E-gov, le brevissime di oggi

Banda larga anche sulle montagne - Formazione medica a distanza - Calcolo online dell'ICI

Banda larga anche sulle montagne
Un nuovo impianto ibrido wi-fi/satellitare è stato installato ed attivato presso la Comunità Montana dell'Alta Langa in provincia di Cuneo. Si tratta di un progetto di rete wireless che supera la fase sperimentale di un paesino da 190 abitanti e si allarga all'intera Alta Langa, coinvolgendo 21 comuni e diverse frazioni.
Il 7 giugno la rete verrà ufficialmente inaugurata: una struttura che comprende 200 km quadrati di copertura in larga banda e che rappresenta la più grande rete intercomunale wi-fi d'Italia.

L'impianto mette a disposizione di cittadini ed imprese dell'area una moltitudine di servizi (larga banda, comunicazione dati, videosorveglianza, fonia e videocomunicazione, teleassistenza, protezione civile, etc.).
Tecnologie radio (wi-fi 802,11 b), satellitari bidirezionali (in due modalità, come ponte verso Internet e come rete punto-punto), e via cavo (parte delle sottoreti locali sono miste cavo/wireless e una delle uscite internet potrebbe essere via cavo hdsl) sono i sistemi adottati.

"L'innovazione tecnologica, che è alla base dell'impianto - si legge in una nota - è garantita dall'alto livello di flessibilità della rete, realizzata secondo uno schema destrutturato che consente di modificare la rete con grande agilità, e da una scalabilità illimitata, almeno a livello teorico: all'aumento del numero dei client corrisponde infatti un incremento delle prestazioni generali, evitando un collasso del centro dati.
Si tratta di uno dei primi esperimenti al mondo di struttura wi-fi su modello ad hoc, un particolare tipo di rete magliata dove, a differenza della rete gerarchica, i dati fluiscono liberamente, con una diffusione dell'accesso alle informazioni direttamente proporzionale all'aumento delle connessioni. Diviene così possibile raggiungere tutti gli utenti garantendo pari costi e condizioni".
La rete è realizzata interamente con software libero.

Formazione medica a distanza
Siglato il protocollo d'intesa fra il Ministero della Salute e l'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" per la sperimentazione della Educazione Continua in Medicina, ossia di corsi che sono integralmente fruibili via Internet.
Si tratta di una prima nazionale, secondo i promotori, che verrà gestita dalla struttura universitaria dedicata alla formazione a distanza, che si avvarrà della collaborazione della Facoltà di Medicina e Chirurgia, del Policlinico "Tor Vergata", della ELEA S.p.A. - Gruppo De Agostini e dell'Istituto "L. Sturzo".
In questa fase verrà proposto il corso "Infezioni in Odontoiatria", che sarà completamente gratuito per i primi 2000 medici e odontoiatri che perfezioneranno l'iscrizione entro il 31 luglio 2004.
Tutte le informazioni sul sito dedicato

Calcolo online dell'ICI
Una iniziativa di Confediliza consentirà di calcolare l'importo dell'ICI, l'imposta comunale sugli immobili, sfruttando un programma ad hoc distribuito attraverso il sito dedicato.
Entro il 30 giugno, come noto, deve essere effettuato il versamento della prima rata mentre il 20 dicembre si deve pagare il saldo, salvo disposizioni comunali che specifichino altre date.
TAG: italia
8 Commenti alla Notizia E-gov, le brevissime di oggi
Ordina
  • ma l'ICI non doveva essere una tassa una tantum? ormai sono mesi che ce la ritroviamo sul groppone...
    ADOOOOROO questo governo!!
    :@
    non+autenticato
  • pardon, intendevo che sono ANNI!!!!
    bastardi!!Arrabbiato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma l'ICI non doveva essere una tassa una
    > tantum? ormai sono mesi che ce la ritroviamo
    > sul groppone...
    > ADOOOOROO questo governo!!
    >Arrabbiato


    Io invece ADOOOOROO gli ignoranti che donano a noi tutti queste perle....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ma l'ICI non doveva essere una tassa una
    > > tantum? ormai sono mesi che ce la
    > ritroviamo
    > > sul groppone...
    > > ADOOOOROO questo governo!!
    > >Arrabbiato

    Ma cosa ci fa ancora qui? Non dovrebbe andare diretto nel forum dei troll?
    Per inciso: L'ICI è una delle poche tasse definitive. Dal 1993 sostituisce un marea di gabelle sulla casa.
    Quindi chi ha mai affermato che sia una tassa provvisoria e, soprattutto, cosa quaglia l'attuale Governo?

    ADOOOOOROOO chi ha lo sprezzo del ridicolo

    ==================================
    Modificato dall'autore il 01/06/2004 9.54.16
  • Dal 1993 sostituisce un
    > marea di gabelle sulla casa.
    > Quindi chi ha mai affermato che sia una
    > tassa provvisoria e, soprattutto, cosa
    > quaglia l'attuale Governo?
    >
    > ADOOOOOROOO chi ha lo sprezzo del ridicolo

    E invece il ragazzo non ha tutti i torti.

    L'ICI è stata sì introdotta nel '93, ed è definitiva, ma sostituisce una tassa che _provvisoria_ avrebbe dovuto essere, l'ISI (imposta _Straordinaria_ sugli immobili), inventata dall'odioso governo Amato nel '92, insieme (chi se lo ricorda?) al prelievo forzoso sui conti correnti bancari, e altre amenità di tal fatta. Il tutto, ovviamente, fatto passare con una manovra straordinaria varata, guarda un po', ad agosto, mentre la gente era in vacanza...

    Provvedimenti, detto x inciso, che portarono qualche mese dopo il Marco tedesco a raggiungere le 1200-1300 lire, contro le 700 a cui era fermo da anni.

    E faticosamente si tornò in seguito a quota 1000, quella a cui venne poi fissato il rapporto definitivo quando si decise il valore dell'Euro.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 01/06/2004 13.10.57
  • a chi interessa stiamo progettando una rete wireless a livello nazionale, libera a tutti! se volete unirvi a noi...
    http://it.groups.yahoo.com/group/retiwireless/

    ecco chi siamo
    Siamo un gruppo di appassionati di informatica e telecomunicazioni che progetta di costruire una WLan, una rete wireless (senza fili). Rete aperta a tutti e realizzata sul modello di SeattleWireless, e di altre reti comunitarie che stanno rapidamente sorgendo in tutto il mondo, Europa compresa. La tecnologia 802.11 consente, con un basso costo d'investimento, di mettere online in rete, su frequenze libere da licenze.(2,4Ghz), il computer di chiunque, alla massima velocità, (11Mbps ) senza bisogno della linea telefonica. In questo modo è possibile, parlare in voce, trasferire immagini, collegarsi con utenti, da una parte all'altra della città e tramite Internet, collegarsi al resto del mondo. Questo gruppo da il suo piccolo contributo per contrastare il Digital Divide, il fenomeno sociale che divide coloro che hanno accesso alle nuove tecnologie da chi non ha tale opportunità. Il Si farà promotore di corsi di formazione on line e di alfabetizzazione, fornisce un supporto di base, documentazione, manualistica, e supporto per quanti vogliono collegarsi con i loro computer alla nostra rete wireless. E' attivo anche il forum di discussione all'indirizzo http://retiwireless.mastertopforum.com/

  • - Scritto da: bacarozz83
    > Siamo un gruppo di appassionati di
    > informatica e telecomunicazioni che progetta
    > di costruire una WLan, una rete wireless
    > (senza fili). Rete aperta a tutti e


    Ehm ehm ... e come state a livello di autorizzazioni ministeriali?
    non+autenticato
  • ci stiamo organizzando per vedere tutte le autorizzazioni che servono