Forza Italia non ce l'ha con Linux

I gestori del sito defacciato si dicono amici dell'open source. FSF Europe: opera di teppisti che gettano fango sul mondo dell'hacking

Roma - Un tempo c'era chi riteneva disonorevole per siti di un certo nome, soprattutto di pubbliche organizzazioni o enti pubblici, subire un defacement, ovvero la sostituzione di una pagina web con un'altra pagina ad opera di defacer. Ma le cose cambiano, e cambiano anche le reazioni ai defacer, come sembra indicare anche il caso di Forza-Italia.it.

Dopo il defacciamento della pagina del sito dedicata alle "bufale", avvenuto domenica sera, il partito di Forza Italia ha infatti espresso indignazione per quanto accaduto e ha spiegato di aver voluto tenere in piedi la pagina sostituita perché fosse chiara a tutti la violenza subìta dal sito.

Una nota apparsa sul sito e firmata da Antonio Palmieri, deputato di FI, ha affermato che il defacement equivale a sfasciare la vetrina di un negozio e ha spiegato che si è trattato di un "atto violento che ci addolora, perché noi crediamo da sempre in Internet come strumento di comunicazione politica e di coinvolgimento dei cittadini".
Sulla stessa linea anche Free Software Foundation Europe che in una nota ha condannato con forza "l'azione di teppisti che hanno imbrattato il sito web ufficiale del partito di Forza Italia". "Tali azioni - ha spiegato il presidente della sezione italiana di FSF Europe Stefano Maffulli - mortificano il lavoro di chi da anni si batte per difendere il diritto alla libertà di parola e degli strumenti informatici. Ci sforziamo di spiegare la differenza tra hacker e vandalo informatico: questo attacco è opera di teppisti, mentre scrivere un sistema operativo come GNU/Linux è opera di tanti bravi programmatori, hacker appunto".

Palmieri, secondo cui non a caso è stata colpita la sezione dedicata alle bufale, ha spiegato: "Ho voluto che la pagina violata restasse online fino a dopo le 11 di questa mattina, perché fosse evidente la violenza che abbiamo subito. Tuttavia, nonostante il contenuto della pagina sostituita - una grande immagine su sfondo rosso con il classico pinguino simbolo di Linux e la scritta "Linux", con la falce e martello al posto della "X" - voglio confermare che Forza Italia non ha alcun pregiudizio contro i sistemi open source".
TAG: italia
154 Commenti alla Notizia Forza Italia non ce l'ha con Linux
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)