DL Urbani, intervento Carlucci

In una lettera alla stampa, l'onorevole che è stata relatrice del provvedimento alla Camera delinea il contesto in cui il provvedimento è passato alla Camera e auspica ulteriori correzioni al Senato

Roma - Egr. Direttore, vorrei intervenire sul dibattito che sta seguendo all'approvazione da parte della Camera sul DL Urbani recante norme antipirateria.

Come Lei ben sa e come il Suo sito ha riportato sempre doviziosamente, la Camera dei Deputati ha avuto solo tre settimane per discutere i cambiamenti al testo originario così come era stato licenziato dal Consiglio dei Ministri, ed in queste tre settimane erano ricomprese anche le vacanze di Pasqua. Nonostante i tempi strettissimi, dunque, mi sento di affermare che siamo addivenuti ad un buon testo, dando ascolto alla totalità dei soggetti interessati dal provvedimento sia attraverso audizioni in Commissione Cultura, sia attraverso incontri informali.

La bontà del testo è testimoniata dalla larghissima convergenza sulla votazione finale del provvedimento che è passato con soli 12 voti contrari su 408, quasi un record!
Ovviamente l'approvazione del testo da parte della Camera non esaurisce l'iter del provvedimento, così come non esaurisce il dibattito che intorno ad esso si è creato: alcune proposte di correttivi emersi in questi giorni sul Suo sito e sulla stampa per bocca di soggetti interessati vanno approfondite, non potendosi comunque esaurire nel breve volgere di 20 giorni un esame serio e minuzioso di un settore a così rapida espansione.

In particolare auspico una più attenta riflessione sulla locuzione "per trarne profitto", frutto di un emendamento della Margherita, tengo a precisare, che, alla luce di alcune sentenze della Cassazione e del Tribunale di Torino, potrebbe, paradossalmente, avere effetti contrari alla ratio di tutto il provvedimento.

Per concludere, mi preme rassicurarLa sul fatto che continuerò a seguire l'iter del provvedimento anche in Senato e vorrei che al Decreto Urbani fosse riconosciuto il merito di aver per primo disciplinato un settore così nuovo ed innovativo; che al Decreto fosse riconosciuto il merito di aver sollevato un dibattito su alcuni aspetti della Rete che finora non avevano trovato una sede adeguata per essere discussi.

Mi preme, infine, comunicarLe la mia intenzione di aprire un dibattito ancora più allargato e con tempi più adeguati alla delicatezza del tema trattato affinché si dia alla Rete una cornice normativa e regolamentare certa, assicurando le necessarie tutele al diritto d'autore, ai produttori di contenuti, ai prestatori della società dei servizi dell'informazione e, soprattutto, ai fruitori di questo mare magnum che è internet.

La ringrazio per la sua ospitalità e la saluto cordialmente,
Gabriella Carlucci
relatore del DL Urbani alla Camera dei Deputati

Gentile on. Carlucci
credo nessuno possa negare il forte e produttivo impegno personale da Lei profuso su questo provvedimento destinato a sollevare reazioni molto vivaci.

Penso molti siano concordi nel dire che la fretta con la quale si è voluto procedere si sia rivelata cattiva consigliera e posso immaginare che tutti condividano il Suo auspicio che al Senato si possa porre mano ai problemi evidenziati, problemi che mi pare si possa dire siano sfuggiti un po' a tutti all'atto dell'introduzione di quella ambigua locuzione. Poco importa, probabilmente, chi ha presentato quell'emendamento, perché il punto focale è che è stato approvato dalla Camera pur essendo palesemente in contrasto con l'impostazione che si stava dando al provvedimento nel suo complesso. Non a caso ha suscitato una certa sensazione la notizia pubblicata il giorno stesso da Punto Informatico in cui si rendeva nota per la prima volta la potenziale gravità della situazione che si era venuta a creare in quel modo.

Da cronista, la sensazione diffusa che registro dentro e fuori dalla Rete è che il problema della pirateria digitale sia talmente delicato, e certo non nuovo, che una normativa che se ne occupi non avrebbe dovuto essere compressa nei tempi stretti di una decretazione d'urgenza.

Grazie per il Suo intervento, un cordiale saluto,
Paolo De Andreis
369 Commenti alla Notizia DL Urbani, intervento Carlucci
Ordina
  • La locuzione ?per trarne profitto? è frutto di un emendamento della Margherita e dell?UdC presentato in Commissione il 7 di Aprile e poi fatto proprio del relatore il 20 e votato alla (quasi) unanimità. Passi per l'UdC ... ma dalla Margherita non me l'aspettavo.
    Folena-Rutelli, andate a dar via i ciap.
    non+autenticato
  • Gabriella CARLUCCI (FI), relatore, precisa che tale subemendamento intende distinguere la lecita attivita` di file sharing per uso personale da tutte le altre condotte ad essa non riconducibili e finalizzate all'ottenimento di un profitto. La maggiore genericita` della formulazione proposta, rispetto a quella attualmente presente nel testo, che fa specificamente riferimento alle finalita` di lucro, appare opportuna per contemperare le esigenze che hanno condotto ad escludere ogni sanzione per l'uso personale con quelle originarie di rafforzamento della tutela del diritto d'autore, venendo parzialmente incontro alle richieste degli operatori dell'industria cinematografica e discografica: il testo definitivo prevedrebbe cosi` la punibilita` di tutte le condotte dirette a violare la normativa sul diritto d'autore, garantendosi comunque la liceita` e la conseguente non sanzionabilita` della copia privata, analogamente a quel che e` previsto nella normativa europea in materia e nella giurisprudenza degli Stati Uniti.
    non+autenticato
  • Ma vi rendete conto ?
    Hanno discusso per quindici giorni alla Camera, convocato le parti interessate e sono giunti alla conclusione di modificare completamente il testo del Decreto Urbani perchè 1500 euro di multa sembravano eccessive per chi scaricava ad uso personale.
    Votano tutti assieme ringraziandosi a vicenda per il lavoro svolto.
    Ne esce fuori un testo che, per un errore dovuto probabilmente alla fretta, invece di allieviare le sanzioni introduce sanzioni penali per l'uso personale.
    Nulla di male, grazie al cielo, verrebbe da dire, esiste nel nostro ordinamento la possibilità di correggere il testo al Senato e rimandarlo, per l'approvazione definitiva, alla Camera.
    E invece no!!!!!!!!
    Hanno fretta.
    E non si vergognano di dirlo!!!!!!!!
    Per motivi di fretta questi schifosi personaggi non correggono i loro errori ed approvano una legge che avrà effetti assolutamente contrari ai loro intenti .
    E c'è il penale !!
    A loro non interessa nulla se, a causa della loro inettitudine, qualche decina di migliaia di ragazzini ignari rischia di incorrere in procedimenti penali, con conseguenze terribili per il loro futuro.
    Vi rendete conto a chi affidiamo il potere di decidere il destino delle nostre vite ?

    non+autenticato
  • On. Carlucci, Urbani ... e colleghi di coalizione ...

    Alle ultime 2 elezioni politiche ho votato per Forza Italia, convinto di avere fatto cosa giusta, da 2 mesi seguo la vicenda del decreto Urbani e sono veramente disgustato per tutto quello che sta succedendo.

    L'approvazione alla Camera con la sostituzione del "fine di lucro" con "per trarne profitto" è l'apotesi ...

    Forse a voi sembra un gioco, e vi piace gestirlo con idee poco chiare e scarso impegno tecnico, ma sono in ballo conseguenze gravi per milioni di utenti (leggi elettori ...).

    Spero in un vostro reale impegno al Senato, per rimediare questo grave errore.

    Di sicuro mi ricorderò del vostro impegno al Senato la prossima volta che mi rechero' alle urne.

    Spero Vi rendiare conto di che pentola siete andati a scoprire, di quanti milioni di users P2P ci siano in Italia e fra questi di quanti vi abbiamo dato il voto alle ultime politiche.

    Per favore ... non fatemi pentire di avervi votato, non fateci pentire di avervi votato ... non sottovalutate la valenza politica del P2P, le elezioni europee sono molto vicine.

    Un vostro elettore, che crede sia ancora possibile rimediare, grazie ...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > On. Carlucci, Urbani ... e colleghi di
    > coalizione ...
    >
    > Alle ultime 2 elezioni politiche ho votato
    > per Forza Italia, convinto di avere fatto
    > cosa giusta, da 2 mesi seguo la vicenda del
    > decreto Urbani e sono veramente disgustato
    > per tutto quello che sta succedendo.
    >
    > L'approvazione alla Camera con la
    > sostituzione del "fine di lucro" con "per
    > trarne profitto" è l'apotesi ...
    >
    > Forse a voi sembra un gioco, e vi piace
    > gestirlo con idee poco chiare e scarso
    > impegno tecnico, ma sono in ballo
    > conseguenze gravi per milioni di utenti
    > (leggi elettori ...).
    >
    > Spero in un vostro reale impegno al Senato,
    > per rimediare questo grave errore.
    >
    > Di sicuro mi ricorderò del vostro
    > impegno al Senato la prossima volta che mi
    > rechero' alle urne.
    >
    > Spero Vi rendiare conto di che pentola siete
    > andati a scoprire, di quanti milioni di
    > users P2P ci siano in Italia e fra questi di
    > quanti vi abbiamo dato il voto alle ultime
    > politiche.
    >
    > Per favore ... non fatemi pentire di avervi
    > votato, non fateci pentire di avervi votato
    > ... non sottovalutate la valenza politica
    > del P2P, le elezioni europee sono molto
    > vicine.
    >
    > Un vostro elettore, che crede sia ancora
    > possibile rimediare, grazie ...

    Bravo, poi però fottili come loro hanno cercato di fottere te con questo decreto e con la storia del "profitto".
    non+autenticato
  • probabilmente la fine della vecchia era internet;
    tutto è cmq già cambiato da diverso tempo:
    connessioni superveloci
    dialer
    streaming radio
    web banking
    grossi media della comunicazione in rete
    i-tunes / rossoalice

    the end
    ti ho voluto molto bene
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | Successiva
(pagina 1/16 - 80 discussioni)