DVD, il rosso si mescola al blu

Sony ha sviluppato un componente che potrà essere utilizzato per costruire masterizzatori Blu-ray capaci di scrivere anche i tradizionali supporti CD e DVD. Il colosso ha anche lanciato i primi dischi ProDATA

Tokyo (Giappone) - Dopo aver rilasciato per prima, nel 2002, un masterizzatore di DVD capace di supportare sia il formato DVD-R che quello DVD+R, Sony apre oggi la strada all'arrivo di drive capaci di leggere e scrivere sia i dischi Blu-ray da 23 GB che i DVD tradizionali.

Il colosso giapponese ha annunciato di aver prodotto una testina ottica in grado di gestire tre differenti lunghezze d'onda: quelle dei laser di colore rosso, utilizzati per CD e DVD, e quella del laser di colore blu-violetto, utilizzato invece nello standard Blu-ray. Questo permetterà ai produttori di costruire masterizzatori Blu-ray che, ad un prezzo ragionevole, saranno in grado di leggere e scrivere tutti i principali formati di CD e DVD oggi sul mercato, inclusi i supporti DVD-R/RW e DVD+R/RW.

Così come i masterizzatori DVD multiformato hanno avuto un ruolo cruciale nella diffusione sul mercato consumer dei DVD registrabili e riscrivibili, la possibilità di produrre unità a laser rosso e blu potrebbe rivestire un ruolo determinante per il futuro successo della nuova generazione di DVD. Non è un caso che lo standard rivale di Blu-ray, l'HD DVD del DVD Forum, abbia fatto della retrocomaptibilità con i formati a laser rosso un elemento fondante: questo ha permesso a NEC, una delle principali fautrici della specifica HD DVD, di sviluppare un masterizzatore HD DVD multiformato già alla fine dello scorso anno.
Sony ha iniziato la commercializzazione del primo masterizzatore Blu-ray nel marzo del 2003, mentre di recente ha rivelato di voler lanciare, entro la fine dell'anno, le prime unità in grado di scrivere dischi Blu-ray a doppio layer da 50 GB.

In questi giorni la multinazionale ha anche annunciato l'introduzione sul mercato dei primi supporti ProDATA e dei drive, esterni e interni, compatibili. Sviluppato da Sony, ProDATA è un formato proprietario basato sulla tecnologia a laser blu e specifico per il mondo professionale e aziendale.
TAG: hw
13 Commenti alla Notizia DVD, il rosso si mescola al blu
Ordina
  • Al momento a meno di non avere particolari esigenze di back-up (forse qualche azienda) non penso serva a molti.
    50 Gb su un solo supporto sono troppi per un utilizzo casalingo: se ti becchi un supporto fallato perdi 50Gb di dati!!!
    Probabilmente tra 4/5 anni avremo tutti il nostro bel masterizzatore blue-ray doppio strato da 50Gb, ma almeno nel breve i DVD+-R faranno la parte del leone.
    non+autenticato
  • .. infatti non lo avremo (noi, poveri mortali!) prima di alemno un paio di anni. Vedi la diffusione del DVD, solo adesso hai il masterizzatore ad un prezzo abbordabile. E secondo me a Natale non troverai neppurepiù i mast. cd!
    .. Eppoi, se è vero che il prossimo SO microsoft richiede HD da un terabayte ... sarenno pochi pure questi.
    Ma io non ci credo!
  • mi ricordo quando uscirono i primi masterizzatori CD ... che bello passare tutti i floppy sul cd ...
    poi con gli MP3 iniziare ad avere 10 CD (originali) sempre a portata di mano su di un unico supporto

    con gli HD di oggi (ad esempio ne ho 2 da 120gb in raid) agevolerebbe il back up notevolmente
    per non parlare delle foto ... chi ha una fotocamera digitale sa cosa significa ....
    non+autenticato
  • Tranquillo ... sono in mezzo ai computer fin da quando avevo pochi mesi e ti assicuro che ne ho viste di cose, 30 anni di evoluzione, se c'e' una cosa che serve sempre e' la velocita' di calcolo e la capacita' di memoria ... ci sono infinite cose che non si potevano realizzare e che ora sono possibili, ed altrettante che lo saranno in futuro! Pensa a quando arriveranno le memorie olografiche, o quelle organiche, in pochi grammi di materiale il contenuto di centinaia di DVD ...

    Sorride

    Certo tra la ricerca di base, i prototipi, il mercato verticale, ed infine il mercato orizzontale passa del tempo ... ma e' una pipeline e alla fine tutto arriva sul tavolo dell'utente amatoriale.

    Tuo nipote probabilmente per la ricerca di scienze al liceo potra far calcolare sul suo personal una collisione galattica da 110 milioni di punti massa, ma gia' oggi ho visto ragazzini far andare simulazioni che 20 anni fa erano impensabili perfino per grossi centri di ricerca.

    Sorride

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Tranquillo ... sono in mezzo ai computer fin
    > da quando avevo pochi mesi e ti assicuro che
    > ne ho viste di cose, 30 anni di evoluzione,
    > se c'e' una cosa che serve sempre e' la
    > velocita' di calcolo e la capacita' di
    > memoria ... ci sono infinite cose che non si
    > potevano realizzare e che ora sono
    > possibili, ed altrettante che lo saranno in
    > futuro! Pensa a quando arriveranno le
    > memorie olografiche, o quelle organiche, in
    > pochi grammi di materiale il contenuto di
    > centinaia di DVD ...
    >
    >Sorride
    >
    > Certo tra la ricerca di base, i prototipi,
    > il mercato verticale, ed infine il mercato
    > orizzontale passa del tempo ... ma e' una
    > pipeline e alla fine tutto arriva sul tavolo
    > dell'utente amatoriale.
    >
    > Tuo nipote probabilmente per la ricerca di
    > scienze al liceo potra far calcolare sul suo
    > personal una collisione galattica da 110
    > milioni di punti massa, ma gia' oggi ho
    > visto ragazzini far andare simulazioni che
    > 20 anni fa erano impensabili perfino per
    > grossi centri di ricerca.
    >
    > Sorride
    >

    Ma guarda che su tutto questo io sono d'accordo. Quello che volevo dire è che 50 Gb su supporti che già con i DVD+-R hanno messo in luce notevoli problemi di affidabilità e durata nel tempo è un rischio troppo alto.
    Ben vengano anche DVD da 1 Terabyte se affidabili ed "eterni".Occhiolino
    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > Probabilmente tra 4/5 anni avremo tutti il nostro bel
    > masterizzatore blue-ray doppio strato da 50Gb, ma almeno
    > nel breve i DVD+-R faranno la parte del leone.

    Senza offesa, ma non mi pare troppo brillante come deduzione! ^^''

    E' semplicemente l'andamento standard d'una qualunque tecnologia, un concetto evidente agli occhi di qualunque consumatore (se poi uno e' ceco fatti sui) ed estremamente noto a ki conosca (anke solo superficialmente) il marketing mix.Occhiolino
  • - Scritto da: Anonimo
    > Al momento a meno di non avere particolari
    > esigenze di back-up (forse qualche azienda)
    > non penso serva a molti.
    > 50 Gb su un solo supporto sono troppi per un
    > utilizzo casalingo: se ti becchi un supporto
    > fallato perdi 50Gb di dati!!!
    > Probabilmente tra 4/5 anni avremo tutti il
    > nostro bel masterizzatore blue-ray doppio
    > strato da 50Gb, ma almeno nel breve i DVD+-R
    > faranno la parte del leone.

    servirà per lo standard HDTV, che è lo standard televisivo che rimpiazzerà Pal e NTSC spero, e i dvd... così finalmente chi spenderà 16.000euro per farsi un impianto HT non verrà prontamente sbeffeggiato da me, che gli farò notare gli artefatti della compressione mpeg2, e che alla fine della festa rispetto al vhs (di qualità) si guadagna quasi solo di praticità...
  • quando ci arrivera' lo compro,prima no!
    o forse a pensarci bene sono troppi anche i 100,mahh..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > quando ci arrivera' lo compro,prima no!
    > o forse a pensarci bene sono troppi anche i
    > 100,mahh..

    che ragionamento consumer... se ti serve lo compri anche dovesse costare 2000euri, evidentemente non te ne faresti nulla apparte le copie....Perplesso

  • all ' estero ovviamente

    0.36 x 23 gb = 8.28 euro in piu a supporto

    3 % sul masterizaatore

    se fai un ordine dalla germania con 5 supporti
    hai gia coperto le spese spedizione e risparmiato pure

    il motto di berlusconi:
    meno tasse per tutti, intanto pagate

    all'e europee chi va a votare (non andateci, fatemi compagnia) non votate per i soliti noti

    nessuno e' degno di rappresentarmi

    dopo le votazioni (quali?) la CDLha dtto che riidurra le tasse
    se ci credete siete propio masuchisti, come non credo che cambieranno urbani corrotto dichiarato dalla carlucci


    non+autenticato
  • Che ragionamento raffinato, non è che poi queste tasse che vuoi evadere te le fanno pagare la confine oppure le paghi in Germania?
    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > [...] tasse che vuoi evadere [...]

    ...
    Se commento mi censurano, quindi sto zitto. Tanto si capisce bene cosa ho in mente (e non solo io, spero).



    Anonimo also wrote:
    > [...] te le fanno pagare la confine [...]

    Quale confine???



    Anonimo also wrote:
    > [...] non è che poi queste tasse [...] le paghi in Germania?

    E' ovvio ke se compri le cose in Germania paghi le tasse tedeske (graaande deduzione...), ma non vedo dove sia il problema.

    L'unica cosa importante e' il prezzo ke paghi (inferiore in Germania ke non in Italia, in questo esempio): la ripartizioone fra costo+margine del negoziante, costo+margine del corriere e tasse e' del tutto ininfluente (salvo casi particolari, i quali non interessano pero' i comuni mortali).

  • - Scritto da: Anonimo
    > Che ragionamento raffinato, non è che
    > poi queste tasse che vuoi evadere te le
    > fanno pagare la confine oppure le paghi in
    > Germania?


    con la politica del libero mercato non si pagano tasse a me arrivano le marlboro dall brasile e con il costo di una stecca qua in italia a me ne arrivano 5 e ci esce anche il costo della spedizione..........

    percui se passano le sigarette que sono monopolio di stato credo che la merce ti arrivera senza costi aggiuntivi .
    non+autenticato