Troppi mp3 nel cellulare

L'industria discografica coreana se la prende con LG Telecom per aver posto sul mercato telefonini capaci di scaricare mp3. Non basta la cancellazione dei brani dopo 3 giorni

Seoul (Corea) - Una piccola faida si sta sviluppando nell'industria sudcoreana e il motivo, tanto per cambiare, è il diritto d'autore, la musica e i nuovi mezzi di distribuzione.

Da alcune settimane l'Associazione coreana dei discografici ha iniziato a fare il diavolo a quattro a causa della diffusione di cellulari capaci di scaricare e riprodurre musica in formato mp3. I telefonini vengono venduti su quel mercato da uno dei maggiori operatori, LG Telecom e sono stati studiati per venire incontro proprio all'industria: dopo 72 ore dallo scaricamento gli mp3 si auto-distruggono.

"I telefoni cellulari mp3 di LG Telecom - ha tuonato nelle scorse ore un portavoce delle major - non offrono protezione contro l'ascolto gratuito di canzoni protette, il che rappresenta una minaccia non solo per l'industria musicale ma anche per l'industria dei contenuti nel suo complesso".
Va detto che la scelta di inserire un termine di 3 giorni di vita per gli mp3 dei propri clienti non è un'invenzione casuale di LG Telecom ma è frutto di una contrattazione e di un compromesso raggiunto proprio con l'industria. Il problema è che da allora ad oggi di questi telefonini ne sono già stati venduti quasi 100mila, un successo che non era stato messo in conto o che ha comunque sollevato ulteriori preoccupazioni.

Ma la cosa sta assumendo proporzioni impreviste. In un articolo apparso sul Korea Times viene descritta una manifestazione che una 50ina di artisti coreani hanno messo in piedi dinanzi agli uffici di LG Telecom. Alcuni di loro, accompagnati dai propri discografici, hanno persino eseguito il rito del taglio dei capelli per dimostrare la serietà e la gravità della propria posizione.

"Vogliamo che i nostri diritti e il nostro lavoro siano giustamente riconosciuti: - ha dichiarato uno dei discografici presenti alla dimostrazione - è giunto il momento di stabilire delle regole e credo che questo sia il momento, vista la diffusione dei cellulari. Non possiamo non sentirci minacciati. Non siamo contro i telefonini, noi vogliamo che la gente ascolti la musica, ma vogliamo che ci venga riconosciuto il giusto. Sul lungo termine questo contribuirà allo sviluppo dell'industria musicale locale".
15 Commenti alla Notizia Troppi mp3 nel cellulare
Ordina
  • ke sta pure su alcuni modelli nokia, senza stare a scaricare ogni 72 ore
    non+autenticato
  • Vorrei capire: se mi metto a fischiettare un ritornello di un brano musicale possono gia' spararmi oppure a questo punto non ci siamo ancora arrivati?

    Se non ci siamo (per ora) arrivati a questi estremi, vuol dire che posso fischiettare un ritornello.
    Bene.

    Se posso fischiettarlo, potro' anche strimpellarlo sulla tastiera bontempi che ho a casa (ho studiato musica da piccolo e' ho un buon orecchio, quindi bene o male ci riesco).

    Se riesco a strimpellarla, riesco a ricostruirne le note e il giro di accordi.

    A questo punto posso inserire le note nel telefonino e farmi da me la suoneria con quella musichetta.

    Tutto chiaro fin qui? Ditemi quando sto cominciando a compiere un illecito per il quale e' prevista la pena di morte, che magari mi fermo prima...

    Allora, siamo arrivati alle note e alla musichetta inserita nel mio telefonino.
    Benissimo, la provo, funziona, mi soddisfa.

    E adesso posso inviare la sequenza delle note, via mail a qualche amico che la vuole inserire anche lui?
    Posso pubblicarla sul mio sito internet che cosi' chi vuole se la inserisce (lasciamo perdere per ora la storia del bollino blu).

    Se fin qui ci siamo facciamo un passetto in piu'.
    Posso trasmettere la mia suoneria ad un altro cellulare via SMS?

    non+autenticato
  • Visto che hanno chiesto agli alpini di pagare i diritti di autore per cantare l'inno, probabilmente a te sparano subito alla prima nota che cominci a fischiare. Mi dispiace ma ti ho bloccato al primo puntoSorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Visto che hanno chiesto agli alpini di
    > pagare i diritti di autore per cantare
    > l'inno, probabilmente a te sparano subito
    > alla prima nota che cominci a fischiare. Mi
    > dispiace ma ti ho bloccato al primo puntoSorride

    Adesso capisco perche' Vieri e compagni non cantano mai l'inno di Mameli prima delle partite della NazionaleSorride
    non+autenticato
  • Potevano fare il rito dello hara-kiri e avrebbero avuto più credibilità.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Potevano fare il rito dello hara-kiri e
    > avrebbero avuto più
    > credibilità.

    :D:D:D:D
  • questo è il colmo, prima le case discografiche sono d'accordo e poi si lamentano.

    cancellazione dopo 3 giorni?? è un buon compromesso!

    è chiaro che il p2p non lo si può fermare, ma se lo si rende inutile con alternative legali, verrà ridotto!



    ma la verità è che fintantoché le majors non la smetteranno di ragionare in termini di
    1 ascolto gratuito = 1 mancato introito

    non potranno fare altro che frignare furti inesistenti, e rischiare di perdere le scarse possibilità di compromessi che hanno con gli utenti ragionevoli... cavoli loro!
  • ti quoto in pieno...
    secondo me son caduti nel ridicolo gia' da tempo!

    ... e stanno pure cominciando a scavare...

    Stephan disgusted
  • Bisorrebbe inventare questo tipo di soldi per pagare le major. Come loro cancellano o rendono inutilizzabili delle opere con DRM e viadicendo, anche noi dovremmo pagarle con soldi che si sciolgono dopo un certo tot di tempo
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Bisorrebbe inventare questo tipo di soldi
    > per pagare le major. Come loro cancellano o
    > rendono inutilizzabili delle opere con DRM e
    > viadicendo, anche noi dovremmo pagarle con
    > soldi che si sciolgono dopo un certo tot di
    > tempo

    Guarda che se ci rifletti questa metodologia "della scadenza" e' in ogni ambito.

    Se compri una moto essa scade (dopo 5-10 anni e' da buttare)
    Se compri un'auto essa scade (dopo 7-15 anni e' da buttare)
    Se compri un PC essa scade (dopo 3-5 anni si rompe)

    Se compri rasoio esso scade (dopo qualche anno si rompe ed e' da buttare)

    MEDITATE GENTE, MEDITATE.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Guarda che se ci rifletti questa metodologia
    > "della scadenza" e' in ogni ambito.

    Tolto l'ambito degli alimentari freschi, per evidenti ragioni, la scadenza non ha ragion d'essere se non per ignominose volonta' consumistiche.

    > Se compri una moto essa scade (dopo 5-10
    > anni e' da buttare)
    A te e' scaduto il cervello...

    > Se compri un'auto essa scade (dopo 7-15 anni
    > e' da buttare)
    Confermo: e' proprio scaduto.
    Ho tenuto una panda per 20 anni, dopo averla presa usata.
    E ce l'avrei ancora adesso se non era per quella storia della benzina verde.
    Certo che se tu guidi come scrivi, a te le macchine non durano di certo...

    > Se compri un PC essa scade (dopo 3-5 anni si
    > rompe)
    Si rompe il tuo, utonto trollazzo che non lo sai usare.
    Io ho ancora il mio vecchio Spectrum, comprato nel 1986, che funziona ancora.

    > Se compri rasoio esso scade (dopo qualche
    > anno si rompe ed e' da buttare)
    Si chiama "usa e getta" e comunque c'e' scritto sopra la confezione, e comunque ci sono delle alternative al rasoio usa e getta.

    > MEDITATE GENTE, MEDITATE.
    Si, bravo, vai a bere la birra prima che scada...


    La nostra civilta' si basa su oltre 5000 anni di evoluzione culturale, che e' giunta fino a noi proprio perche' NON SCADE.
    L'ingegno dell'uomo si e' evoluto e propagato in tutti i settori, dall'architettura, alla musica, alle arti figurative.

    Forse che la musica di Mozart aveva una scadenza?
    O gli affreschi di Michelangelo?
    O le grandi cattedrali?
    La cultura e l'arte sono cose create per durare in eterno, altro che scadenza.
    Se qui c'e' qualcosa di scaduto e' solo il tuo cervello.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Tolto l'ambito degli alimentari freschi, per
    > evidenti ragioni, la scadenza non ha ragion
    > d'essere se non per ignominose volonta'
    > consumistiche.

    Bravo, vedo che hai imparato presto, dato che e' anche da considerare l'ambito alimentare.

    > A te e' scaduto il cervello...

    A te invece e' scaduto quello che dovresti avere nelle mutandeA bocca aperta

    > Confermo: e' proprio scaduto.
    > Ho tenuto una panda per 20 anni, dopo averla
    > presa usata.
    > E ce l'avrei ancora adesso se non era per
    > quella storia della benzina verde.
    > Certo che se tu guidi come scrivi, a te le
    > macchine non durano di certo...

    Ecco come vedi e' scauta la tua vecchia pandaA bocca aperta

    > Si rompe il tuo, utonto trollazzo che non lo
    > sai usare.
    > Io ho ancora il mio vecchio Spectrum,
    > comprato nel 1986, che funziona ancora.

    E che ci fai la birra con quello?Con la lingua fuori

    > Si chiama "usa e getta" e comunque c'e'
    > scritto sopra la confezione, e comunque ci
    > sono delle alternative al rasoio usa e
    > getta.

    Ecco quando arriveranno i CD e i DVD usa e getta stara' scritto anche su quelliA bocca apertaA bocca aperta

    > Si, bravo, vai a bere la birra prima che
    > scada...

    Quale? Quella fatta con tuo pc del 1440? A bocca aperta

    > La nostra civilta' si basa su oltre 5000
    > anni di evoluzione culturale, che e' giunta
    > fino a noi proprio perche' NON SCADE.
    > L'ingegno dell'uomo si e' evoluto e
    > propagato in tutti i settori,
    > dall'architettura, alla musica, alle arti
    > figurative.
    >
    > Forse che la musica di Mozart aveva una
    > scadenza?
    > O gli affreschi di Michelangelo?
    > O le grandi cattedrali?

    E le ristrutturazioni dove le mettiamo?A bocca aperta

    > La cultura e l'arte sono cose create per
    > durare in eterno, altro che scadenza.
    > Se qui c'e' qualcosa di scaduto e' solo il
    > tuo cervello.

    Ricontrolla tra le tue mutande che trovi la muffaA bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)