Metallica, i più odiati dai netizen

Dopo settimane di crociata antiNapster gli utenti iniziano a reagire e propongono pagine satiriche e boicottaggi ai danni dei Metallica. Ci pensa anche Clarence.it, anche se ci inciampa sopra

Web - I componenti dei Metallica, la popolare band dell'hard rock che si sta trasformando nella più odiata dagli utenti internet dopo che ha dato vita alla più severa campagna anti-Napster, sono ormai oggetto di scherno su tutta la rete. Sono infatti molti, moltissimi, gli utenti e i siti che mal sopportano la crociata antipirateria del gruppo. Come noto, Napster, "comunità musicale online", ha dovuto bandire più di 300mila utenti dal proprio servizio su segnalazione dei legali dei Metallica.

In Italia sono in molti a prendersi gioco della band e ad invitare al boicottaggio dei suoi dischi, ritenendo i Metallica responsabili, in qualche modo, di un "affronto". Tra tutti spicca una pagina di Clarence che racconta la storia degli scontri extragiudiziari di queste settimane ed invita tutti a scaricarsi Napster, sistemone per scambiare file musicali via internet, e scaricare tutti gli mp3 dei Metallica che si riescono a trovare (poco importa se qualche riga più sotto si afferma che non si può dire di scaricarli..).

Da non perdere anche la segnalazione che fece Wired qualche giorno fa, indicando un sito nel quale appare addirittura "Metallica vs. Napster, the cartoon". Un cartone animato online che va visto anche se, attenzione, è pieno di parolacce, almeno per chi sa l'inglese.
Intanto il peggior nemico dei Metallica, Napster appunto, ha ricevuto un finanziamento di 15 milioni di dollari da Hummer Winblad, venture capitalist. Uno dei partner di questa azienda di investimenti, Hank Barry, è già diventato il CEO ad interim della società che, dunque, si prepara a combattere la propria battaglia per la sopravvivenza con tutto ciò di cui dispone?