Comandare i cellulari a voce. Senza voce

NTT DoCoMo sostiene che a breve nei propri telefonini i-Mode verrà integrata una nuova tecnologia di riconoscimento vocale che funziona... senza voce

Tokyo (Giappone) - Dopo oltre tre anni di sviluppo, NTT DoCoMo si è detta ormai quasi pronta a introdurre sul mercato i primi telefoni cellulari i-Mode controllabili attraverso il semplice movimento della bocca.

La tecnologia si basa sull'elettromiografia, ossia la registrazione delle correnti elettriche che accompagnano l'attività muscolare. Attraverso dei piccoli elettrodi, il sistema sviluppato nel centro ricerche di DoCoMo analizza l'attività dei muscoli facciali mentre si parla e li trasforma in caratteri dell'alfabeto.

I sensori possono essere posizionati, attraverso fascette elastiche, alle estremità di tre dita, così che una persona possa comandare il proprio smartphone semplicemente appoggiando un dito indice sulla mascella, un altro dito sul labbro superiore e il pollice sotto il mento. La posizione della mano, per intendersi, è simile a quella che si adotta nei momenti di riflessione.
La tecnologia permette di controllare il cellulare o dettare del testo anche in ambienti molto rumorosi e senza pronunciare le parole a voce alta: un po' come succede per il linguaggio labiale, è sufficiente il movimento della bocca.

Lo scorso anno un ricercatore di DoCoMo ha messo a punto un sistema che funziona nel senso inverso: converte i suoi emessi da un telefono, compresa la voce, in vibrazioni che, attraverso la mano, possono essere trasmesse al timpano e riconvertite dal nostro cervello in suoni. Tale tecnologia, simile a quella sviluppata da due scienziati inglesi, potrebbe consentire, in futuro, lo sviluppo di dispositivi mobili senza tasti.

Proprio di recente si è invece dato notizia della presentazione, da parte del Politecnico di Milano, di un dispositivo capace di convertire il respiro in lettere e parole.
15 Commenti alla Notizia Comandare i cellulari a voce. Senza voce
Ordina
  • Tutte le ricerche volte a semplificare la comunicazione sono benedette. E' buona cosa che proliferino tecnologie usabili indifferentemente sia da persone normali che disabili motori!
    non+autenticato
  • Carcarlo Pravettoni in una puntata di mai dire Goal (o era mai dire domenica), dove si era impiantato un cellulare nel cranio e continuava a darsi botte in testa per comporre il numero o per riappendere la linea.

    Arriveremo anche noi a quel livello?
    non+autenticato
  • Non so, ma a me ricorda molto la barzelletta dell'italiano che fa un peto e dice che gli è arrivato un fax....

    Già mi sento scemo a dare i comandi via voce, figurarsi ad andare in giro con le dita in posizione di "fusione mentale vulcaniana"!!
    non+autenticato
  • Viene un po' da ridere - effettivamente - leggendo questa notizia però la NTT DoCoMo si è già resa protagonista numerose volte in cronaca, anche su PI, per la sua continua attività di ricerca hardware/software nel campo della fonia mobile. Ed è una compagnia telefonica, a quanto mi risulta.
    Se penso alle nostrane, che pensano solo a combattersi a colpi di tariffe cervellotiche, spot martellanti con le canzoncine di moda, cani antipatici e tettone penso che a prendere in giro i giapponesi ci si fa una sana risata ma alla fine dei conti fanno meglio a spendere i loro sconfinati profitti (comuni a tutte le società di fonia mobile) in questo modo.

  • - Scritto da: Mijato
    > Viene un po' da ridere - effettivamente -
    > leggendo questa notizia però la NTT
    > DoCoMo si è già resa
    > protagonista numerose volte in cronaca,
    > anche su PI, per la sua continua
    > attività di ricerca hardware/software
    > nel campo della fonia mobile. Ed è
    > una compagnia telefonica, a quanto mi
    > risulta.
    > Se penso alle nostrane, che pensano solo a
    > combattersi a colpi di tariffe
    > cervellotiche, spot martellanti con le
    > canzoncine di moda, cani antipatici e
    > tettone penso che a prendere in giro i
    > giapponesi ci si fa una sana risata ma alla
    > fine dei conti fanno meglio a spendere i
    > loro sconfinati profitti (comuni a tutte le
    > società di fonia mobile) in questo
    > modo.

    Da noi, semplicemente, non esiste ricerca e le aziende sono scatole vuote che contengono altre aziende. Morto Olivetti l'innovazione è sparita dal nostro paese.
    non+autenticato
  • verissimo...
    però ecco che viene sempre fuori la vena di critica dell'italiota medio: da noi non è bello, dagli altri sì... gli altri sono più bravi, noi no.

    Insomma, se fossimo nelle condizioni dei giapponesi, noi italioti troveremmo sempre il pretesto di lamentarci per qualcosa (diremmo ad esempio, che da bambini ti fanno andare a scuola alle 6 del mattino e ti fanno uscire alle 18!... o che si lavora così tanto che c'è da impazzire)..

    Non lamentiamoci più di tanto, dove viviamo noi è davvero un paradiso... le campagne ferraresi, le colline toscane o marchigiane toglierebbero il fiato a tutti.. e invece no! PERENNEMENTE A LAMENTARSI!
    non+autenticato
  • gia' ora se uno porta l'auricolare lo prendono per il c*lo e lo emarginano perche' parla da solo (l'auricolare e' spesso cosi' piccolo che non si vede) , figuriamoci uno che senza auricolare si mette ad aprire e chiudere la bocca come un pesce

    prima di inventare cose del genere dovrebbero upgradare le regole socialiA bocca aperta

    non+autenticato
  • .. inoltre non dimenticare che :

    > I sensori possono essere posizionati, attraverso fascette
    > elastiche, alle estremità di tre dita, così che una persona
    > possa comandare il proprio smartphone semplicemente
    > appoggiando un dito indice sulla mascella, un altro dito sul > labbro superiore e il pollice sotto il mento

    .. quindi nn solo sarai in giro a fare il pesce ma con un evidente crisi spastica ..

    Così oltre che ermarginato sarai prontamente immesso nel magico mondo del supporto terapeutico !!

    Ma dico .. capisco liberare le mani dell'utente con le nuove tecnologie, ma incollargliele alla faccia mi pare eccessivo !!



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > gia' ora se uno porta l'auricolare lo
    > prendono per il c*lo e lo emarginano perche'
    > parla da solo (l'auricolare e' spesso cosi'
    > piccolo che non si vede) , figuriamoci uno
    > che senza auricolare si mette ad aprire e
    > chiudere la bocca come un pesce
    >
    > prima di inventare cose del genere
    > dovrebbero upgradare le regole socialiA bocca aperta
    >

    mi associo, mi hai tolto le parole di bocca Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)