AOL reinventa ICQ

Il popolare sparamessaggini si presenta in una nuova versione, la 4.0, che adotta un look rinnovato e poggia su una piattaforma aperta che amplia le funzionalità con i web service

Dulles (USA) - Gli sviluppatori israeliani di ICQ, che ormai da anni lavorano al soldo di America Online, stanno tentando di innovare un concetto, quello di instant messaging (IM), da loro stessi portato in auge verso la metà degli anni '90. Il primo passo è stato il rilascio, nelle scorse ore, di ICQ Lite Edition 4.0, una nuova versione del celebre client di IM che fa della leggerezza e della modularità i suoi punti chiave.

Molti utenti ICQ lamentano l'eccessiva complessità e sovrabbondanza di funzioni raggiunta negli anni da questo popolarissimo sparamessaggini; due fattori che, insieme all'introduzione degli ingombranti banner pubblicitari, ha inevitabilmente finito per gonfiare e appesantire l'anziano client.

Ad affiancare le alternative, come Trillian e Miranda, arrivò nel 2002 un nuovo client ufficiale di ICQ più leggero e più semplice: ICQ Lite. Questo cucciolo di ICQ integrava solo le funzionalità di base ed offriva un'interfaccia più sobria e razionale.
Con il nuovo ICQ 4.0, la versione Lite diviene di fatto il client standard, questo soprattutto in conseguenza del successo riscosso fra gli utenti. La versione classica, ICQ Pro, potrebbe rimanere in vita ancora per qualche tempo, ma il suo sviluppo è di fatto già fermo. Il futuro è rappresentato infatti dalla nuova piattaforma modulare, chiamata Xtraz, che accompagna il rinnovato ICQ Lite.

Xtraz si basa su di un'application programming interface (API) aperta che chiunque, anche il singolo utente, potrà presto utilizzare per sviluppare nuovi plug-in per ICQ 4.0. Con Xtraz il team di sviluppo di AOL sembra essersi ispirato ad alcuni client open source, primo fra tutti Miranda, le cui funzionalità possono essere estese attraverso l'integrazione di moduli esterni. Xtraz fa però un passo avanti e, ispirandosi al concetto di web service, utilizza plug-in scritti in HTML, DHTML e/o Flash che girano sul server: in questo modo l'utente può installare nuove funzionalità e servizi senza la necessità di dover scaricare i relativi add-on e senza preoccuparsi degli aggiornamenti. Questo, per lo meno, è quello che promette AOL: se tale meccanismo sia davvero efficiente, e soprattutto sicuro, lo si saprà solo dopo che un sostanzioso numero di utenti sarà migrato al nuovo ICQ.

Ogni plug-in sviluppato da terze parti, prima di diventare pubblicamente disponibile, dovrà ricevere l'approvazione di un apposito staff tecnico di ICQ. Questo processo di revisione sarà varato nell'arco dei prossimi mesi.

ICQ 4.0 cela Xtraz in un menù a scomparsa che visualizza diverse selezioni predefinite, divise per categorie, corrispondenti alle funzionalità più richieste dagli utenti: la lista dei plug-in disponibili sul server viene aggiornata automaticamente.

AOL fornisce già un certo numero di componenti opzionali basati su Xtraz, fra cui uno per inviare cartoline virtuali, uno per uploadare foto sul server e diversi giochi. Il colosso americano si aspetta che siano proprio i giochi, soprattutto quelli multiplayer, a costituire la killer application del nuovo ICQ: per il momento quelli disponibili sono tutti gratuiti, ma in futuro è probabile che AOL introduca titoli multigiocatore a pagamento o accessibili attraverso un canone di abbonamento.

Fra le altre funzionalità di maggior rilievo che accompagnano il nuovo ICQ ci sono Follow Me e ICQ Devils: la prima consente di inviare un messaggio SMS a quegli utenti che siano lontani dal PC; la seconda permette agli utenti di personalizzare l'aspetto e il comportamento della finestra dei messaggi, chiamata SuperMessage: quest'ultima non è troppo dissimile da quella classica se non per il fatto di includere, di lato, un pannello per l'accesso veloce a contatti, SMS, cartoline, messaggi di gruppo, ecc.

Insieme alla versione beta di ICQ 4.0, scaricata da oltre 30.000 utenti, AOL ha lanciato anche Universe, un network dedicato alla comunità di utenti di ICQ che, secondo l'azienda, "facilita la socializzazione".

ICQ è il quarto client di IM più diffuso al mondo e, attualmente, viene utilizzato ogni giorno da circa 8 milioni di utenti attivi: di questi, l'80% parla una lingua differente da quella inglese.
TAG: p2p
41 Commenti alla Notizia AOL reinventa ICQ
Ordina
  • http://www.miranda-im.org/

    Un client con tutto quel che serve, piccolino, pulitissimo, perfetto.

    ICQ ormai è diventato una monnezzaTriste
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > www.miranda-im.org /
    >
    > Un client con tutto quel che serve,
    > piccolino, pulitissimo, perfetto.
    >
    > ICQ ormai è diventato una monnezzaTriste


    Miranda presenta problemi di configurazione e di stabilità, come tutti i progetti open poco sviluppati anche se assai supportati. Il software è valido, ma Trillian è un'altra cosa.
    non+autenticato
  • concordo!Sorride
    non+autenticato
  • Si sta tentando di creare un punto di ritrovo per gli utenti Italiani...
    Non è un gran che ma l'esito dipenderà dal lavoro di community!
    http://miranda-it.forumfree.net/
  • Non contiamo i download e le installazioni (ICQ Pro è il secondo software più scaricato al mondo, ma oramai gli utenti stanno passando al Lite e MSN è integrato in Windows) ma quali IM sono effettivamente utilizzati.
    Con questa premessa la classifica reale di utenti attivi è:

    1. ICQ (lite+pro)
    2. AOL
    3. Trillian
    4. MSN
    5. Yahoo
    6. Easy Message
    7. AIM
    8. Excite
    9. Jabber
    10. Frizzby

    Questo post è inutile, ma era solo per puntualizzare per i maniaci delle statistiche.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo

    > 1. ICQ (lite+pro)
    > 2. AOL
    > 3. Trillian
    > 4. MSN
    > 5. Yahoo
    > 6. Easy Message
    > 7. AIM
    > 8. Excite
    > 9. Jabber
    > 10. Frizzby


    Miranda non compare neanche..... vedo........A bocca aperta

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Miranda non compare neanche.....
    > vedo........A bocca aperta

    Questo depone solo a favore di chi lo usa...Ficoso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non contiamo i download e le installazioni
    > (ICQ Pro è il secondo software
    > più scaricato al mondo, ma oramai gli
    > utenti stanno passando al Lite e MSN
    > è integrato in Windows) ma quali IM
    > sono effettivamente utilizzati.
    A quel punto bisogna aggiungere pure C6...
    non+autenticato
  • Personalmente ritengo che il vero punto di forza di ICQ sia il trasferimento file, tutti gli altri IM che ho provato (yahoo, msn, c6) non supportano manco il resume rendendo impraticabile il trasferimento di file di una certa dimensione.
    Ora come ora l'unico motivo per preferire ICQ è quello, peccato però che come si fa notare più sotto se si è dietro un NAT è un incubo, con la versione pro si può specificare un range di porte per il fire transfer, ma in questa 4.0 non vedo opzioni simili...

  • - Scritto da: BrunoBa
    > Personalmente ritengo che il vero punto di
    > forza di ICQ sia il trasferimento file,
    Allora usa IRCA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    > con la versione pro si può
    > specificare un range di porte per il fire
    > transfer, ma in questa 4.0 non vedo opzioni
    > simili...
    Questo rimedia al problema per chi usa un router e lo può configurare, ma non per chi è ad esempio in una lan aziendale (e non ha accesso al router) o per chi usa Fastweb (e non ha comunque accesso al router).
    La soluzione l'ho data in un altro post sottoOcchiolino
    non+autenticato

  • Finche' non faranno funzionare ICQ anche per
    gli utenti dietro i NAT (che non sono solo quelli
    negli uffici, ma anche gente a casa come me che
    ha Fastweb) sara' totalmente inutile come client.
    Se uno deve fare un "send file" ad un amico, ICQ
    gli da errore, e per ora deve per forza rivolgersi alla
    e-mail, che e' purtroppo limitata nelle dimensioni
    (perlomeno finche' GMail non aprira' i battenti...).

    Per i giochi vale la stessa cosa. L'ultima versione di
    GameSpy funziona benissimo dietro i NAT, mentre
    ICQ 4.0 ne dubito fortemente...
    non+autenticato
  • Per quanto riguarda l'invio di file tramite ICQ hai ragione, dietro NAT non funziona.
    Però la chat e i messaggi sì.Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Finche' non faranno funzionare ICQ anche per
    > gli utenti dietro i NAT (che non sono solo
    > quelli
    > negli uffici, ma anche gente a casa come me
    > che
    > ha Fastweb) sara' totalmente inutile come
    > client.
    > Se uno deve fare un "send file" ad un
    > amico, ICQ
    > gli da errore, e per ora deve per forza
    > rivolgersi alla
    > e-mail, che e' purtroppo limitata nelle
    > dimensioni
    > (perlomeno finche' GMail non aprira' i
    > battenti...).
    >
    > Per i giochi vale la stessa cosa. L'ultima
    > versione di
    > GameSpy funziona benissimo dietro i NAT,
    > mentre
    > ICQ 4.0 ne dubito fortemente...

    Basta non mettere il proxy socks e funziona tutto (tranne il send agli esterni)
    PEr quello puoi usare o ftp (te in passive e l'altro che fa il server se ha un ip pubblico) oppure la mail (fastweb ti offre già 10 mega.. mica sono pochiSorride oppure c'è aruba che per 10 euro all'anno ti dà dominio+posta (5 caselle da 50 mega l'una!) + dns ).
    Io ho 2 domini con aruba e uso quelle mail per spedire cose grandi
    Ah, dimenticavo: cmq la dimensione della casella non è un problema: basta saper usar bene winrar o winzip: un file grande lo spezzetti in tanti file piccoli e poi lo invii via mail (anche con fastweb)Occhiolino
    oppure vieni su www.adunanza.net che ti aiutiamo coi problemi con fastweb

    Cmq concludo dicendo che io sto pensando a un client che invii le mail spezzettandole e crittografando le singole parti, in un processo abbasanza trasparente per l'utente.
    Mi sto ispirando a maileet, che però è pieno di spyware e solo per win.
    Per sapere più info pieggibo -at- yahoo.it
    ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo

    > oppure vieni su www.adunanza.net che ti
    > aiutiamo coi problemi con fastweb


    Ha tirato giù il bandone grazie ad Urbani.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Finche' non faranno funzionare ICQ anche per
    > gli utenti dietro i NAT (che non sono solo

    L'unico modo sarebbe quello di far passare i file-transfer per i loro server, e non lo faranno mai.

    L'altro sistema e` lavorare a livello di NAT, per esempio installando un proxy SOCKS, che a quanto so e` l'unico modo di far andare il file-transfer dietro NAT.
    Per le vecchie versioni di ICQ (prima del 2000) e Linux 2.2 c'era un modulo del kernel che riusciva a mascherare anche il file-transfer, ma poi hanno cambiato il protocollo e gli sviluppatori del kernel hanno abbandonato lo sviluppo per mancanza di documentazione...

    Bye
    Shu
    1232
  • Le versioni di Icq come la 2001 possono essere impostate per operare in modo passivo, facendo funzionare tutti i send e simili, tramite un opzione di menu', che poi purtroppo e' stata tolta nelle successive
    non+autenticato
  • Sono Fastweb anch'io (Fibra) e ti garantisco che ICQ funziona.
    Per mandare file ad altri Fastweb non ci sono problemi ovviamente. Per chi sta all'esterno ci sono svariate soluzioni.
    Una è usare il proxy ufficiale di FW che però non funziona mai, quindi è da scartare.
    Un'altra è quella di installarsi un proxy socks, ad esempio per Windows c'è a www.analogx.com. Funziona sempre a patto che l'altro non sia a sua volta dietro NAT (se ad esempio ha un router adsl non può funzionare).
    Un'altra, la migliore, è NON usare ICQ per i trasferimenti di file: ci sono molti altri protocolli migliori per questo. Se proprio non si può rinunciare all'instant messaging si passi a MSN che nell'ultima versione permette anche la videoconferenza tra utenti Fastweb e utenti esterni (a patto che sia l'altro ad aprire la sessione, se no lui vede te ma tu non vedi lui).
    A parte questo, se è per i trasferimenti di file di file basta usare IRC (con i proxy), o un P2P, o e-mail (se è piccolo) oppure mettere il file su un server web (se è grosso).
    E' vero che con Fastweb si è dietro nat, ma questo nel 90% degli usi di Internet non costituisce un problema, e nel restante 10% basta spesso qualche accorgimento.
    non+autenticato
  • E relativi client.
    E' compatibile verso il basso con ICQ, Yahoo, MSN e AIM.
    E' supportato nativamente da portali come splinder.
    E' open-source.
    E' senza banner pubblicitari.
    E' gratuito.
    Cosa volete di più?
    non+autenticato

  • > Cosa volete di più?

    Vorrei che il client Rhymbox venisse portato avanti.
    non+autenticato
  • Moooooooooooooooolto meglio MirandaSorride

    link: http://www.miranda-im.org/
    non+autenticato
  • non permette il trasferimento dei files....:\
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)