AMD entra nel tempio di Linux

L'OSDL può contare ora fra i suoi membri anche il chipmaker di Sunnyvale, impegnato nell'accelerare grazie anche alla comunità Linux la diffusione di applicazioni ottimizzate per Opteron

Sunnyvale (USA) - Seguendo le orme di altri colossi del settore, fra cui Intel e IBM, AMD ha annunciato di essere entrata a far parte dell'Open Source Development Labs (OSDL), l'ormai celebre consorzio che ha l'obiettivo di accelerare la crescita a l'adozione di Linux nelle aziende.

Il chipmaker afferma che il suo ingresso nell'OSDL "testimonia la stretta collaborazione tra la comunità di sviluppatori open source e AMD", una collaborazione che in passato il produttore ha favorito con il varo del progetto x86-64.org e il rilascio di alcuni kit di sviluppo open source per la propria architettura AMD64.

Accelerare la diffusione di software ottimizzato per le proprie CPU a 64 bit è proprio uno degli obiettivi principali che ha spinto AMD a varcare la soglia del tempio di Linux e intrecciare rapporti più stretti con i suoi adepti.
"Il supporto della tecnologia AMD64 da parte degli sviluppatori open source ha fatto sì che questa tecnologia sia oggi impiegata all'interno di alcuni tra i computer più potenti del mondo", ha affermato Mary Seyer, vice president e general manager della Microprocessor Business Unit di AMD.

"Gli sviluppatori open-source sono impegnati da anni nell'innovazione tecnologica", ha dichiarato Linus Torvalds, inventore di Linux e dipendente dell'OSDL. "Unendo le competenze sia di privati che di aziende, Linux ha esteso la propria influenza attraverso la piattaforma x86 a livello globale. L'estensione ai 64-bit rappresenta un ulteriore passo in avanti e la community open source ne ha riconosciuto subito l'alto potenziale".

I più importanti progetti open source per AMD64 spaziano dal computing ad alte prestazioni alle applicazioni enterprise, fino al software per le piccole aziende e per il segmento consumer. Fra i maggiori sostenitori della piattaforma a 64 bit di AMD c'è SuSE, che all'inizio del 2000 ha iniziato a lavorare sul porting di Linux per AMD64. Anche Red Hat, leader del mercato di Linux, ha collaborato a stretto contatto con il chipmaker di Sunnyvale per sviluppare insieme soluzioni commerciali basate sul software open source e sulle CPU Opteron.

Fra i software open source ottimizzati per AMD64 vi sono Apache, Sendmail, MySQL, GNU Compiler Collection, MPICH e la versione per cluster di LinuxBIOS.

All'inizio dello scorso anno il CEO di AMD, Hector Ruiz, elogiò la comunità open source proclamandola patrona della compatibilità e degli standard aperti.
31 Commenti alla Notizia AMD entra nel tempio di Linux
Ordina
  • ma dire che Torvalds sia l'inventore di Linux non e' precisissimo...
    che sia l'autore del kernel di linux mi suona meglio, diamo a Stallman quello che e' di Stallman, ok?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma dire che Torvalds sia l'inventore di
    > Linux non e' precisissimo...
    > che sia l'autore del kernel di linux mi
    > suona meglio, diamo a Stallman quello che e'
    > di Stallman, ok?

    Al contrario, è giustissimo!
    Linus Torvalds è l'inventore di Linux.
    Richard Stallmann è l'inventore del sistema GNU e della GPL.

    Diamo a Torvalds quello che è di Torvalds.

    Anche se forse usare il termine inventore non è proprio corretto al 100%, ma come dici tu, autore è effettivamente il termine più corretto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma dire che Torvalds sia l'inventore di
    > Linux non e' precisissimo...
    > che sia l'autore del kernel di linux mi
    > suona meglio, diamo a Stallman quello che e'
    > di Stallman, ok?

    il kernel si chiama linux
  • si son rotti di aspettare che le software house di OS proprietari producano OS compatibili con le loro tecnologie vuol dire che si aprono scenari interessanti.
    Un produttore di hardware nn ci ricava nulla dal software. Anzi se può fornire soft semi-gratis ai suoi utenti probabilmente venderà ancora più pezzi.
    Se il discorso va in questo senso inoltre l'ottimizzazione degli OS free migliorerà e di molto.
    E il salto dal mercato aziende a quello consumer è semplice: quando il mercato sarà maturo anche le piattaforme consumer adotteranno soft open source, per la gioia dei produttori di hardware e soprattutto la nostra.
    Linux sta trovando molti appoggi tecnici ed economici da grandi gruppi e le cause legali che tentavano di affondarlo stanno fallendo.
    Se son rose fioriranno e M$ potrebbe avere più problemi di quanto crede. Senza contare che a questo punto potrebbe anche fallire il meschino progetto del DRM Palladium, visto che dubito che un soft come linux adotterà quel sistema.
    Se le cose vanno bene chi voleva produrre sistemi per controllare l'utente fin nell'espletamento delle sue funzioni corporali si troverà a controllare un pugno di mosche.
    non+autenticato
  • Ai produttori di hardware è sempre andato meglio avere a disposizione software libero, perchè così non devono aspettare che siano le software house a produrne di compatibile ma se lo possono fare loro, e fatto bene (non so se ricordate le voci che giravano quando è uscito il K6, dell'incombatibilità con win ecc ecc). E giustamente come hai detto tu loro ci guadagnano dalla vendita di hardware, quindi il software più è libero e meglio è. In quanto al TCPA, Linus Torvalds ha detto che verrà suportato da linux, in quanto è una tecnologia e come tale non è ne buona ne cattiva, dipende da come viene usata. Dato che ci sono già driver open source, è convinzione di molti che GNU/Linux + TCPA = fortezza inattaccabile, quindi lato server è una cosa che gusta parecchio a tutti i sysadminSorride e lato client non si usa e morta lì. Diverso è l'approccio di chi vuole obbligarti ad usarlo, ma non ci riguarda.

    DjMix
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ai produttori di hardware è sempre
    > andato meglio avere a disposizione software
    > libero, perchè così non devono
    > aspettare che siano le software house a
    > produrne di compatibile ma se lo possono
    > fare loro, e fatto bene (non so se ricordate
    > le voci che giravano quando è uscito
    > il K6, dell'incombatibilità con win
    > ecc ecc). E giustamente come hai detto tu
    > loro ci guadagnano dalla vendita di
    > hardware, quindi il software più
    > è libero e meglio è. In quanto
    > al TCPA, Linus Torvalds ha detto che
    > verrà suportato da linux,

    1°: imparare a leggere!
    Torvalds non ha mai detto niente di simile.
    Leggetevi l'intervento.
    Torvalds ha detto che non ci sono cause ostative ad una implementazione TCPA in Linux, nè di tipo tecnico nè giuridico. Punto. Stop. *Mai* ha detto che condivide il TCPA o che Linux lo avrebbe integrato. Ha detto che è tale integrazione in linea di principio è possibile.

    Saluti
    Prospero
    non+autenticato
  • Vero, sul TCPA ho detto una cazzata.

    DjMix
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ai produttori di hardware è sempre
    > andato meglio avere a disposizione software
    > libero, perchè così non devono
    > aspettare che siano le software house a
    > produrne di compatibile ma se lo possono
    > fare loro, e fatto bene (non so se ricordate
    > le voci che giravano quando è uscito
    > il K6, dell'incombatibilità con win
    > ecc ecc). E giustamente come hai detto tu
    > loro ci guadagnano dalla vendita di

    > hardware, quindi il software più
    > è libero e meglio è. In quanto
    > al TCPA, Linus Torvalds ha detto che
    > verrà suportato da linux, in quanto
    > è una tecnologia e come tale non
    > è ne buona ne cattiva, dipende da
    > come viene usata. Dato che ci sono
    > già driver open source, è
    > convinzione di molti che GNU/Linux + TCPA =
    > fortezza inattaccabile, quindi lato server
    > è una cosa che gusta parecchio a
    > tutti i sysadminSorride e lato client non si usa
    > e morta lì. Diverso è
    > l'approccio di chi vuole obbligarti ad
    > usarlo, ma non ci riguarda.

    Beh basta cambiare l' assunto di base ("Torvald ha detto" con "nel caso venisse adottato anche da linux") e lasciare il resto delle argomentazioni che comunque mi sembrano condivisibiliSorride

    ==================================
    Modificato dall'autore il 23/04/2004 23.05.47

  • - Scritto da: Anonimo
    > quando la rilasceranno Open Source ?
    >
    > www.developwithamd.com/apppartnerprog/acml/ho

    se può esserti utile c'è :

    http://sources.redhat.com/gsl/

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > quando la rilasceranno Open Source ?
    > >
    > >
    > www.developwithamd.com/apppartnerprog/acml/ho
    >
    > se può esserti utile c'è :
    >
    > sources.redhat.com/gsl /
    >

    ROTFLSorride Se è per questo anche lapack e blas sono open source. E' la versione ottimizzata per opteron fatta da amd ad essere closed.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > se può esserti utile c'è :
    >
    > sources.redhat.com/gsl /

    sto provando questa (con risultati superiori alle imkl della intel)
    http://math-atlas.sourceforge.net/
    E' auto-ottimizzante, nel senzo che in fase di compilazione verifica quale CPU è installata sul sistema e compila le routine ottimizzate ad hoc per il supporto di istruzioni SIMD tipo SSE, 3DNow!, ecc.

    Se si decide di fare una ottimizzazione completa la compilazione va avanti anche per +/- 6 ore, ma i risultati sono stupefacenti.

    Solo che acml va un po' più veloce, e sicuramente una fusione una apertura delle acml renderebbe atlas più efficiente.

    Matrix-Multiplication su Athlon XP 1600+ 1024 MB
    dim: 1024
    row major C           8.930 s    MFLOPS: 481
    row major C prefetch 4.480 s    MFLOPS: 959
    row major blas3 ATLAS 1.860 s    MFLOPS: 2309
    row major blas3 ACML 1.740 s    MFLOPS: 2468

    non+autenticato
  • è sempre più Wide and Open!
    IBM, AMD, Apple, Sun Microsystem, Red Hat, Suse, Debian, Standard aperti bombe a mano e tric-a-trac A bocca aperta

    il mondo si sta sempre più dividendo tra coloro i quali seguono standard aperti e standard che siano standard per tutti e coloro i quali seguono standard proprietari che non sono standard se non forse de facto Triste

    come se l'ente uniformatore del sistema metrico decimale dicesse che un metro equivale a 100cm e a qualcuno si alzasse la mattina e dicesse che un metro equivale a 101cm oppure 99cm, vi dice qualcosa questo ragionamento?
    vi ricorda qualche multinazionale di nostra conoscenza? A bocca aperta
    sono contento che il fronte dell'Open Source si stia allargando, vedo all'orizzonte il cielo che si rasserena, SCO sempre più inguaiata, i S.O. *nix sempre più avanzati (aspettando che diventino veramente user-friendly e più facili da usare), Mac Os X che qualcuno del movimento Linux sostiene sia la migliore distro Linux sul mercato A bocca aperta
    insomma se son rose fioriranno!
    inoltre non è che AMD ha scelto Linux forse perché di una versione Win a 64bit ancora non si sa nulla?
    oppure esiste e non ne so niente?
    oppure esiste ma è meglio soprassedere?
    fatemi sapere

    ciao

    igor
    non+autenticato
  • > inoltre non è che AMD ha scelto Linux
    > forse perché di una versione Win a
    > 64bit ancora non si sa nulla?
    > oppure esiste e non ne so niente?
    > oppure esiste ma è meglio
    > soprassedere?
    > fatemi sapere

    quoto su tutto tranne che su mac os che da quanto ne so è close source quindi anche se ispirato da linux sono cose separate.

    per i 64 bit esiste ma meglio soprassedereA bocca aperta

    Fan LinuxFan LinuxFan Linux

  • - Scritto da: LordBison
    >
    > per i 64 bit esiste ma meglio soprassedereA bocca aperta

    L'hai provato o parli per cazzabbubbole ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: LordBison
    > > inoltre non è che AMD ha scelto
    > Linux
    > > forse perché di una versione Win
    > a
    > > 64bit ancora non si sa nulla?
    > > oppure esiste e non ne so niente?
    > > oppure esiste ma è meglio
    > > soprassedere?
    > > fatemi sapere

    > quoto su tutto tranne che su mac os che da
    > quanto ne so è close source quindi
    > anche se ispirato da linux sono cose
    > separate.

    DARWIN, il cuore di MacOSX e' OPen.
    Chiaro che e' solo una parte pero' non e' poco.

  • - Scritto da: Alessandrox
    > - Scritto da: LordBison
    > > > inoltre non è che AMD ha
    > scelto
    > > Linux
    > > > forse perché di una
    > versione Win
    > > a
    > > > 64bit ancora non si sa nulla?
    > > > oppure esiste e non ne so niente?
    > > > oppure esiste ma è meglio
    > > > soprassedere?
    > > > fatemi sapere
    >
    > > quoto su tutto tranne che su mac os che
    > da
    > > quanto ne so è close source
    > quindi
    > > anche se ispirato da linux sono cose
    > > separate.
    >
    > DARWIN, il cuore di MacOSX e' OPen.
    > Chiaro che e' solo una parte pero' non e'
    > poco.


    Non sarà poco, ma non c'entra nulla con Linux....
    non+autenticato
  • infatti il kernel è quello di BSD per la precisione FreeBSD
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > infatti il kernel è quello di BSD per
    > la precisione FreeBSD

    Il kernel e` Darwin, basato su freebsd e mach 3.0
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > > DARWIN, il cuore di MacOSX e' OPen.
    > > Chiaro che e' solo una parte pero' non
    > e'
    > > poco.
    > Non sarà poco, ma non c'entra nulla
    > con Linux....

    Ma c' entra con L' OPen Source, che e' appunto l' argomento di questo thread.
    Lo so che e' un derivato BSD

  • - Scritto da: LordBison
    > > inoltre non è che AMD ha scelto
    > Linux
    > > forse perché di una versione Win
    > a
    > > 64bit ancora non si sa nulla?
    > > oppure esiste e non ne so niente?
    > > oppure esiste ma è meglio
    > > soprassedere?
    > > fatemi sapere
    >
    > quoto su tutto tranne che su mac os che da
    > quanto ne so è close source quindi
    > anche se ispirato da linux sono cose
    > separate.
    >
    > per i 64 bit esiste ma meglio soprassedereA bocca aperta
    >

    - MAC OS X non è close source........è un OS "ibrido".....
    1)Darwin (il kernel) è rilasciato sotto una licenza aperta
    (non Gpl).
    2)L'interfaccia (aqua) è proprietaria.
    3)Darwin è stato in parte derivato da BSD non da Linux.
    Sono un affezionato utente Linux/Gnome ma
    l'accoppiata Darwin/aqua è una bomba.
    Ciao a tutti!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: LordBison
    > > > inoltre non è che AMD ha
    > scelto
    > > Linux
    > > > forse perché di una
    > versione Win
    > > a
    > > > 64bit ancora non si sa nulla?
    > > > oppure esiste e non ne so niente?
    > > > oppure esiste ma è meglio
    > > > soprassedere?
    > > > fatemi sapere
    > >
    > > quoto su tutto tranne che su mac os che
    > da
    > > quanto ne so è close source
    > quindi
    > > anche se ispirato da linux sono cose
    > > separate.
    > >
    > > per i 64 bit esiste ma meglio
    > soprassedereA bocca aperta
    > >
    >
    > - MAC OS X non è close
    > source........è un OS "ibrido".....
    > 1)Darwin (il kernel) è rilasciato
    > sotto una licenza aperta
    > (non Gpl).
    > 2)L'interfaccia (aqua) è proprietaria.
    > 3)Darwin è stato in parte derivato da
    > BSD non da Linux.
    > Sono un affezionato utente Linux/Gnome ma
    > l'accoppiata Darwin/aqua è una bomba.
    > Ciao a tutti!!!

    Manca un attore nella tua esposizione! Xwindow!
    Aqua anche se bello e' una roba da PC Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • OSX non usa Xwindow... a meno che tu non lo voglia e lo faccia partire esplicitamente..
    non+autenticato