Abbiamo Urbani, ci serve la Cina?

Se lo chiede Luddist in una lettera a Punto Informatico dopo le dichiarazioni del presidente ANEC Vacchino secondo cui il DL Urbani deve essere convertito al più presto

Roma - "La gravità e la profondità della piaga rappresentata dalla pirateria sono, tra l'altro, dimostrate anche dal recentissimo impegno preso formalmente dalla Cina di intensificare la repressione di questa attività illecita e l'educazione alla tutela del diritto d'autore".

Queste sono le parole pronunciate, secondo le agenzie di stampa, da Walter Vacchino, presidente di ANEC, l'Associazione nazionale esercenti cinema. Parole che sono state proferite per sostenere la necessità di non modificare al Senato il provvedimento di conversione in legge del decreto Urbani. Una qualsiasi modifica, infatti, costringerebbe a riportare il testo alla Camera e il rischio che vengano superati i 60 giorni consentiti per la conversione diventerebbe elevatissimo.

A leggerle, però, mi si è, sorry, accapponata la pelle.
Se è successo, è perché non me le aspettavo. Quelle parole, infatti, arrivano dopo una sensata ancorché non condivisibile tirata di Vacchino sul decreto Urbani e sul fatto che se fallisse la sua conversione, gli stanziamenti per il cinema decadrebbero con pesanti conseguenze a cascata su tutto il settore del quale gli operatori ANEC sono certo tasselli fondamentali.

Poco importa che Vacchino non tenga conto del peccato originale che rende il DL Urbani un obbrobrio normativo: se si sono voluti cucire insieme i finanziamenti al cinema e la lotta alla pirateria il problema e la colpa non sono certo degli utenti internet che, secondo il testo licenziato dalla Camera, rischiano il carcere per il solo fatto di aver qualche software installato sul proprio computer. No, poco importa, perché le posizioni di Vacchino sono le stesse di tanti altri dell'industria a cui siamo abituati.

Quello che importa è che un personaggio del calibro di Vacchino ritenga che la "gravità e la profondità della piaga", ossia della pirateria, sarebbero "dimostrate" dall'impegno cinese contro la stessa. La Cina, paese nel quale la rete è posta sotto sorveglianza, gli utenti sono schedati, gli internet café operano sotto una cappa di terrore, paese in cui i blogger vengono arrestati e i dirigenti dell'hi-tech vivono tra incudine e martello, ecco la Cina dovrebbe ora assurgere a paese modello le cui azioni dovrebbero in un qualche modo giustificare quanto avviene qui da noi.

Spero proprio che ciò non avvenga mai.

E' vero, abbiamo Urbani, abbiamo il suo decreto.
Credo che ci possa bastare.

Luddist

Precedenti interventi di Luddist:
Digitale terrestre, chi gira l'assegno?
Mister Cheli, un po' di rispetto
I voyeur della tecnologia
99 Commenti alla Notizia Abbiamo Urbani, ci serve la Cina?
Ordina
  • Ma se dalla Cina arrivano un sacco di prodotti copiati e contraffatti con il marchio CE non originale.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma se dalla Cina arrivano un sacco di
    > prodotti copiati e contraffatti con il
    > marchio CE non originale.
    il CE della cina non copia il comunity europa ( infatti il CE e' un logo un marchio di proprieta' della comunita' europea .....

    Il CE significa Cina Esport

    GNURANTTTTTTTTTT!!!TrollTrollTrollTroll
    non+autenticato

  • Oggi alle 14.30 si e' svolta una ulteriore Commissione sul decreto.
    Era presente Urbani.
    Sono stati approvati tutti gli ordini del giorno di Cortiana. (vedi post Cosa e' accaduto ieri in Commissione)
    Il Ministro ha preso l'impegno di dare seguito attraverso decretazione agli ODG e correggere con un altro decreto le storture di questo decreto e di sviluppare una legislazione complessiva sul diritto d'autore attraverso il recepimento della direttiva europea Enforcement.
    Vista la questione di Arcus e dello Sport la maggioranza continua a sostenere che non ci sono i tempi per approvare emendamenti e tornare alla Camera per la seconda lettura, confermando cosi' che il decreto e' blindato.
    Al termine la Commissione ha votato sul decreto:
    Favorevoli: centrodestra
    Astenuti: Centrosinistra eccetto i Verdi
    Contrari: Verdi
    Domani si va in aula.
    CONTINUA L'OSTRUZIONISMO
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Al termine la Commissione ha votato sul
    > decreto:
    > Favorevoli: centrodestra
    > Astenuti: Centrosinistra eccetto i Verdi
    > Contrari: Verdi
    > Domani si va in aula.
    > CONTINUA L'OSTRUZIONISMO

    Ecco che il centrosinistra si da una bella smossa e si astiene di nuovo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Al termine la Commissione ha votato sul
    > > decreto:
    > > Favorevoli: centrodestra
    > > Astenuti: Centrosinistra eccetto i Verdi
    > > Contrari: Verdi
    > > Domani si va in aula.
    > > CONTINUA L'OSTRUZIONISMO
    >
    > Ecco che il centrosinistra si da una bella
    > smossa e si astiene di nuovo.

    Peggio per loro!!
    Al primo arresto vedrete che doccia fredda.
    non+autenticato
  • non c'hanno le palle manco di opporsi per fa le squadre del torneo di calcio a 6 senato-camera!

    so sicuro che se prendono sempre di pietro in porta!Troll


    DS Siete come FI nè più nè meno!
    non+autenticato
  • Si ma anche i providers... che si guardino bene di non intervenire........
    io mi guarderò bene di non rinnovare il contratto.
    non+autenticato
  • Leggo le parole proferite dal sig. Vacchino, presidente dell'ANEC, circa il famigerato DL Urbani. Il primo pensiero è che il tornaconto economico, giusto o sbagliato che sia, a volte spinge a delle uscite infelici come questa. La Cina popolare non mi sembra un paragone positivo da prendere, soprattutto lasciando intendere che le misure repressive intraprese dalla stessa, siano il frutto di una convinta lotta alla pirateria audiovisiva! Le preoccupazioni di questa estesa repubblica asiatica vanno bel oltre il profitto, tanto ridicolmente bramato da alcuni soggetti. Invito a chiunque avesse pensieri di questo tipo a leggere cosa succede in Cina secondo Amnesty International (rapporto annuale 2003):
    http://www.amnesty.it/pubblicazioni/rapporto2003/3...   

    Basta prendere un paragrafo a caso, magari quello dedicato ad internet per capire quanto possa stare a cuore il diritto d'autore al governo cinese...
    Non voglio commentare, le parole sono inutili quando si baratta la lotta per gli ideali con le logiche di mercato! Sia chiaro, il riferimento alla Cina è stato fatto perchè tali sono state le parole di Vacchino, ma ben si potrebbero scomodare il Cile degli anni '80, la Germania nazista o l'URSS delle purghe... anche loro difensori in nuce del diritto d'autore? Concludo invitando ad una seria riflessione su un nuovo diritto d'autore, sposando in pieno quanto scritto in questo articolo da Andrea Rossato (spero che non me ne voglia se lo linko così apertamente; Urbani docet):
    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=30...


    :|
  • "Stiamo cercando di risolvere il problema: nei prossimi mesi rivedremo l'intero sistema delle licenze per permettere a chi vuole divertirsi con le webradio di farlo serenamente, rimanendo nella legalità ad un prezzo equo".
    Manlio Mallia, direttore dell'ufficio multimedialità della Siae.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "Stiamo cercando di risolvere il problema:
    > nei prossimi mesi rivedremo l'intero sistema
    > delle licenze per permettere a chi vuole
    > divertirsi con le webradio di farlo
    > serenamente, rimanendo nella legalità
    > ad un prezzo equo".
    > Manlio Mallia, direttore dell'ufficio
    > multimedialità della Siae.

    e quale sarà il prossim passo? dovremo pagare alla siae i diritti per il trillo del campanello di casa... ad un prezzo equo ovviamente?


    jvit
    non+autenticato
  • Sono schifato!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > e quale sarà il prossim passo?
    > dovremo pagare alla siae i diritti per il
    > trillo del campanello di casa... ad un
    > prezzo equo ovviamente?
    >
    >
    > jvit

    Beh! non subito.
    Prima faranno dei campanelli che invece del solito insulso rumore elettrico, (o del trillo per i più fortunati) suonino un'allegra musichina.
    Poi faranno scaricare gratuitamente da Internet delle suonerie da campanello tratte direttamente dalla hit parade (con un'apposita voce campionata che legge la pataffia sulla regolarità con l'art. 1 ecc).
    DOPO chiederanno i diritti siae.
    non+autenticato
  • Hey ciao a tutti,
    sono dell'ufficio brevetti ficate (UBF) della SIAE...
    Grazie per l'idea dei campanelli : MI ATTIVO SUBITO!


    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > e quale sarà il prossim passo?
    > > dovremo pagare alla siae i diritti per
    > il
    > > trillo del campanello di casa... ad un
    > > prezzo equo ovviamente?
    > >
    > >
    > > jvit
    >
    > Beh! non subito.
    > Prima faranno dei campanelli che invece del
    > solito insulso rumore elettrico, (o del
    > trillo per i più fortunati) suonino
    > un'allegra musichina.
    > Poi faranno scaricare gratuitamente da
    > Internet delle suonerie da campanello tratte
    > direttamente dalla hit parade (con
    > un'apposita voce campionata che legge la
    > pataffia sulla regolarità con l'art.
    > 1 ecc).
    > DOPO chiederanno i diritti siae.
    non+autenticato
  • meno male che ci hai fqatto sorridere per un momento
    però pensa bene siamo al terrore che più terrore non
    si puo' questi ci chiudono al buio e buonanotte
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)