Apple chiude la falla di Mac OS X

La società di Cupertino rilascia una patch che corregge una seria vulnerabilità di sicurezza legata al sistema di Help di Mac OS X

Cupertino (USA) - Negli scorsi giorni Apple ha reso disponibile un aggiornamento di sicurezza che corregge una vulnerabilità legata all'HelpViewer, l'applicazione integrata in Mac OS X per la visualizzazione dei file di aiuto. La falla, che era stata classificata da Secunia come "estremamente critica", e di cui esiste già un exploit, poteva consentire l'esecuzione di codice sul computer dell'utente.

La patch, denominata Security Update 2004-05-24, è disponibile qui (o attraverso la funzionalità Aggiornamento software) sia per Mac OS X Jaguar (10.2) che per Panther (10.3). Apple ne suggerisce l'installazione a tutti gli utenti del suo sistema operativo.

"Apple prende la sicurezza molto sul serio e lavora con solerzia per risolvere le potenziali minacce non appena ne viene a conoscenza", ha dichiarato Philip Schiller, alto funzionario di Apple. "In questo caso, il problema è stato risolto prima che potesse costituire un pericolo per i nostri utenti".
Lo scopritore della falla, un hacker che si fa chiamare LixlPixel, aveva scritto in un avviso di aver notificato il problema ad Apple il 23 febbraio senza ottenere risposta. Lo stesso LixlPixel ha tuttavia ammesso in una dichiarazione che, in genere, la casa della mela è molto tempestiva nello stuccare le falle di Mac OS X.

Apple fra l'altro ci tiene molto a sottolineare come il proprio sistema operativo sia "nativamente sicuro".

"Sebbene nessun sistema operativo possa essere completamente immune a tutti i problemi di sicurezza, l'architettura UNIX alla base di Mac OS X è risultata essere di gran lunga una delle migliori".

Molti esperti di sicurezza concordano sul fatto che falle come quella appena corretta da Apple costituiscono una debole minaccia alla sicurezza degli utenti: questo a causa del fatto che i cracker preferiscono concentrare i propri sforzi sulle piattaforme più diffuse, come Windows e Linux.
TAG: apple
51 Commenti alla Notizia Apple chiude la falla di Mac OS X
Ordina

  • - Scritto da: Anonimo
    > webnews.html.it/news/2098.htm
    >
    > Senza Parole

    Un articolo sull'iPod trovato su "Donna Moderna" (mia sorella...) rivelava al mondo che l'iPod è trendy, cool, di tendenza (ma allora trendy che significa?), ma siccome porta solo 10 BRANI costa troppo rispetto ad apparecchi concorrenti che portano BEN 128MB di spazio.
    Sono riusciti a confondere, volontariamente o meno, DIECI GIGABYTE con DIECI BRANI!!!!!!

    Sarà lo stesso articolista....


    Ad ogni modo sei ripetitititititivo:
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=6369...
    non+autenticato

  • ...può pensare che Mac OS X sia un sistema perfetto, inattaccabile, invulnerabile.
    E' un eccellente sistema operativo, a mio avviso il migliore nella fascia desktop, ma ciò non toglie che, come tutti i software complessi, non abbia dei bug, e non necessiti in generale di manutenzione.
    Ciò premesso, secondo me è ragionevole porsi due domande:

    1) senza questa manutenzione, che livello di sicurezza offre Mac OS X?
    2) quanta manutenzione richiede un sistema Mac OS X?

    Questo, è solo questo, ci può far capire qualcosa sulla validità della piattaforma, al di là delle guerre di religione che non sopporto (detesto i fanatici, anche quando stanno dalla "mia" parte).

    Ora, la risposta alla domanda 1 se la può dare chiunque non viva su Marte e sia un minimo informato sui disastri che affliggono frequentemente il mondo Windows (anche solo nell'accorgersi che il suo ufficio Postale o il suo online banking quel giorno sono andati a ramengo), soprattutto quando qualche utente sventurato non ha il sistema aggiornato all'ultimissima patch (e, accidenti a lui, non trascorre le ore accanto al modem a scaricare mega e mega di update anziché ostinarsi a lavorare, mangiare, dormire, fare sesso, ecc.... mica tutti hanno Fastweb).

    La risposta alla domanda 2 se la può dare chiunque usi Mac OS X. A beneficio degli altri, la riporto qui: "Molto poca". A naso direi un security update al mese. Il mio log di installazione degli update del mio Mac fa tenerezza, ci saranno una decina di righe in tutto, compresa roba che ho installato per sicurezza ma che non mi serve, tipo gli aggiornamenti per il Wi-Fi.
    La mia cronologia di installazione di Windows Update, invece, partendo da un sistema con Win XP Professional SP1, se volete ve la mando: sono 4 pagine di Word...


  • - Scritto da: winono
    >
    > ...può pensare che Mac OS X sia un
    > sistema perfetto, inattaccabile,
    > invulnerabile.
    > E' un eccellente sistema operativo, a mio
    > avviso il migliore nella fascia desktop, ma
    > ciò non toglie che, come tutti i
    > software complessi, non abbia dei bug, e non
    > necessiti in generale di manutenzione.
    > Ciò premesso, secondo me è
    > ragionevole porsi due domande:
    >
    > 1) senza questa manutenzione, che livello di
    > sicurezza offre Mac OS X?
    > 2) quanta manutenzione richiede un sistema
    > Mac OS X?
    >
    > Questo, è solo questo, ci può
    > far capire qualcosa sulla validità
    > della piattaforma, al di là delle
    > guerre di religione che non sopporto
    > (detesto i fanatici, anche quando stanno
    > dalla "mia" parte).
    >
    > Ora, la risposta alla domanda 1 se la
    > può dare chiunque non viva su Marte e
    > sia un minimo informato sui disastri che
    > affliggono frequentemente il mondo Windows
    > (anche solo nell'accorgersi che il suo
    > ufficio Postale o il suo online banking quel
    > giorno sono andati a ramengo), soprattutto
    > quando qualche utente sventurato non ha il
    > sistema aggiornato all'ultimissima patch (e,
    > accidenti a lui, non trascorre le ore
    > accanto al modem a scaricare mega e mega di
    > update anziché ostinarsi a lavorare,
    > mangiare, dormire, fare sesso, ecc.... mica
    > tutti hanno Fastweb).
    >
    > La risposta alla domanda 2 se la può
    > dare chiunque usi Mac OS X. A beneficio
    > degli altri, la riporto qui: "Molto poca". A
    > naso direi un security update al mese. Il
    > mio log di installazione degli update del
    > mio Mac fa tenerezza, ci saranno una decina
    > di righe in tutto, compresa roba che ho
    > installato per sicurezza ma che non mi
    > serve, tipo gli aggiornamenti per il Wi-Fi.
    > La mia cronologia di installazione di
    > Windows Update, invece, partendo da un
    > sistema con Win XP Professional SP1, se
    > volete ve la mando: sono 4 pagine di Word...
    >


    Se su PI ci fossero meno idioti e più persone come te ...
    Grazie.
    Fan Apple
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: winono
    > >
    > > ...può pensare che Mac OS X sia
    > un
    > > sistema perfetto, inattaccabile,
    > > invulnerabile.
    > > E' un eccellente sistema operativo, a
    > mio
    > > avviso il migliore nella fascia
    > desktop, ma
    > > ciò non toglie che, come tutti i
    > > software complessi, non abbia dei bug,
    > e non
    > > necessiti in generale di manutenzione.
    > > Ciò premesso, secondo me è
    > > ragionevole porsi due domande:
    > >
    > > 1) senza questa manutenzione, che
    > livello di
    > > sicurezza offre Mac OS X?
    > > 2) quanta manutenzione richiede un
    > sistema
    > > Mac OS X?
    > >
    > > Questo, è solo questo, ci
    > può
    > > far capire qualcosa sulla
    > validità
    > > della piattaforma, al di là delle
    > > guerre di religione che non sopporto
    > > (detesto i fanatici, anche quando stanno
    > > dalla "mia" parte).
    > >
    > > Ora, la risposta alla domanda 1 se la
    > > può dare chiunque non viva su
    > Marte e
    > > sia un minimo informato sui disastri che
    > > affliggono frequentemente il mondo
    > Windows
    > > (anche solo nell'accorgersi che il suo
    > > ufficio Postale o il suo online banking
    > quel
    > > giorno sono andati a ramengo),
    > soprattutto
    > > quando qualche utente sventurato non ha
    > il
    > > sistema aggiornato all'ultimissima
    > patch (e,
    > > accidenti a lui, non trascorre le ore
    > > accanto al modem a scaricare mega e
    > mega di
    > > update anziché ostinarsi a
    > lavorare,
    > > mangiare, dormire, fare sesso, ecc....
    > mica
    > > tutti hanno Fastweb).
    > >
    > > La risposta alla domanda 2 se la
    > può
    > > dare chiunque usi Mac OS X. A beneficio
    > > degli altri, la riporto qui: "Molto
    > poca". A
    > > naso direi un security update al mese.
    > Il
    > > mio log di installazione degli update
    > del
    > > mio Mac fa tenerezza, ci saranno una
    > decina
    > > di righe in tutto, compresa roba che ho
    > > installato per sicurezza ma che non mi
    > > serve, tipo gli aggiornamenti per il
    > Wi-Fi.
    > > La mia cronologia di installazione di
    > > Windows Update, invece, partendo da un
    > > sistema con Win XP Professional SP1, se
    > > volete ve la mando: sono 4 pagine di
    > Word...
    > >
    > Se su PI ci fossero meno idioti e più
    > persone come te ...
    > Grazie.
    > Fan Apple
    Da cio devo dedurre che Zio Bill ha molto da imparare dalla Apple invece di mettersi a fare un'altro sistema complesso come sarà Windows Longhorn (con bachi e falle!)
    non+autenticato
  • > Da cio devo dedurre che Zio Bill ha molto da
    > imparare dalla Apple invece di mettersi a
    > fare un'altro sistema complesso come
    > sarà Windows Longhorn (con bachi e
    > falle!)

    Bisogna anche riconoscere che Microsoft deve scrivere un SO che giri su una quantità abominevole di hardware non progettate da lei, processore incluso. Uno dei punti di forza della piattaforma Apple, invece, è il fatto che chi fa il software fa anche l'hardware (nel senso della progettazione, ovviamente; l'assemblaggio è un'altra cosa).

    ciao
    Agostino

  • - Scritto da: winono
    > > Da cio devo dedurre che Zio Bill ha
    > molto da
    > > imparare dalla Apple invece di mettersi
    > a
    > > fare un'altro sistema complesso come
    > > sarà Windows Longhorn (con bachi
    > e
    > > falle!)
    >
    > Bisogna anche riconoscere che Microsoft deve
    > scrivere un SO che giri su una
    > quantità abominevole di hardware non
    > progettate da lei, processore incluso.

    Questa non la capirò mai, OSX gira su processori G3, G4 e G5, diversi tra loro più di quanto possano esserlo Pentium (nelle varie incarnazioni) e Athlon. Vogliamo parlare delle motherboard? Quanti saranno mai i tipi di motherboard (non i modelli...ma i tipi)? OSX gira su 10 Motherboard diverse SENZA contare i portatili.

    Windows XPpro SICURAMENTE dovrà supportare diversi più modelli ma, c'è sempre un ma:

    1) Windows XP funziona su HW ufficialmente compatibile, quindi supportato da questo s.o.

    2) Se un HW non ufficialmente supportato provoca malfunzionamenti, non può essere menzionato nel "carico di lavoro" che devono accollarsi i programmatori MS.

    3) Se un HW ufficialmente supportato provoca malfunzionamenti significa che o l'HW o il s.o. in questione sono fatti a pene di RinTinTin.


    La conclusione è che in realtà, considerando che NON gira sui 486, Windows XP pro non supporta tutta questa marea di computer base che si vorrebbe far credere. In caso contrario NON dovrebbero esister, o quasi, i conflitti HW.




    Lasciamo stare schede secondarie e altre periferiche perché il fatto che sulla scatola ci sia scritto "Designed for WinXP" non significa che non funzionino con OSX, anzi.....ho trovato interfaccie audio (Roland, per esempio) vendute con il marchio "XP" che su Windows non vanno manco installando il driver e su OSX batsa attaccarle...





    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: winono
    > > > Da cio devo dedurre che Zio Bill ha
    > > molto da
    > > > imparare dalla Apple invece di
    > mettersi
    > > a
    > > > fare un'altro sistema complesso
    > come
    > > > sarà Windows Longhorn (con
    > bachi
    > > e
    > > > falle!)
    > >
    > > Bisogna anche riconoscere che Microsoft
    > deve
    > > scrivere un SO che giri su una
    > > quantità abominevole di hardware
    > non
    > > progettate da lei, processore incluso.
    >
    > Questa non la capirò mai, OSX gira su
    > processori G3, G4 e G5, diversi tra loro
    > più di quanto possano esserlo Pentium
    > (nelle varie incarnazioni) e Athlon.
    > Vogliamo parlare delle motherboard? Quanti
    > saranno mai i tipi di motherboard (non i
    > modelli...ma i tipi)? OSX gira su 10
    > Motherboard diverse SENZA contare i
    > portatili.
    >
    > Windows XPpro SICURAMENTE dovrà
    > supportare diversi più modelli ma,
    > c'è sempre un ma:
    >
    > 1) Windows XP funziona su HW ufficialmente
    > compatibile, quindi supportato da questo
    > s.o.
    >
    > 2) Se un HW non ufficialmente supportato
    > provoca malfunzionamenti, non può
    > essere menzionato nel "carico di lavoro" che
    > devono accollarsi i programmatori MS.
    >
    > 3) Se un HW ufficialmente supportato provoca
    > malfunzionamenti significa che o l'HW o il
    > s.o. in questione sono fatti a pene di
    > RinTinTin.
    >
    >
    > La conclusione è che in
    > realtà, considerando che NON gira sui
    > 486, Windows XP pro non supporta tutta
    > questa marea di computer base che si
    > vorrebbe far credere. In caso contrario NON
    > dovrebbero esister, o quasi, i conflitti HW.
    >
    >
    >
    >
    > Lasciamo stare schede secondarie e altre
    > periferiche perché il fatto che sulla
    > scatola ci sia scritto "Designed for WinXP"
    > non significa che non funzionino con OSX,
    > anzi.....ho trovato interfaccie audio
    > (Roland, per esempio) vendute con il marchio
    > "XP" che su Windows non vanno manco
    > installando il driver e su OSX batsa
    > attaccarle...
    >

    Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Questa non la capirò mai, OSX gira su
    > processori G3, G4 e G5, diversi tra loro
    > più di quanto possano esserlo Pentium
    > (nelle varie incarnazioni) e Athlon.
    > Vogliamo parlare delle motherboard? Quanti
    > saranno mai i tipi di motherboard (non i
    > modelli...ma i tipi)? OSX gira su 10
    > Motherboard diverse SENZA contare i
    > portatili.
    >
    > Windows XPpro SICURAMENTE dovrà
    > supportare diversi più modelli ma,
    > c'è sempre un ma:
    >
    > 1) Windows XP funziona su HW ufficialmente
    > compatibile, quindi supportato da questo
    > s.o.
    >
    > 2) Se un HW non ufficialmente supportato
    > provoca malfunzionamenti, non può
    > essere menzionato nel "carico di lavoro" che
    > devono accollarsi i programmatori MS.
    >
    > 3) Se un HW ufficialmente supportato provoca
    > malfunzionamenti significa che o l'HW o il
    > s.o. in questione sono fatti a pene di
    > RinTinTin.
    >
    >
    > La conclusione è che in
    > realtà, considerando che NON gira sui
    > 486, Windows XP pro non supporta tutta
    > questa marea di computer base che si
    > vorrebbe far credere. In caso contrario NON
    > dovrebbero esister, o quasi, i conflitti HW.
    >
    >
    >
    >
    > Lasciamo stare schede secondarie e altre
    > periferiche perché il fatto che sulla
    > scatola ci sia scritto "Designed for WinXP"
    > non significa che non funzionino con OSX,
    > anzi.....ho trovato interfaccie audio
    > (Roland, per esempio) vendute con il marchio
    > "XP" che su Windows non vanno manco
    > installando il driver e su OSX batsa
    > attaccarle...

    la superiorità dei Mac e OSX è evidente!
    non+autenticato
  • Mac OSX è una groviera, non basta basarsi su kernel Unix
    La sicurezza va coltivata non è una scienza infusa

    Fan Linux
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Mac OSX è una groviera, non basta
    > basarsi su kernel Unix

    questa poi...tutti i sistemi sono pieni di BUG...e linux non è proprio messo meglio di OSX.

    > La sicurezza va coltivata non è una
    > scienza infusa

    ma questo è assolutamente ovvio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > e linux non è proprio messo meglio di OSX.

    :@
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo

    >Arrabbiato

    dai su era una battuta...fatti una risata!
    Personalmente conosco molto bene e lavoro con OSX...invece linux non sento l'esigenza d'installarlo per mancanza di soluzioni adatta al mio lavoro.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Mac OSX è una groviera, non basta
    > > basarsi su kernel Unix
    >
    > questa poi...tutti i sistemi sono pieni di
    > BUG...e linux non è proprio messo
    > meglio di OSX.

    che c'entra linux ???
    ah l'antica arte di aprire bocca sul forum di PI e non sapere di cosa si parla.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > che c'entra linux ???
    > ah l'antica arte di aprire bocca sul forum
    > di PI e non sapere di cosa si parla.

    dai cosa centra linux....????? il tizio in questione aveva la sua bella icona Fan Linux
    ecco cosa centra...è chiaro o serve un disegnino?


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mac OSX è una groviera, non basta
    > basarsi su kernel Unix
    > La sicurezza va coltivata non è una
    > scienza infusa
    >
    > Fan Linux

    Daccordo, entra nel mio computer, prego.
    Non uso Firewall, né antivirus, fai di me ciò che vuoi....se ci riesci....Occhiolino

    PS: sono online 24/24....hai tutto il tempo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Mac OSX è una groviera, non basta
    > > basarsi su kernel Unix
    > > La sicurezza va coltivata non è
    > una
    > > scienza infusa
    > >
    > > Fan Linux
    >
    > Daccordo, entra nel mio computer, prego.
    > Non uso Firewall, né antivirus, fai
    > di me ciò che vuoi....se ci
    > riesci....Occhiolino
    >
    > PS: sono online 24/24....hai tutto il
    > tempo...

    Se non mi dai l'IP come faccio ?
    :p
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Mac OSX è una groviera, non
    > basta
    > > > basarsi su kernel Unix
    > > > La sicurezza va coltivata non
    > è
    > > una
    > > > scienza infusa
    > > >
    > > > Fan Linux
    > >
    > > Daccordo, entra nel mio computer, prego.
    > > Non uso Firewall, né antivirus,
    > fai
    > > di me ciò che vuoi....se ci
    > > riesci....Occhiolino
    > >
    > > PS: sono online 24/24....hai tutto il
    > > tempo...
    >
    > Se non mi dai l'IP come faccio ?
    >Con la lingua fuori


    Ma dai...un "acher" come te, che spippola tutto il tempo su LiGNUx, non sa come rintracciare un IP?Sorride
    Dai su, hai tutto il tempo per dimostrare che OSX è u groviera....però datti da fare, io mica sono immortale, tra 40 o 50 anni potrei non essere più in linea......
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > Mac OSX è una
    > groviera, non
    > > basta
    > > > > basarsi su kernel Unix
    > > > > La sicurezza va coltivata non
    > > è
    > > > una
    > > > > scienza infusa
    > > > >
    > > > > Fan Linux
    > > >
    > > > Daccordo, entra nel mio computer,
    > prego.
    > > > Non uso Firewall, né
    > antivirus,
    > > fai
    > > > di me ciò che vuoi....se ci
    > > > riesci....Occhiolino
    > > >
    > > > PS: sono online 24/24....hai tutto
    > il
    > > > tempo...
    > >
    > > Se non mi dai l'IP come faccio ?
    > >Con la lingua fuori
    >
    >
    > Ma dai...un "acher" come te, che spippola
    > tutto il tempo su LiGNUx, non sa come
    > rintracciare un IP?Sorride
    > Dai su, hai tutto il tempo per dimostrare
    > che OSX è u groviera....però
    > datti da fare, io mica sono immortale, tra
    > 40 o 50 anni potrei non essere più in
    > linea......

    si ma non posso crackare PI è contro ogni etica ::D
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > >
    > > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > > Mac OSX è una
    > > groviera, non
    > > > basta
    > > > > > basarsi su kernel Unix
    > > > > > La sicurezza va
    > coltivata non
    > > > è
    > > > > una
    > > > > > scienza infusa
    > > > > >
    > > > > > Fan Linux
    > > > >
    > > > > Daccordo, entra nel mio
    > computer,
    > > prego.
    > > > > Non uso Firewall, né
    > > antivirus,
    > > > fai
    > > > > di me ciò che
    > vuoi....se ci
    > > > > riesci....Occhiolino
    > > > >
    > > > > PS: sono online 24/24....hai
    > tutto
    > > il
    > > > > tempo...
    > > >
    > > > Se non mi dai l'IP come faccio ?
    > > >Con la lingua fuori
    > >
    > >
    > > Ma dai...un "acher" come te, che
    > spippola
    > > tutto il tempo su LiGNUx, non sa come
    > > rintracciare un IP?Sorride
    > > Dai su, hai tutto il tempo per
    > dimostrare
    > > che OSX è u
    > groviera....però
    > > datti da fare, io mica sono immortale,
    > tra
    > > 40 o 50 anni potrei non essere
    > più in
    > > linea......
    >
    > si ma non posso crackare PI è contro
    > ogni etica ::D

    Certo, crackare PI è contro ogni etica, sparare cazzate su Apple invece è legittimo......salvo poi ritrovarsi in un mondo MS dipendente perché i ragazzini crescono con il mito del Mac incompatibile, costoso, buggato, lento......
    non+autenticato

  • - Scritto da: LordCasco

    > webnews.html.it/news/2098.htm

    Allora, sia te che il tipo che ha scritto l'articolo su WebNews non avete capito granché ne del problema ne di quello che è scritto nell'articolo dell'Inquirer. E' quello che ho detto nell'altro post: il problema è rimosso ma avrebbero fatto meglio a sistemare anche il modo in cui viene fatto il mount dei dischi in remoto. Al momento questo non pone un rischio immediato. Immagino pure che la ragione di questo stia nel differente ciclo di sviluppo dell'help viewer e delle disk utility.
    E poi mi pare un po' cercare il caso dire che "la patch introduce nuovi problemi".
    FDG
    10990

  • - Scritto da: FDG
    >
    > - Scritto da: LordCasco
    >
    > > webnews.html.it/news/2098.htm
    >
    > Allora, sia te che il tipo che ha scritto
    > l'articolo su WebNews non avete capito
    > granché ne del problema ne di quello
    > che è scritto nell'articolo
    > dell'Inquirer. E' quello che ho detto
    > nell'altro post: il problema è
    > rimosso ma avrebbero fatto meglio a
    > sistemare anche il modo in cui viene fatto
    > il mount dei dischi in remoto. Al momento
    > questo non pone un rischio immediato.
    > Immagino pure che la ragione di questo stia
    > nel differente ciclo di sviluppo dell'help
    > viewer e delle disk utility.
    > E poi mi pare un po' cercare il caso dire
    > che "la patch introduce nuovi problemi".

    ma difatti questi trolloni si divertono in questo modo.
    Questi di HTML.it dovrebbero continuare a giocare con i loro sitarelli xml/css invece di scrivere di mac & osx che non ne capiscono una mazza.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)