L'Italia difende le infrastrutture informatiche

Comunicato

Roma - Il ministro all'Innovazione Lucio Stanca ha reso nota la costituzione di un Gruppo di lavoro per la Protezione delle infrastrutture critiche informatiche. Gruppo che si trova e opererà all'interno del Ministero stesso.

Ad essere tenute sotto controllo da questa task force saranno le "strutture critiche ad alto tasso di informatizzazione", come telecomunicazioni, energia e trasporti.

Afferma Stanca: "Molte delle reti essenziali per la vita del Paese, come quelle idriche, energetiche, dei trasporti e delle telecomunicazioni, ma anche quelle finanziarie, nonché la stessa Pubblica Amministrazione hanno sofisticati apparati informatici per il loro controllo e la loro gestione e la distruzione o temporanea indisponibilità di tali risorse strategiche può avere effetti negativi sull?economia, sulla vita quotidiana dei cittadini e sulle capacità di difesa del Paese. Per questo l?incremento della loro protezione, nel momento di grave incertezza internazionale che stiamo attraversando, è una priorità non più differibile".
Del Gruppo di Lavoro fanno parte i Ministeri dell?Interno, Comunicazioni, Giustizia, Infrastrutture, Attività Produttive oltre che quello dell?Innovazione e Tecnologie che lo presiede, ma anche l?Autorità per le Comunicazioni, l?ABI, l?ASI, gli operatori delle telecomunicazioni, le istituzioni della ricerca e dell?università, i gestori di reti di servizi, come il GRTN, Rete Ferroviaria Italiana, Snam, Sogin.
TAG: italia
2 Commenti alla Notizia L'Italia difende le infrastrutture informatiche
Ordina