Rivogliono Napster, ricevono insulti

In 30mila hanno chiesto alla softwarehouse di essere riammessi ad utilizzare il sistema di scambio-file. Secondo il legale dei Metallica, mentono tutti. Intanto Dr.Dre prepara la lista dei 200mila

Rivogliono Napster, ricevono insultiWeb - Sono alcune decine di migliaia, pare 30mila, gli utenti di Napster che sono stati "bannati" dal sistema di scambiofile perché considerati pirati musicali e che invece protestano la loro innocenza. E in quanto innocenti, i 30mila chiedono a Napster di essere riamessi all'utilizzo del sistemone.

In seguito a questa richiesta, alla quale ancora non è chiaro come Napster intenda reagire, l'avvocato dei Metallica si è sentito in dovere di rassicurare gli utenti, garantendo che la band non farà causa per pirateria a ciascuno di loro. I Metallica, infatti, dopo aver listato 317mila utenti accusandoli di pirateria, avevano minacciato azioni legali contro chiunque, di questi, avesse tentato di rientrare nel sistema.

Ora l'avvocato sostiene che non sarebbe "economicamente possibile e plausibile" perseguire 30mila persone per violazione di diritti d'autore. E ci mette il carico da novanta, in pratica un insulto, affermando che "forse qualcuno è stato bannato per sbaglio, ma quasi tutti loro mentono, probabilmente tutti, in effetti". C'è da dire che se la band non farà loro causa, Napster potrebbe riammettere i 30mila nel suo sistema, rimanendo nei termini di legge del Digital Millennium Copyright Act, ma non è certo se e quando questo potrebbe accadere.
Intanto il rapper Dr.Dre ha fatto compilare una lista di utenti Napster da accusare di pirateria e per i quali chiedere la rimozione dal sistemone. La lista dovrebbe essere consegnata nelle prossime ore alla softwarehouse e dovrebbe contenere altri 200mila identificativi di utenti Napster.