Fotofonini improvvisamente pericolosi

La decisione delle autorità statunitensi di vietarli alle forze armate in Iraq alza il livello della polemica sulle capacità dei cellulari più avanzati

Washington (USA) - Boicottati da più parti e temuti da molti per i rischi che si ritiene possano significare per la privacy, i fotofonini hanno da poche ore un nemico in più: il Governo degli Stati Uniti.

Donald Rumsfeld, il segretario americano alla Difesa, avrebbe infatti confermato di aver ordinato la messa al bando, per le forze militari statunitensi impegnate in Iraq, dei cellulari con cam.
L'annuncio era apparso sotto forma di indiscrezione ben documentata sul magazine britannico The Business ed è stato poi ripreso da più parti. La scelta di mettere al bando i fotofonini in Iraq sarebbe da collegare all'emergere delle ormai tristemente celebri fotografie delle sevizie a cui alcuni soldati americani hanno sottoposto prigionieri iraqeni. Il timore del Pentagono, cioè, sarebbe nel fatto che la presenza dei nuovi fotofonini potrebbe creare ulteriori imbarazzi all'amministrazione se non rappresentare addirittura una minaccia per la sicurezza.

E' peraltro questo il motivo per cui, insieme ai fotofonini, vengono messe al bando anche videocamere e macchine fotografiche digitali, in un quadro di una rimozione dal campo degli strumenti di ripresa non autorizzati in modo specifico che potrebbe poi essere esteso a tutte le forze americane che si trovano all'estero.
In un certo senso, dunque, la bufera che si è scatenata su Rumsfeld e sull'amministrazione USA a causa delle foto shock che continuano ad essere pubblicate da quotidiani e televisioni di mezzo mondo ha messo in evidenza la vulnerabilità alla facilità di copia e diffusione implicita nei mezzi digitali.

Quanto sta avvenendo, infine, porta a nuovi livelli le infinite polemiche che da lungo tempo circondano la diffusione dei telefonini dotati di cam, polemiche sfociate in proposte legislative anche negli USA e in un intervento ufficiale del Garante per la privacy in Italia.
52 Commenti alla Notizia Fotofonini improvvisamente pericolosi
Ordina
  • ultima notizia bomba....(azz)

    i turisti sul territorio U.S.A. non potranno portarsi dietro macchine fotografiche o telecamere ne digitali ne analogiche....dato il sicuro uso militare che si possa avere delle informazioni............ ieri un turista intento a fotografare un gruppo di grattaciel e stato arrestato e dopo il riconoscimento e stato liberato ma la macchina fotografica e' stata sequestrata......


    VIVA IL PAESE DELLE LIBERTA' .......altrui
    non+autenticato
  • Portare con sè macchine fotografiche è un evidente attentato alla democrazia.
    Solo le informazioni che arrivano dai satelliti sono affidabili, con quelle tutto può essere fotografato e scoperto, infatti è grazie a quelle che tutti hanno potuto vedere le veraci ed indiscutibili prove della presenza di armi di distruzione di massa in Iraq!
    Già i militari della Grande Patria della Democrazia godono dell'immunità rispetto alla corte penale internazionale. Presto sarà anche illegale parlarne male.

    Ed è giusto cosí visto che l'unica vera democrazia è quella esportata benevolmente da Loro!

    E quando parlate di Loro, dovete inchinarvi!
  • ... vedere i governi che da una parte si sbattono per diffondere la tecnologia e dall'altra si trovano a dover domare un cucciolo che sta diventando un po' ingombrante.
    E' bellissimo sapere che sugli stessi mezzi creati dal "sistema" scivola veloce l'anarchia.
  • Il civile popolo americano, contro la subcultura irachena.
    Questa la teoria contenuta nelle frasi di Berlusconi all'inizio del conflitto.
    Chiudete quella porta, grazie, perche' il civile popolo occidentale non possa vedere con quali mezzi viene imposta la sua civilta' agli altri.
    non+autenticato
  • ... lontano dal cuore. Lo diceva mia nonna, che piu' o meno ha l'eta' e l'esperienza di Rumsfeld.

    Con questo espediente forse per due o tre anni l'avranno scampata. Ma ormai le telecamere sono sempre piu' piccine e con sempre meno fili ... mi pare di aver visto tempo fa una telecamera montata dentro le stecche degli occhiali. Non vedo difficile metterne una dentro le chiavi di casa, o dentro chissa cosa: un soldato americano medio ha addosso tanta di quella chincaglieria tecnologica che sfido chiunque a capire cosa porta.

    Cmq, sono daccordo: via le prove e il crimine sparisce.

    Mah.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)