Comprati un Google con 32mila dollari

C'è il suo nome e la sua tecnologia nel prodottino rinnovato e ampliato con cui Google tenta le aziende di mezzo mondo. Per arrotondare le entrate pubblicitarie e farsi nuovi amici

Mountain View (USA) - Basta tirare fuori non meno di 32mila dollari per portarsi a casa, o dentro il proprio network aziendale, un pezzettino di Google, la tecnologia di ricerca più amata.

Google Inc. ha infatti annunciato di aver messo a punto una versione rinnovata, aggiornata e ripulita del prodotto di catalogazione, indicizzazione e ricerca che da tempo offre alle imprese di mezzo mondo. Rispetto alla versione precedente, il nuovo software viene descritto come cinque volte più potente.

In particolare, la nuova Google Search Appliance è in grado di archiviare fino a 1,5 milioni documenti e offre ovviamente tecnologie di ricerca rapida delle informazioni all'interno di essi. Le informazioni che circolano sul network nel quale viene impiegata vengono integrate negli indici di continuo, senza interruzioni e senza bisogno di manovre di aggiornamento.
Di interesse notare che il pacchetto applicativo comprende sia il software che l'hardware, un hardware studiato per occupare lo stesso spazio nei rack dei server tradizionali e che è pensato per gestire i dati in un modo molto simile a quanto avviene in Google.com.

L'operazione di "restyling" era richiesta da tempo, in quanto la prima versione dell'applicazione era stata lanciata nel febbraio 2002, un secolo fa.

Per il colosso della internet search vendere questo genere di prodotto alle imprese significa esplorare una delle rare e più interessanti vie di sviluppo. L'azienda deve infatti gran parte del proprio fatturato all'advertising, in particolare alla capacità di piazzare sulle proprie pagine e quelle dei propri partner sponsorizzazioni mirate e specializzate. "Si tratta - ha peraltro commentato Dave Girouard, general manager enterprise di Google - di una parte più piccola del business complessivo di Google ma di una parte importante".
TAG: mondo
10 Commenti alla Notizia Comprati un Google con 32mila dollari
Ordina
  • google è stata da sempre appassianta al mondo linux e al mondo Open Source, basti guardare questoA bocca aperta
    http://www.google.it/linux

    E ora che fa? Invece di dare questo strumento "Google Search Appliance" in Open Source lo vende a 32.000 $Deluso:|:|


    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > google è stata da sempre appassianta
    > al mondo linux e al mondo Open Source, basti
    > guardare questoA bocca aperta
    > www.google.it/linux
    >
    > E ora che fa? Invece di dare questo
    > strumento "Google Search Appliance" in Open
    > Source lo vende a 32.000 $Deluso:|:|

    Open Source non significa che te lo regalo, significa che ti dò anche il sorgente.

    Poi nel caso specifico non so se viene rilasciato con una licenza open, ma se gli vendono anche il codice sorgente, può costare anche un occhio, è sempre software libero.
    non+autenticato
  • "open source" non vuol dire mica "gratis" (fortunatamente).
    non+autenticato
  • Mi chiedo quanto sia davvero competitivo.
    entry level :
    150,000 documenti max
    $32,000 costo
    2 anni di supporto tecnico

    il prezzo della licenza, a parita' di HW, sale in funzione del max num di documenti, fino al 1,500,000 di documenti.
    L'altro dato critico, le query al minuto, viene dato per 300, quindi 5 al secondo...

    Boh? A me sembra caro...
    non+autenticato
  • Guarda secondo me te sei bruciato!
    non+autenticato
  • Wow che intervento. Allora cosa mi dici di

    http://www.google.com/microsoft.html
    non+autenticato
  • Il punto e' un altro: 32000$ per indicizzare 150000 documenti?
    Ma mi prendo una mecchina bella tosta e ci faccio girare Managing Gigabytes con una frazione del costo, alla faccia delle performance (5 query al secondo in fase di retrieval, quanto ci metta ad indicizzare non lo dicono neppure)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > google è stata da sempre appassianta
    > al mondo linux e al mondo Open Source, basti
    > guardare questoA bocca aperta
    > www.google.it/linux
    >
    > E ora che fa? Invece di dare questo
    > strumento "Google Search Appliance" in Open
    > Source lo vende a 32.000 $Deluso:|:|

    Anche l'IBM parteggia per Linux ma non regala nulla, almeno non la consulenza le ottimizzazioni e le esperienze sul piano commerciale.

    Open source non vuol dire regalare, e', non solo ma anche, un nuovo modo di fare marketing.
    non+autenticato

  • > Anche l'IBM parteggia per Linux ma non
    > regala nulla, almeno non la consulenza le
    > ottimizzazioni e le esperienze sul piano
    > commerciale.

    Beh proprio niente non direi. La prima roba che mi viene in mente e' eclipse, piattaforma di sviluppo per java, resa open source da ibm. Poi c'e' la storia di SCO che voleva appunto appropriarsi di linux con la scusa che ibm aveva contribuito codice (drivers, presumo) al kernel.
    Poi i migliori tutorial per linux finora li ho visti nelle pagine per developers proprio all'ibm

    > Open source non vuol dire regalare, e', non
    > solo ma anche, un nuovo modo di fare
    > marketing.

    Beh il modo migliore, visto che non avendo possibilita' di farsi chiudere in soluzioni proprietarie, le ditte che si affidano all'open potranno controllare meglio il destino della loro infrastruttura IT.
    (dico potranno e non "possono" perche' il mercato open non e' ancora esploso)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > google è stata da sempre appassianta
    > al mondo linux e al mondo Open Source, basti
    > guardare questoA bocca aperta
    > www.google.it/linux
    >
    > E ora che fa? Invece di dare questo
    > strumento "Google Search Appliance" in Open
    > Source lo vende a 32.000 $Deluso:|:|

    Come fai a dare in open source dell'hardware? Lo devi pagare.
    Poi sul rapporto prezzo prestazioni si puo' discutere, magari dati alla mano.
    non+autenticato