Nuovi nati in casa di AMD e Intel

AMD espande la famiglia di Athlon 64 con nuovi modelli più veloci, alcuni con il nuovo socket da 939 pin, mentre Intel lancia i primi Pentium 4 per notebook che adottano il numero di modello a tre cifre

Taipei (Taiwan) - In occasione del Computex, che quest'anno ha confermato d'essere la seconda fiera più importante del settore hi-tech, AMD e Intel hanno annunciato l'introduzione di nuovi modelli di processore: desktop per il chipmaker di Sunnyvale, mobili per quello di Santa Clara.

Spingendo ulteriormente in avanti le prestazioni della propria linea di CPU desktop a 32/64 bit, AMD ha lanciato quattro nuovi Athlon 64: il 3800+, il 3700+, il 3500+ e una versione aggiornata dell'FX-53. I primi tre sono destinati al mercato mainstream, mentre l'ultimo è indirizzato in modo particolare agli hardcore gamer.

Ad esclusione del 3700+, i nuovi Athlon 64 sono i primi chip ad adottare il nuovo socket a 939 pin. In precedenza Athlon 64 e Athlon 64 FX utilizzavano due socket differenti - a 754 pin il primo ed a 940 pin il secondo - e, di conseguenza, necessitavano di schede madri diverse. La strategia di AMD è ora quella di unificare progressivamente le due famiglie di chip sul socket a 939 pin così da agevolare quei produttori di PC che intendano offrire i due chip all'interno di una stessa linea di computer.
Per un certo periodo di tempo, tuttavia, AMD ha intenzione di far convivere i vecchi socket con il nuovo così da permettere agli attuali utenti la possibilità di aggiornare i loro sistemi. È il caso, ad esempio, del nuovo 3700+, ancora basato sul tradizionale socket a 754 pin.

L'Athlon 3800+, che rappresenta il nuovo modello top di gamma, incrementa la frequenza di clock, ora di 2,4 GHz, e include 512 KB di cache L2.

Per promuovere i suoi chip, AMD fa leva, oltre alla loro capacità di sgranocchiare codice a 32 e a 64 bit, sulla tecnologia "no execute", che il chipmaker indica come "Enhanced Virus Protection", e sul sistema per la gestione dei consumi e la regolazione della velocità delle ventole "Cool'n'Quiet".

A parte l'uso del nuovo socket a 939 pin, la nuova versione dell'Athlon 64 FX-53 è identica a quella rilasciata lo scorso marzo.

HP, primo colosso ad aver abbracciato i 64 bit desktop di AMD, utilizzerà i nuovi Athlon 64 all'interno di una nuova linea di PC, chiamata Compaq X Gaming, indirizzata agli appassionati di giochi.

I nuovi processori Athlon 64 FX-53, 3800+, 3700+ e 3500+ sono già disponibili in tutto il mondo al prezzo, rispettivamente, di 799$, 720$, 710$ e 500$.

Intel ha lanciato sul mercato quattro nuovi chip per notebook: tre appartengono alla famiglia dei Mobile P4, mentre uno alla famiglia dei Mobile Celeron.

I tre Mobile P4, il 538, il 532 e il 518, sono i primi della loro categoria ad adottare il nuovo schema di denominazione dei chip introdotto da Intel lo scorso mese con il lancio di Dothan. Tutti indirizzati ai PC portatili desktop replacement, i tre chip adottano 1 MB di cache L2, supportano le istruzioni multimediali SSE3 e le tecnologie Hyper-Threading e Enhanced Intel Speedstep, e girano rispettivamente alla frequenza di clock di 3,2 GHz, 3,06 GHz e 2,8 GHz.

Il nuovo Celeron M, denominato 340, si basa sulla stessa architettura dei Pentium M e gira a 1,5 GHz. Il chip, indirizzato ai notebook thin and light di fascia economica, contiene 512 KB di cache L2 e adotta un bus di sistema a 400 MHz.

I Mobile P4 538, 532 e 518 costano rispettivamente 294$, 234$ e 202$, mentre il Celeron M ha un prezzo di 134$.

Tutti i prezzi citati si riferiscono ad ordini minimi di 1.000 unità.

Durante il Computex Mooly Eden, vice president e director of marketing del Mobile Platforms Group di Intel, ha svelato che le prossime generazioni di chip mobili supporteranno le funzionalità di localizzazione dei servizi, le stesse che permettono di accedere alle informazioni in base alla propria locazione geografica. Eden ha spiegato che al momento le modalità d'implementazione di questa tecnologia sono ancora in fase di studio.

"Al momento giusto - ha affermato il dirigente di Intel - aggiungeremo queste funzionalità alla nostra piattaforma mobile".

Dal lato software, il supporto ai servizi basati sulla locazione verrà introdotto da Microsoft con la sua prossima versione di Windows, nota come Longhorn.
TAG: hw
10 Commenti alla Notizia Nuovi nati in casa di AMD e Intel
Ordina
  • Pensate che i socket sopracitati abbiano una prospettiva di vita superiore a 8/10 mesi?:|
    Devo consigliare i miei titolari (grossisti) su cosa acquistare per i prossimi mesi (per ora abbiamo in magazzino solo Socket A e processori Athlon XP)...

    Mi conviene aspettare che il 939 diventi diffuso e + abbordabile, visti i prezzi In lacrime ?

    Grazie per i consigli;)
  • Non so per il socket 940 che essendo quello degli AMD Opteron e quindi in ambito server credo abbia davanti a se un orrizzonte di vita abastanza ampio.

    Il 754 diventerà la soluzione entry level di AMD e quindi non sarà abbandonato come si pensava inizialmente, alemno stando alle ultime roadmap AMD.

    I prezzi sono elevati, o meglio allineati alle soluzioni Intel e considerato che vanno meglio dei corrispondenti processori Intel, non è che si possa dare torto ad AMD.

    Non credo poi siano destinati a calare nel breve periodo.
    non+autenticato
  • Se posso fare un appunto, la tecnologia cool'n'quiet non si riferisce solo alla regolazione della velocità delle ventole.

    Si tratta di una gestione dinamica del clock e del voltaggio della cpu che negli Athlon 64 viene regolata in base alle reali esigenze del momento.

    Il tal modo la cpu, funzionando con un voltaggio ed un clock inferiori dissiperà meno calore e consumerà anche meno, ad esempio mentre si naviga in internet, quando la richiesta di potenza alla cpu è estremamente ridotta.

    Qualcosa di simile a quello che accade nei notebook, solo portato nei sistemi desktop e che al momento non vede nulla di simile offerto da Intel.
    non+autenticato
  • Fra un po' metteranno Palladium e ci controlleranno tutti!!!!
    Scendiamo in piazza e facciamogliela vedere!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • Mhh, tecnologia not-execute per protezione da virus?
    Nobile scopo, ma anche la dinamite era un nobile scopo: ha salvato i minatori dalla silicosi provocata dalle perforatrici idrauliche, ma poi?
    Ma poi va a finire che il not execute torna utile per non executare ciò che da fastidio, ovvero virus, ma poi anche contenuti "scomodi"...
    Inoltre "dispositivo di localizzazione...integrato longhorn..." ma longhorn va a finire che mi controlla anche mentre vado al bagno? Un SO non dovrebbe far funzionare il mucchio di ferraglia del PC? Longhorn fa tutto meno che quello stando a ciò che si legge. Tutte le innovazioni più sponsorizzate non hanno nulla a che fare con l'OS, ma centrano solo con superflue e spesso indesiderate features...
    Premetto che non sono un linuxaro e che temo nemmeno linux sia immune a questo rischio: solo almeno linux lo potrà salvare il buonsenso di chi lo scrive (liberamente e non alle dipendenze di qlc1).
    Non è che odio MS per principio, ma la smania di monopolizzare il mercato mi può anche andare giù (un po' di traverso forse). La smania di controllare tutto e tutti no, mai.
    Ma come mai i produttori di hardware si sono imbarcati in questo pasticcio? Loro fanno macchine calcolatrici in fondo. Macchine che fanno conti. Tutti i tipi di conti. Non solo quelli certificati. Se no non sono più calcolatrici. Concordo sul nobile proposito del not execute protettivo, ma anche la fissione atomica ha nobili usi (energetici e medici ad esempio).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mhh, tecnologia not-execute per protezione
    > da virus?
    > Nobile scopo, ma anche la dinamite era un
    > nobile scopo: ha salvato i minatori dalla
    > silicosi provocata dalle perforatrici
    > idrauliche, ma poi?

    non confondere NX con Palladium. Non centra *assolutamente* niente. Ma proprio lo 0 azzoluto. Piuttosto ERA ORA che anche le architetture x86 avessero questa feature, ma in realtà si può ancora parlare di x86?
    non+autenticato
  • Tempo fa volevo comprare un notebook, le mie esigenzi mi avrebbero spinto verso un processore Pentium M (banias) poi però mi sono reso conto dell imminente uscita del Pentium M dothan ed allora ho aspettato.
    Ora però mi vedo spuntare il Pentium 4M con 1mb di cache ed il Celeron M a prezzi nettamente inferiori al Dothan (almeno a pari classe).

    Non ci capisco più niente! qualcuno mi sa aiutare?
    Il Pentium M dothan sarà Centrino (wi-fi g, grafica integrata) e sarà in grado di consumare meno la batteria e quindi maggiore autonomia, giusto?

    ed il Pentium 4M??! immagino non sarà Centrino ma ad autonomia di batteria come staremo? grafica integrata? prestazioni?

    ed il Celeron M????
    non+autenticato
  • > Il Pentium M dothan sarà Centrino
    > (wi-fi g, grafica integrata) e sarà
    > in grado di consumare meno la batteria e
    > quindi maggiore autonomia, giusto?
    ...
    > ed il Pentium 4M??! immagino non sarà
    > Centrino ma ad autonomia di batteria come
    > staremo? grafica integrata? prestazioni?
    ...
    > ed il Celeron M????

    a quanto so Celeron M e Pentium M sono identici, sul celeron M è disabilitata metà (credo) della cache di livello2 e solo il Pentium M sarà usato per soluzioni integrate Centrino, cioè con wireless e altre gabbole del marchio "centrino".
    Come consumo energetico sono lì lì, come prestazioni il PM è un po meglio ma non tantissimo, la Cache L2 del Celeron M è comunque ragionevole. Anche la differenza di prezzo però non è tanta (a livello di cpu) dato che la cache effettivamente non è inferiore ma solo disabilitata (il risparmio magari è che possono usare PM fallati se il problema riveste solo una parte della cache L2). Se non ti interessa la soluzione centrino in sè il Celeron M può essere una alternativa quasi sovrapponibile per prestazioni ma non tanto a basso costo, magari però lo metteranno nelle linee di macchine economiche.
    Il p4 m a quel che so è semplicemente un p4 che supporta una migliore regolazione della tensione e del clock e quindi consumo e calore, ma ovviamente meno efficiente del pentium m a pari consumo, calore e clock.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)