AOL, quasi pronta alla rete satellitare

Pare proprio che il provider già ben cresciuto abbia intenzione di crescere ancora e superare i confini dell'atmosfera, per offrire connessioni velocissime attraverso Hughes Electronics

Web - Ci ha messo un anno America Online per iniziare a vedere i frutti del suo pesante investimento in Hughes Electronics, gioiellino elettronico di General Motors. Azienda che ora consentirà ad AOL di offrire alle proprie vagonate di utenti internet una connessione satellitare, con tutti i benefici del caso in termini di qualità e velocità.

Secondo quanto riportato da Inside AOL, l'azienda avrebbe già iniziato il beta testing del servizio con gruppi di utenti in 16 diverse città americane. L'idea pare sia quella di far pagare il servizio non più di 40 dollari, una cifra "soltanto" raddoppiata rispetto alla tariffa flat praticata tradizionalmente da AOL agli utenti che vogliono connettersi senza limite di orario.

Sebbene non siano ancora certi i tempi di lancio, pare evidente agli osservatori che questa mossa potrà mettere in seria difficoltà i provider concorrenti, a cominciare da MSN di Microsoft, ancora indietro sui progetti di connessione satellitare, progetti che hanno il vantaggio di offrire banda larga anche in zone precedentemente poco coperte da servizi di connettività.