Anche AMD fa pace con Intergraph

Dopo Intel, anche AMD ha deciso di scendere a patti con Intergraph e riconoscerle il pagamento di royalty per l'uso di alcune sue tecnologie nel campo dei microprocessori

Sunnyvale (USA) - A due settimane di distanza da Intel, anche AMD ha scelto di trovare un accomodamento per la causa in corso con Intergraph e pagarle fino a 25 milioni di dollari.

In base agli accordi, AMD salderà alla rivale 10 milioni di dollari più il 2% dei profitti provenienti dalla vendita dei processori nei prossimi tre anni (2005-2007).

Queste somme avranno un tetto massimo di 5 milioni di dollari all'anno, corrispondenti ad un totale di 25 milioni. Per contro, Intel ha sborsato a Intergraph diverse centinaia di milioni di biglietti verdi.
Similmente al chipmaker di Santa Clara, AMD si è garantita l'accesso ai brevetti di Intergraph relativi alla tecnologia di gestione della memoria implementata nela sua vecchia CPU RISC Clipper, la stessa che, secondo quest'ultima, AMD avrebbe violato in alcuni suoi processori.

La licenza concessa da Intergraph ad AMD si trasferisce in automatico anche ai clienti di quest'ultima, che in questo modo non dovranno temere guai legali.
TAG: mercato