrogazione ripresa da Radicali.it, pone alcuni quesiti circa la compatibilità del decreto con la normativa europea. Le modalità di presentazione impongono alla Commissione europea di rispondere entro tre settimane, dunque in tempi assai brevi. Ma ecco il testo:

"L'art. 1 del decreto legge summenzionato definisce alcune misure di contrasto alla diffusione telematica abusiva d'opere cinematografiche e assimilate. In particolare il decreto prevede la punibilità di chi diffonde al pubblico per via telematica, anche mediante programmi di condivisione di file tra utenti, un'opera cinematografica o assimilata protetta dal diritto d'autore, o parte di essa, mediante reti e connessioni di qualsiasi genere;
Il decreto introduce inoltre l'obbligo in capo ai fornitori di connettività e di servizi di comunicare alle Autorità di polizia le informazioni in proprio possesso utili all'individuazione dei gestori dei siti e degli autori delle condotte segnalate e a porre in essere tutte le misure dirette ad impedire l'accesso ai siti o a rimuovere i contenuti segnalati.

Considerando che tali misure creano disarmonie e differenti condizioni per gli operatori europei del settore, non ritiene la Commissione che il governo italiano dovesse notificare il summenzionato decreto legge, ai sensi della direttiva 98/34?

L'art. 1 del decreto legge appare contrastare con alcune disposizioni della normativa comunitaria, segnatamente la direttiva 2000/31. Ritiene la Commissione che il governo italiano dovesse procedere alla notifica preventiva al fine di verificare un'eventuale incompatibilità con la normativa europea?

Ritiene la Commissione che la mancata notifica, sia per ragioni di tipo procedurale che di tipo sostanziale, comporti l'obbligo per il governo italiano di ritirare il summenzionato decreto e di notificarlo quindi alla Commissione prima di una sua nuova approvazione?

Ritiene infine la Commissione che, in presenza di una mancata notifica delle misure previste all'art 1, le disposizioni ivi contenute non siano applicabili?"
TAG: italia
57 Commenti alla Notizia DL Urbani, interrogazione a Strasburgo
Ordina
  • CINEMA: URBANI, PIRATERIA? SIAMO COMPRENSIVI CON I GIOVANI
    (AGI) - Roma, 14 apr. - "Pugno di ferro per chi ruba a scopo di lucro, massima comprensione per chi lo fa a scopo individuale, che poi sono soprattutto i giovani". Il ministro Urbani, a margine della presentazione della societa' "Arcus" per la valorizzazione della cultura, parla anche del decreto antipirateria cinematografica. Il decreto, ora in sede di conversione parlamentare "sta andando - a giudizio del ministro - molto bene, dopo una prima perplessita' da parte di alcuni verso la necessita' di colpire la pirateria a scopo individuale, quella dei giovani". Il "punto di equilibrio" raggiunto, spiega il ministro, e' stato quello di "prevedere sanzioni penali per tutti coloro che rubano a scopo di lucro.
       Per chi invece compie il furto a scopo di consumo individuale scattano due fattispecie: se l'opera non e' coperta dal diritto di autore non accade nulla, chi ha rubato non paga alcun fio perche' ha attinto ad una 'terra di nessuno'; restano piccole sanzioni amministrative a scopo simbolico - conclude Urbani - se invece l'opera era coperta dal diritto d'autore". (AGI) .
    141548 APR 04
    non+autenticato
  • "se l'opera non e' coperta dal diritto di autore non accade nulla, chi ha rubato non paga alcun fio perche' ha attinto ad una 'terra di nessuno'"

    MA SIAMO IMPAZZITI???? DA QUANDO IN QUA CHI DISTRIBUISCE UN'OPERA NON COPERTA DA DIRITTO D'AUTORE RUBA????????
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "se l'opera non e' coperta dal diritto di
    > autore non accade nulla, chi ha rubato non
    > paga alcun fio perche' ha attinto ad una
    > 'terra di nessuno'"
    >
    > MA SIAMO IMPAZZITI????

    si

    > DA QUANDO IN QUA CHI
    > DISTRIBUISCE UN'OPERA NON COPERTA DA DIRITTO
    > D'AUTORE RUBA????????

    mai

    però devono farci credere che sono loro i buoni....

    ciao
    non+autenticato
  • La tattica che hanno adottato è evidente. Prima hanno sparato ad alzo zero con una proposta di decreto FANTASCIENTIFICA. Tra l'altro era previsto il carcere fino a 4 anni per chi condivide film. Poi hanno emanato un decreto che introduce sanzioni "simboliche" di 3 milioni di lire di multa per chiunque condivide/scarica anche un solo film, e obbligato gli isp a denunciare gli utenti quando arrivino segnalazioni dai titolari di diritti. Infine hanno leggermente ridotto la sanzione prevista e lasciato inalterato tutto il resto, esprimendo "soddisfazione" per la tutela dei "giovani" ecc. E la sinistra si accoda, come se fossero i salvatori della patria con le loro pregiudiziali, quando in realtà sono assolutamente d'accordo, tranne qualche partito piccolo.

    Io sto solo aspettando di vedere come pensano di applicare il decreto. Rischiamo attentati terroristici dalla mattina alla sera, non posso più nemmeno prendere la metro per andare all'università, ma naturalmente è imperativo reprimere con la massima energia il gravissimo reato di "scaricamento non autorizzato di film et similia". Mi aspetto retate a non finire in tutta italia. Centinaia di giovani denunciati per possesso illegale di "La Passione di Cristo" scaricato da Internet. Il film è stato un successo, ma questi giovani saranno puniti ugualmente. E vai con multe da 3 milioni, confische, pubblicazioni. Andate, andate. Non riuscirete mai a prenderli tutti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La tattica che hanno adottato è
    > evidente. Prima hanno sparato ad alzo zero
    > con una proposta di decreto
    > FANTASCIENTIFICA. Tra l'altro era previsto
    > il carcere fino a 4 anni per chi condivide
    > film. Poi hanno emanato un decreto che
    > introduce sanzioni "simboliche" di 3 milioni
    > di lire di multa per chiunque
    > condivide/scarica anche un solo film, e
    > obbligato gli isp a denunciare gli utenti
    > quando arrivino segnalazioni dai titolari di
    > diritti. Infine hanno leggermente ridotto la
    > sanzione prevista e lasciato inalterato
    > tutto il resto, esprimendo "soddisfazione"
    > per la tutela dei "giovani" ecc. E la
    > sinistra si accoda, come se fossero i
    > salvatori della patria con le loro
    > pregiudiziali, quando in realtà sono
    > assolutamente d'accordo, tranne qualche
    > partito piccolo.
    >
    > Io sto solo aspettando di vedere come
    > pensano di applicare il decreto. Rischiamo
    > attentati terroristici dalla mattina alla
    > sera, non posso più nemmeno prendere
    > la metro per andare all'università,
    > ma naturalmente è imperativo
    > reprimere con la massima energia il
    > gravissimo reato di "scaricamento non
    > autorizzato di film et similia". Mi aspetto
    > retate a non finire in tutta italia.
    > Centinaia di giovani denunciati per possesso
    > illegale di "La Passione di Cristo"
    > scaricato da Internet. Il film è
    > stato un successo, ma questi giovani saranno
    > puniti ugualmente. E vai con multe da 3
    > milioni, confische, pubblicazioni. Andate,
    > andate. Non riuscirete mai a prenderli
    > tutti.

    ascolta le sagge parole di questo uomo, ragazzo...

    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=6012...

    non+autenticato
  • Intanto lui e il suo capogruppo Berlusca ha la fedina penale pulita, non v è possibile processarlo, ecc.........

    Sapete x chi votare.

    L'ultima meno tasse per tutti! sì, solo x i ricchi.:(:(:(:(
    non+autenticato
  • Ringraziamo lo zio urbi , ol quale nonostante sa che siamo ladri di materiale non coperto da copiright(!) non ci punisce!!!:s
    non+autenticato

  • >    Per chi invece compie il
    > furto a scopo di consumo individuale
    > scattano due fattispecie: se l'opera non e'
    > coperta dal diritto di autore non accade
    > nulla, chi ha rubato non paga alcun fio
    > perche' ha attinto ad una 'terra di
    > nessuno'; restano piccole sanzioni
    > amministrative a scopo simbolico - conclude
    > Urbani - se invece l'opera era coperta dal
    > diritto d'autore". (AGI) .

    La mia impressione e' che non sappia LETTERALMENTE quello che dice
    non+autenticato
  • Ma voi avete messo in gabbia il mulo o continuate a farlo scorazzare felice?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma voi avete messo in gabbia il mulo o
    > continuate a farlo scorazzare felice?


    Il mio scorrazza felice con qualche piccolo file.
    Poca roba. 2 album e qualche pezzo.

    La sua biada la vuole sempre..........
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma voi avete messo in gabbia il mulo o
    > continuate a farlo scorazzare felice?

    Il mio pascola felice, a determinati orari, poi torna in stalla...cmq niente erbetta di prima mano, solo roba fatta in serieOcchiolino
    non+autenticato
  • Il mio asino lavora come sempre da dio, con tutti i tipi di file. Non ho mai avuto motivo di smettere...:p
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma voi avete messo in gabbia il mulo o
    > continuate a farlo scorazzare felice?

    10 musichette, 2 manuali e SOLO films per adulti... (dubito che tutelino il diritto d'autore per le sporcellate ... hihihihihihihih)
    non+autenticato
  • gli ho mandato una mail, solo per spiegazioni e mi ha risposto così:

    Gentile Signor xxxx,

    in relazione alla Sua richiesta di informazioni, Le rendiamo noto che il Decreto Legge 22 marzo 2004 n.72, obbliga ora tutti i fornitori di accesso e di servizi che abbiano avuto effettiva conoscenza della diffusione illecita - anche tramite programmi di file-sharing - di opere cinematografiche e assimilate protette dal diritto d autore, ad informare il Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno.

    Pin.it continuerà a garantire la privacy dei propri clienti, nel rispetto delle disposizioni vigenti.

    Peraltro, in relazione a quanto previsto dalla nuova normativa, La invitiamo a verificare con attenzione la tipologia di materiale eventualmente da Lei scaricato o reso disponibile a terzi tramite i servizi forniti da Pin.it

    Rimanendo a Sua completa disposizione per ogni ulteriore comunicazione o chiarimento, La salutiamo cordialmente.

    Pin.it - Customer Care
    http://help.birbilio.it   
    non+autenticato
  • Ho postato prima più o meno la conversazione della mattinata, mi hanno detto che forniranno informazioni sui clienti solo in caso di indagini o cmq su richiesta della magistratura.
    Poi, è facilmente intuibile, si parla di effettiva conoscenza, quindi non monitoreranno tutti x vedere se usano i p2p, e anche se ne scopriranno qualcuno di certo non lo andranno a denunciare.
    Inoltre cmq è ancora tutto in alto mare, non ci resta che attendere;)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)