Cortiana: no alle pressioni AGIS

Dichiarazione

Roma - "Martedì 18 maggio al Senato della Repubblica il Ministro Urbani si è impegnato a cambiare urgentemente le norme del decreto antipirateria che fanno si che chi scaricha un file mp3 o un film da internet rischia 4 anni di carcere e 15.000 euro di multa. L'AGIS oggi chiede che non si facciano tali modifiche. Spero proprio che Urbani non si faccia intimidire dalle pressioni di chi, senza senso del pudore e dopo aver ricevuto lauti finanziamenti statali con l'approvazione di ARCUS s.p.a., vorrebbe che lo Stato Italiano mantenesse questo assurdo giuridico: che chi scarica una canzonetta subisca le stesse pene di chi molesta un minore".

Così il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana, presidente dell'Integruppo per l'Innovazione tecnologica, ha criticato la presa di posizione dell'Associazione dello spettacolo.

"Sono certo - ha concluso Cortiana - che l'impegno di fronte al Parlamento Italiano valga ben di più di queste ridicole pressioni."
73 Commenti alla Notizia Cortiana: no alle pressioni AGIS
Ordina
  • Ho letto che urbani ha promesso che avrebbe apportato le modifiche al testo di legge dopo la sua approvazione, ma non ha specificato quando ciò sarebbe avvenuto. Si vociferava che avrebbe dovuto iniziare a farle ieri, cosa che in effetti non ha fatto.
    per quel che ci è dato sapere, non avendo specificato data, potrebbe benissimo farlo addiritura alla fine del suo mandato (sempre che non venga riconfermato assieme a tutti i suoi colleghi)
    Quindi, non sarebbe più efficace dare un ultimatum al Governo affinchè si muova?
    Se dopo tale data Urbani ha ancora voglia di prenderci in giro, allora l'utenza si comporterà di conseguenza, però credo che serva avere una data certa, se no rischiamo di aspettare in eterno!
  • ...sappi che in merito alla tua posizione come rivalsa, e ne ho tutto il diritto, non andrò più al cinema per un periodo indefinito. Non solo io, ma anche la mia ragazza e degli amici che ho convinto piuttosto facilmente. Saremo senz'altro poca cosa rispetto alle migliaia di spettatori abituali che tu sei abituata a vedere ma nel mio piccolo mi sento piuttosto soddisfatto. Si tratta di uno spostamento di fondi: quello che risparmio non andando al cinema servirà a pagare le esose sovrattasse della siae di Nottingham! E il cinema e i registi italiani? Chissenefrega! Tanto fra un po' sarò un criminale anche se fischietterò un motivetto per la strada. Statemi bene e prosperate pure.
    non+autenticato
  • Ma davvero credete che il "signor" Urbani possa mantenere la parola data di impegnarsi a modificare la legge ?

    Ma per favore............


    non+autenticato
  • Io capisco che molti difendano Cortiana.. però..

    1) non presentare gli emedamenti è stato assai poco coerente con gli impegni assunti con l'utenza.
    2) L'impegno assunto con Urbani non vale niente e lo sappiamo tutti
    3)Siamo su una nave che affonda e ci attachhiamo ad ogni straccio di notizia o promessa pur sapendo che c'è poco da fidarsi
    4) Qui l'unico che può fare qualcosa sono i provider, Telecom in primis. perchè sopno gli unici che hanno il peso economico e politico per ottenere delle modifiche.
    5) cominciamo a colpire i provider nel vivo... e vedrete che magari qualcosa si muove
    non+autenticato
  • e basta con ste lezioni...se volete disdirre sta adsl disdicetela...a far 2 conti la disderranno max in 5000 bel danno economico per la telecom...

    tutti a parla re manifestazioni, disdette etc ma alla ine sappiamo bene in quanti partecipano
    non+autenticato
  • Appunto, al rete serve comunque p2p o non-p2p ... ne sento tanti che dicono di voler disdire ma nessuno fin'ora l'ha fatto (almeno tra i miei amici) ....
    non+autenticato
  • scusate io aderisco anche llao scipoero del 25 ma uans erie di netstrike mirati srebbe certo più efficace. Cosa tmemte che vi accusino di terrorismo?! Magari si..
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)