DVD Jon non lascia stare Apple

Apple è riuscita a far chiudere il progetto open source per un tool capace di craccare la propria protezione FairPlay, progetto che di recente aveva trovato casa in India. Ma DVD Jon ha risposto rilasciando un nuovo codice

Roma - Apple sembra decisa a cancellare dalla faccia di Internet un piccolo programma open source, chiamato FairPlay, che consente di aggirare la tecnologia integrata nei file di musica venduti attraverso l'iTunes Music Store. Sulla sua strada, però, il gigante trova DVD Jon, il celebre giovane hacker Jon Johansen, a suo tempo creatore del DeCSS, divenuto assai più fastidioso di un verme per la Mela di Cupertino.

Dopo aver ottenuto a marzo la cancellazione del tool dal noto sito Sourceforge.net, Apple è ora riuscita a eclissare FairPlay anche da Sarovar.org, portale simile a Sourceforge ma situato in India. L'autore di FairPlay, che preferisce mantenere l'anonimato, aveva scelto questo paese perché qui non esiste una legge sul copyright simile al DMCA americano. Questo tuttavia non è bastato a fermare gli avvocati di Apple, che negli scorsi giorni hanno inviato alle due società che finanziano e gestiscono Sarovar.org, River Valley Technologies e Linuxense, una lettera di diffida in cui si chiede l'immediata rimozione del software.

Nella lettera i legali di Apple hanno affermato che FairPlay viola la legge sul diritto d'autore vigente in India, senza tuttavia citare specifici passi o paragrafi della normativa.
"Questo non sorprende", si legge sul blog di DVD Jon, che ha scritto il codice utilizzato da FairPlay per decrittare i file protetti dalla tecnologia di digital rights management PlayFair di Apple. "Quando i legali della MPAA mi contattarono in merito al DeCSS, quattro anni fa, omisero di specificare i paragrafi (della legge che il DeCSS violava, NdR). Questo è tipico delle argomentazioni prive di spessore".

In una breve nota, Sarovar.org si è limitata a dire di essere in attesa del parere dei propri avvocati. Nel frattempo, per timore di incorrere in grane legali con una società dalle spalle ben più larghe delle sue (Apple), ha preferito rimuovere dai propri server il codice di FairPlay.

In un documento di testo apparso sul sito kandalaya.org, si afferma che questa è la prima volta che una società impone la chiusura di un progetto free software in India.

"La lettera di Apple - si legge nel documento - avrà un profondo impatto sulla libertà dei cittadini indiani e su quella di tutte le persone del mondo. Se non contrattaccheremo, ci ritroveremo a percorrere una strada sempre più precaria e sdrucciolevole".

FairPlay non elimina del tutto la protezione di Apple, ma ne disabilita alcune restrizioni: per far questo necessita di una licenza valida. L'autore del programma ha poi fatto in modo che i file di musica "sprotetti" non possano essere né condivisi sulle reti di file-sharing né modificati. Caratteristiche sufficienti, per qualcuno, a far sì che FairPlay non possa essere equiparato ad un tool di cracking.

"FairPlay non è un tool per copiare o condividere illegalmente la musica più di quanto non lo siano i masterizzatori, i registratori di cassette e la radio", ha commentato kandalaya.org.

Altri fanno però notare come FairPlay sia il frutto del reverse engineering sulla tecnologia di digital rights management di Apple e, come tale, violi le proprietà intellettuali di quest'ultima.

Nel frattempo Johansen, sempre pronto a far guerra all'industria del copyright, ha risposto alla mossa di Apple pubblicando sul proprio blog un piccolo programma, battezzato col nome "evocativo" di DeDRMS, che può essere utilizzato per sproteggere la musica di iTunes. DeDRMS, composto da appena 230 linee di codice, non è altro che una versione più completa e rifinita di QTFairUse, il primo codice che "DVD Jon" Johansen scrisse per decrittare i file audio AAC di Apple.

DVD Jon ha dunque rilanciato la propria sfida. Apple risponderà? Pochi ne dubitano.
151 Commenti alla Notizia DVD Jon non lascia stare Apple
Ordina
  • per che sta sw????e hw????
    non+autenticato
  • Paghi 99 centesimi, scarichi il brano che vuoi oppure paghi $ 9,99 e scarichi un album (a prescindere dal numero di brani che contiene).
    A questo punto puoi masterizzare il tuo brano tutte le volte che vuoi e ascoltarlo sullo stereo o in macchina o dove cavolo ti pare, puoi copiarlo così com'è su 5 computer contemporaneamente (non solo Mac) o ascoltarlo in sharing (rendezvous) sull'intera LAN.
    Puoi copiarlo su tutti gli iPod che vuoi.


    Ora Microsoft ha deciso che l'utente così ha troppa libertà e vuole invadere il mercato con un suo sistema, Janus, che si chiama come il protocollo di protezione:

    Con Janus paghi un canone mensile per ascoltare i TUOI brani solo sul TUO pc e non potrai copiarli su cd per farne quello che TI pare.
    La Microsoft è sempre la stessa, perché stupirsi......

    http://www.giornaletecnologico.it/hitech/200405/05.../


    DVD Jon sarà altrettanto combattivo o si arrenderà ai soldi di zio Bill?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Paghi 99 centesimi, scarichi il brano che
    > vuoi oppure paghi $ 9,99 e scarichi un
    > album (a prescindere dal numero di brani che
    > contiene).
    > A questo punto puoi masterizzare il tuo
    > brano tutte le volte che vuoi e ascoltarlo
    > sullo stereo o in macchina o dove cavolo ti
    > pare, puoi copiarlo così com'è
    > su 5 computer contemporaneamente (non solo
    > Mac) o ascoltarlo in sharing (rendezvous)
    > sull'intera LAN.
    > Puoi copiarlo su tutti gli iPod che vuoi.
    >
    >
    > Ora Microsoft ha deciso che l'utente
    > così ha troppa libertà e vuole
    > invadere il mercato con un suo sistema,
    > Janus, che si chiama come il protocollo di
    > protezione:
    >
    > Con Janus paghi un canone mensile per
    > ascoltare i TUOI brani solo sul TUO pc e non
    > potrai copiarli su cd per farne quello che
    > TI pare.
    > La Microsoft è sempre la stessa,
    > perché stupirsi......
    >
    > www.giornaletecnologico.it/hitech/200405/05/4
    >
    >
    > DVD Jon sarà altrettanto combattivo o
    > si arrenderà ai soldi di zio Bill?



    Aprite gli occhi su chi sta dalla parte sbagliata:

    "Ogni brano sarà tuttavia fruibile, e non copiabile, solo se l'utente sarà in regola con la mensilità. In caso contrario i file salvati sul disco del Pc si autodistruggeranno dopo pochi giorni. La nuova tecnologia, che pare abbia già attirato l?attenzione di molte case discografiche, come anche quello dei colossi cinematografici. Diversamente la pensano Apple e molti utenti del Web che, visto che si paga, vorrebbero anche poter godere di ciò che si è a tutti gli effetti ?acquistato?.

    Il progetto Janus ha già ricevuto il supporto di Dell, Archos, Samsung, Creative, Rio e iRiver che presenteranno nei prossimi mesi una generazione di prodotti compatibili con la nuova infrastruttura."



    Tutto questo è Microsoft. Se fossimo in Guerre Stellari Bilghèiz sarebbe la personificazione della parte oscura della Forza.....siccome siamo sulla Terra è la personificazione di un Gran Fijo Di.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Paghi 99 centesimi, scarichi il brano
    > che
    > > vuoi oppure paghi $ 9,99 e scarichi un
    > > album (a prescindere dal numero di
    > brani che
    > > contiene).
    > > A questo punto puoi masterizzare il tuo
    > > brano tutte le volte che vuoi e
    > ascoltarlo
    > > sullo stereo o in macchina o dove
    > cavolo ti
    > > pare, puoi copiarlo così
    > com'è
    > > su 5 computer contemporaneamente (non
    > solo
    > > Mac) o ascoltarlo in sharing
    > (rendezvous)
    > > sull'intera LAN.
    > > Puoi copiarlo su tutti gli iPod che
    > vuoi.
    > >
    > >
    > > Ora Microsoft ha deciso che l'utente
    > > così ha troppa libertà e
    > vuole
    > > invadere il mercato con un suo sistema,
    > > Janus, che si chiama come il protocollo
    > di
    > > protezione:
    > >
    > > Con Janus paghi un canone mensile per
    > > ascoltare i TUOI brani solo sul TUO pc
    > e non
    > > potrai copiarli su cd per farne quello
    > che
    > > TI pare.
    > > La Microsoft è sempre la stessa,
    > > perché stupirsi......
    > >
    > >
    > www.giornaletecnologico.it/hitech/200405/05/4
    > >
    > >
    > > DVD Jon sarà altrettanto
    > combattivo o
    > > si arrenderà ai soldi di zio
    > Bill?
    >
    >
    >
    > Aprite gli occhi su chi sta dalla parte
    > sbagliata:
    >
    > "Ogni brano sarà tuttavia fruibile, e
    > non copiabile, solo se l'utente sarà
    > in regola con la mensilità. In caso
    > contrario i file salvati sul disco del Pc si
    > autodistruggeranno dopo pochi giorni. La
    > nuova tecnologia, che pare abbia già
    > attirato l?attenzione di molte case
    > discografiche, come anche quello dei colossi
    > cinematografici. Diversamente la pensano
    > Apple e molti utenti del Web che, visto che
    > si paga, vorrebbero anche poter godere di
    > ciò che si è a tutti gli
    > effetti ?acquistato?.
    >
    > Il progetto Janus ha già ricevuto il
    > supporto di Dell, Archos, Samsung, Creative,
    > Rio e iRiver che presenteranno nei prossimi
    > mesi una generazione di prodotti compatibili
    > con la nuova infrastruttura."
    >
    >
    >
    > Tutto questo è Microsoft. Se fossimo
    > in Guerre Stellari Bilghèiz sarebbe
    > la personificazione della parte oscura della
    > Forza.....siccome siamo sulla Terra è
    > la personificazione di un Gran Fijo Di.....




    Tarantino ci ha fatto pure due film: KILL BILL.......;)
    non+autenticato
  • Eh si, è giusto dare a Cesare quel che è di Cesare no, quindi morte ai pirati!Sorride

    Think different eh...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Eh si, è giusto dare a Cesare quel
    > che è di Cesare no, quindi morte ai
    > pirati!Sorride
    >
    > Think different eh...

    Mi spieghi per cortesia per quale motivo hai tirato in ballo la campagna pubblicitaria Think Different ???

    niente di meglio da fare stasera eh?
    formattare il pc, aggiornare l'antivirus....fai un bel ctrl-alt-canc.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Eh si, è giusto dare a Cesare
    > quel
    > > che è di Cesare no, quindi morte
    > ai
    > > pirati!Sorride
    > >
    > > Think different eh...
    >
    > Mi spieghi per cortesia per quale motivo hai
    > tirato in ballo la campagna pubblicitaria
    > Think Different ???
    >
    > niente di meglio da fare stasera eh?
    > formattare il pc, aggiornare
    > l'antivirus....fai un bel ctrl-alt-canc.
    >

    Niente di tutto questo, preferisco godermi la mia gentoo. Se "think different" per apple fosse qualcosa più di un marchio non avrebbe creato una tecnologia di DRM soprattutto dopo aver dichiarato per tanto tempo pubblicamente che sarebbe stata l'unica a non farlo (tanto per farsi pubblicità come al solito).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Niente di tutto questo, preferisco godermi
    > la mia gentoo. Se "think different" per
    > apple fosse qualcosa più di un
    > marchio non avrebbe creato una tecnologia di
    > DRM soprattutto dopo aver dichiarato per
    > tanto tempo pubblicamente che sarebbe stata
    > l'unica a non farlo (tanto per farsi
    > pubblicità come al solito).

    veramente il vero DRM è presente in prodotti Microsoft Windows Media Player.
    il DRM di iTunes è chiarmente voluto dalle Major non penso da Apple.
    Visto che è una delle poche aziende informatiche che non ha aderito al sistema di controllo ideato da microsoft PALLADIUM.
    Questo dovrebbe farti riflettere....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Niente di tutto questo, preferisco
    > godermi
    > > la mia gentoo. Se "think different" per
    > > apple fosse qualcosa più di un
    > > marchio non avrebbe creato una
    > tecnologia di
    > > DRM soprattutto dopo aver dichiarato per
    > > tanto tempo pubblicamente che sarebbe
    > stata
    > > l'unica a non farlo (tanto per farsi
    > > pubblicità come al solito).
    >
    > veramente il vero DRM è presente in
    > prodotti Microsoft Windows Media Player.
    > il DRM di iTunes è chiarmente voluto
    > dalle Major non penso da Apple.
    > Visto che è una delle poche aziende
    > informatiche che non ha aderito al sistema
    > di controllo ideato da microsoft PALLADIUM.
    > Questo dovrebbe farti riflettere....


    Mi fa riflettere su come la pubblicità di apple vi succhia il cervello! Allora perchè apple in persona fa causa a chi gli cracca le protezioni? Per simpatia verso le major? L'hai letta la notizia? Non è apple che ha voluto il DRM? Non è vero che il non aderire a palladium era tutto fumo e niente arrosto? Allora perchè apple continua a spendere quattrini per impedire la diffusione di tecnologie di crack del suo DRM, utilizzando una cosa chiamata DMCA che è stata voluta dall'unica cosa peggiore della microsoft, e cioè le major?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Mi fa riflettere su come la
    > pubblicità di apple vi succhia il
    > cervello!

    Invece di criticare ed insultare sempre cerca di capire cos'è itunes e per quale motivo le major hanno voluto la protezione.

    Allora perchè apple in
    > persona fa causa a chi gli cracca le
    > protezioni?

    ma tu pensi sul serio che le Major avrebbero dato i brani su un sistema insicuro....mah.
    dare=avere ti ricorda qualcosa?

    Per simpatia verso le major?

    No contratti commerciali...

    > L'hai letta la notizia? Non è apple
    > che ha voluto il DRM? Non è vero che
    > il non aderire a palladium era tutto fumo e
    > niente arrosto?

    ...difatti non ha aderito a palladium.
    Apple deve proteggere il suo sistema e-commerce non mi sembra cosi strano.

    Allora perchè apple
    > continua a spendere quattrini per impedire
    > la diffusione di tecnologie di crack del suo
    > DRM, utilizzando una cosa chiamata DMCA che
    > è stata voluta dall'unica cosa
    > peggiore della microsoft, e cioè le
    > major?

    Le Major sicuramente hanno chiesto la sicurezza del sistema per la vendita in cambio dei brani degli artisti.
    Non mi sembra così pazzesco.
    non+autenticato

  • > ma tu pensi sul serio che le Major avrebbero
    > dato i brani su un sistema insicuro....mah.
    > dare=avere ti ricorda qualcosa?
    >
    > Per simpatia verso le major?
    >
    > No contratti commerciali...
    >
    > > L'hai letta la notizia? Non è
    > apple
    > > che ha voluto il DRM? Non è vero
    > che
    > > il non aderire a palladium era tutto
    > fumo e
    > > niente arrosto?
    >
    > ...difatti non ha aderito a palladium.
    > Apple deve proteggere il suo sistema
    > e-commerce non mi sembra cosi strano.
    >

    Anche la microsoft protegge i propri software coi sistemi di DRM e non mi sembra poi così strano. Apple e Microsoft in questo caso adottano esattamente la stessa politica, solo che microsoft non è mai saltata in piedi a dire che non aderisce alle tecnologie di DRM di apple.

    Scusa ma, se apple non vuole il palladium, però perseguisce personalmente dvd jon invece di lasciarlo fare se mai alle major, secondo me si autocontraddice.

    > Allora perchè apple
    > > continua a spendere quattrini per
    > impedire
    > > la diffusione di tecnologie di crack
    > del suo
    > > DRM, utilizzando una cosa chiamata DMCA
    > che
    > > è stata voluta dall'unica cosa
    > > peggiore della microsoft, e cioè
    > le
    > > major?
    >
    > Le Major sicuramente hanno chiesto la
    > sicurezza del sistema per la vendita in
    > cambio dei brani degli artisti.
    > Non mi sembra così pazzesco.

    A me sembra pazzesco che se una cosa del genere la fa microsoft per la sua xbox, sono dei bast*rdi, se la fa apple per itunes è colpa delle major. A me pare che siano dei bast*rdi entrambi, perchè prima guadagnano vendendo sistemi e poi massacrano i pesci piccoli (come il fornitore di servizi indiano che certo non poteva permettersi una causa miliardaria anche se il DMCA in india non vale).

    E questo lo fanno sia la microsoft che la apple. La vicenda xtunes, questa e tante altre precedenti insegnano.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > ...difatti non ha aderito a palladium.
    > > Apple deve proteggere il suo sistema
    > > e-commerce non mi sembra cosi strano.
    >
    > Anche la microsoft protegge i propri
    > software coi sistemi di DRM e non mi sembra
    > poi così strano. Apple e Microsoft in
    > questo caso adottano esattamente la stessa
    > politica, solo che microsoft non è
    > mai saltata in piedi a dire che non aderisce
    > alle tecnologie di DRM di apple.

    scusa, ma le sai le differenze tra i due sistemi o parli a vanvera?
    Sai cosa "concede" (e a chi) il sistema di apple e cosa "concede (e a chi) il sistema ms?

    > Scusa ma, se apple non vuole il palladium,
    > però perseguisce personalmente dvd
    > jon invece di lasciarlo fare se mai alle
    > major, secondo me si autocontraddice.

    hai detto giusto: "secondo te"

    > > Le Major sicuramente hanno chiesto la
    > > sicurezza del sistema per la vendita in
    > > cambio dei brani degli artisti.
    > > Non mi sembra così pazzesco.
    >
    > A me sembra pazzesco che se una cosa del
    > genere la fa microsoft per la sua xbox, sono
    > dei bast*rdi, se la fa apple per itunes
    > è colpa delle major.

    ??? e che razza di paragone sarebbe ???
    ms "possiede" la xbox, ma apple mica possiede i diritti delle canzoni: se vuole venderli deve necessariamente "chiedere" la licenza alle major, e queste gli danno la licenza solo se il sistema assicura un certo grado si sicurezza. senza sicurezza non ci sarebbe nessuna licenza e nessun itunes music store (=meno libertà di scelta).
    Ti rammento per l'ennesima volta che i files acquistati su itms (a differenza di altri sistemi di sicurezza) possono essere masterizzati infinite volte, messi su infiniti ipod e presenti su 3 computer contemporanemante (ovviamente con possibilità di abilitare/disabilitare i permessi tra diversi computer).
    Quello che puoi contestare è che non esiste itunes per linux, ma proprio per quello da linux non potresti neanche scaricare della musica protetta da apple.

    > A me pare che
    > siano dei bast*rdi entrambi, perchè
    > prima guadagnano vendendo sistemi e poi
    > massacrano i pesci piccoli (come il
    > fornitore di servizi indiano che certo non
    > poteva permettersi una causa miliardaria
    > anche se il DMCA in india non vale).

    a me pare che ti sfugga il nocciolo della questione

    > E questo lo fanno sia la microsoft che la
    > apple. La vicenda xtunes, questa e tante
    > altre precedenti insegnano.

    per insegnare insegnano, ma tu hai imparato male la lezione...

    bye
    non+autenticato
  • Quoto in toto queste spiegazioni chiare e ponderate ad affermazioni che sembravano più confuse che produttive per il dibattito


    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > > ...difatti non ha aderito a
    > palladium.
    > > > Apple deve proteggere il suo
    > sistema
    > > > e-commerce non mi sembra cosi
    > strano.
    > >
    > > Anche la microsoft protegge i propri
    > > software coi sistemi di DRM e non mi
    > sembra
    > > poi così strano. Apple e
    > Microsoft in
    > > questo caso adottano esattamente la
    > stessa
    > > politica, solo che microsoft non
    > è
    > > mai saltata in piedi a dire che non
    > aderisce
    > > alle tecnologie di DRM di apple.
    >
    > scusa, ma le sai le differenze tra i due
    > sistemi o parli a vanvera?
    > Sai cosa "concede" (e a chi) il sistema di
    > apple e cosa "concede (e a chi) il sistema
    > ms?
    >
    > > Scusa ma, se apple non vuole il
    > palladium,
    > > però perseguisce personalmente
    > dvd
    > > jon invece di lasciarlo fare se mai alle
    > > major, secondo me si autocontraddice.
    >
    > hai detto giusto: "secondo te"
    >
    > > > Le Major sicuramente hanno chiesto
    > la
    > > > sicurezza del sistema per la
    > vendita in
    > > > cambio dei brani degli artisti.
    > > > Non mi sembra così pazzesco.
    > >
    > > A me sembra pazzesco che se una cosa del
    > > genere la fa microsoft per la sua xbox,
    > sono
    > > dei bast*rdi, se la fa apple per itunes
    > > è colpa delle major.
    >
    > ??? e che razza di paragone sarebbe ???
    > ms "possiede" la xbox, ma apple mica
    > possiede i diritti delle canzoni: se vuole
    > venderli deve necessariamente "chiedere" la
    > licenza alle major, e queste gli danno la
    > licenza solo se il sistema assicura un certo
    > grado si sicurezza. senza sicurezza non ci
    > sarebbe nessuna licenza e nessun itunes
    > music store (=meno libertà di
    > scelta).
    > Ti rammento per l'ennesima volta che i files
    > acquistati su itms (a differenza di altri
    > sistemi di sicurezza) possono essere
    > masterizzati infinite volte, messi su
    > infiniti ipod e presenti su 3 computer
    > contemporanemante (ovviamente con
    > possibilità di abilitare/disabilitare
    > i permessi tra diversi computer).
    > Quello che puoi contestare è che non
    > esiste itunes per linux, ma proprio per
    > quello da linux non potresti neanche
    > scaricare della musica protetta da apple.
    >
    > > A me pare che
    > > siano dei bast*rdi entrambi,
    > perchè
    > > prima guadagnano vendendo sistemi e poi
    > > massacrano i pesci piccoli (come il
    > > fornitore di servizi indiano che certo
    > non
    > > poteva permettersi una causa miliardaria
    > > anche se il DMCA in india non vale).
    >
    > a me pare che ti sfugga il nocciolo della
    > questione
    >
    > > E questo lo fanno sia la microsoft che
    > la
    > > apple. La vicenda xtunes, questa e tante
    > > altre precedenti insegnano.
    >
    > per insegnare insegnano, ma tu hai imparato
    > male la lezione...
    >
    > bye
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > > ...difatti non ha aderito a
    > palladium.
    > > > Apple deve proteggere il suo
    > sistema
    > > > e-commerce non mi sembra cosi
    > strano.
    > >
    > > Anche la microsoft protegge i propri
    > > software coi sistemi di DRM e non mi
    > sembra
    > > poi così strano. Apple e
    > Microsoft in
    > > questo caso adottano esattamente la
    > stessa
    > > politica, solo che microsoft non
    > è
    > > mai saltata in piedi a dire che non
    > aderisce
    > > alle tecnologie di DRM di apple.
    >
    > scusa, ma le sai le differenze tra i due
    > sistemi o parli a vanvera?
    > Sai cosa "concede" (e a chi) il sistema di
    > apple e cosa "concede (e a chi) il sistema
    > ms?
    >

    Il sistema "di ms" è in realtà solo un supporto hardware. Poi sta al distributore di contenuti scegliere cosa vuole permettere e negare, esattamente come fa apple.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Il sistema "di ms" è in realtà
    > solo un supporto hardware. Poi sta al
    > distributore di contenuti scegliere cosa
    > vuole permettere e negare, esattamente come
    > fa apple.

    ripassa a settembre

    Addio
    non+autenticato
  • Fortunatamente hanno meno del 5% e continuano a scendere...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Fortunatamente hanno meno del 5% e
    > continuano a scendere...

    invece di darti i voti...evita di scrivere stupidate.
    Ma come fai a confrontare un ASSOLUTO MONOPOLIO sui sistemi desktops come MICROSOFT (95%) con Apple?

    ma ci sei o ci fai?
    Troll
    non+autenticato
  • che ci vuoi fare, c'è gente a cui piace stare in mezzo alle masse, a far sentire la propria vocina con le spalle coperte, sono quelli per i quali saremmo ancora con la clava.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: BigAlu

    > invece di darti i voti...evita di scrivere
    > stupidate.

    Troll

    > Ma come fai a confrontare un ASSOLUTO
    > MONOPOLIO sui sistemi desktops come
    > MICROSOFT (95%) con Apple?

    Il punto e' proprio quello... per fortuna che la Apple ha meno del 5% (e continua a scendere) altrimenti si sarebbe comportata peggio della MS
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Il punto e' proprio quello... per fortuna
    > che la Apple ha meno del 5% (e continua a
    > scendere) altrimenti si sarebbe comportata
    > peggio della MS

    Si certo intanto le più grandi schifezze/ricatti/abusi/plagi sono da parte di MS.
    vorrei ricordarti MICROSOFT = ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE!!!!

    Secondo te Apple continua a perdere la quota di mercato? beh continua ad aumentare gli utili e non ha debiti.
    Secondo la tua opinione per Apple cos'è più importante:
    Aumentare la percentuale di mercato=quantità (es. Microsoft)
    o la massima soddisfazione dei suoi clienti=qualità dei prodotti????

    la risposta è ovvia....Apple ha sempre dato più importanza alla seconda QUALITA'




    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Fortunatamente hanno meno del 5% e
    > continuano a scendere...

    fortunatamente è arrivato quello che non capisce un c@##0

    ci mancava giusto il tuo intervento per dare il giusto peso al livello culturale di chi è avverso alla apple

    addio
    non+autenticato
  • e piedi di porco :
    infatti , se la gente non li potesse comprare , i ladri che mi sono entrati in casa un mese fa non avrebbero potuto farlo .

    non capite che un programma del genere puo' vare acnhe molti altri usi ? se io voglio farmi un .mp3 da una canzone che ho comprato devo poter trovare i tool necessari ... e' assurdo che siano dichiarati illegali ! inoltre pensare di fermare la pirateria audiovisiva con questi mezzi (initimidazioni e cause )
    e' da idioti !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > e piedi di porco :
    > infatti , se la gente non li potesse
    > comprare , i ladri che mi sono entrati in
    > casa un mese fa non avrebbero potuto farlo .
    >
    > non capite che un programma del genere puo'
    > vare acnhe molti altri usi ? se io voglio
    > farmi un .mp3 da una canzone che ho comprato
    > devo poter trovare i tool necessari ... e'
    > assurdo che siano dichiarati illegali !
    > inoltre pensare di fermare la pirateria
    > audiovisiva con questi mezzi (initimidazioni
    > e cause )
    > e' da idioti !

    il problema non è la vendita del trapano, ma la sua modifica e/o le istruzioni per farne uso illecito
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > non capite che un programma del genere puo'
    > vare acnhe molti altri usi ? se io voglio
    > farmi un .mp3 da una canzone che ho comprato
    > devo poter trovare i tool necessari

    masterizza la canzone che hai comprato e fatti un mp3 dal cd masterizzato.
    Ok, c'e' una perdita di qualita', ma puoi farlo, non te lo impedisce nessuno.
    Senza il drm, peraltro leggero, sui file non avresti neanche la possibilita' di comprarla, quella canzone....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)