SCO costringe IBM al rinvio

Accogliendo una richiesta di SCO, il giudice decide di rimandare la prima udienza del processo contro IBM e di proseguire la causa intentata da SCO contro Novell. SCO annuncia un nuovo trimestre fiscale in rosso

Salt Lake City (USA) - La scorsa settimana, nelle cause portate avanti contro IBM e Novell, SCO Group è riuscita a spuntare due vittorie legali: la prima è data dal posticipo dell'udienza del processo contro IBM al novembre del 2005, mentre la seconda è nel proseguimento della causa contro Novell.

La prima udienza del processo contro IBM era stata inizialmente fissata per l'aprile del 2005, mentre ora il giudice Dale Kimball, recependo una richiesta di SCO, l'ha spostata in avanti, fissandola per il primo di novembre.

IBM sostiene che la strategia di SCO è quella di ritardare il più possibile il processo per accrescere il clima di dubbio e incertezza e danneggiare il mercato di Linux. Darl McBride, CEO di SCO, ha ribattuto che "il ritardo è imputabile solo a IBM: è lei, infatti, che ha presentato 14 controreclami".
Il giudice Kimball, con una decisione separata, ha anche respinto la richiesta di Novell per l'emissione di una sentenza di non luogo a procedere. Come si ricorderà, quest'ultima lo scorso marzo aveva presentato un documento in cui sosteneva che le indagini non avevano fatto emergere elementi idonei a sostenere un'accusa e che, di conseguenza, la causa andava chiusa.

Su entrambi i fronti, tuttavia, SCO ha dovuto incassare anche due decisioni sfavorevoli: la prima respinge la sua richiesta di dividere la causa con IBM in due processi separati; l'altra le nega la possibilità di trasferire la causa presso un tribunale dello Stato: questo viene infatti considerato da SCO una sede più adatta di una corte federale per trattare un argomento così importante e complesso come quello relativo alla proprietà dei copyright di UNIX System V.

Il giudice ha anche chiesto a SCO di riformulare le richieste di risarcimento danni contro Novell in modo più preciso e dettagliato.

Alcuni analisti sostengono che il maggior nemico di SCO, per il momento, è dato dalla sua situazione finanziaria. Proprio negli scorsi giorni l'azienda ha infatti annunciato di aver chiuso il secondo trimestre fiscale con una perdita netta di quasi 15 milioni di dollari, di cui quasi un terzo è imputabile alle spese legali sostenute dalla divisione SCOsource e allo scarso successo ottenuto dalla campagna con cui sta tentando di convincere gli utenti di Linux ad acquistare le proprie licenze di UNIX.

Nonostante i recenti risultati fiscali, McBride ha detto che SCO ha abbastanza denaro in cassa, pari a circa 61 milioni di dollari, per continuare la propria battaglia contro IBM "per diversi anni".
18 Commenti alla Notizia SCO costringe IBM al rinvio
Ordina
  • Proporrei ad IBM (che tanto ammiro per il suo mega fatturato mondiale e per aver creato l'Informatica) di lanciare una bella OPA su SCO (della serie, se mi fai inCXXXXXX ti compro) così questi finiscono di montarsi la testa. Cara IBM liberaci da SCO, metti mani al tuo ricchissimo super megagalattico portafoglio. Dopo gentilmente liberaci anche da Microsoft!!!

    Ricordo a chi non lo sapesse che il fatturato di IBM in europa supera di gran lunga il fatturato che la piccola Microsoft fa ogni anno in tutto il mondo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Proporrei ad IBM (che tanto ammiro per il
    > suo mega fatturato mondiale e per aver
    > creato l'Informatica) di lanciare una bella
    > OPA su SCO (della serie, se mi fai inCXXXXXX
    > ti compro) così questi finiscono di
    > montarsi la testa. Cara IBM liberaci da SCO,
    > metti mani al tuo ricchissimo super
    > megagalattico portafoglio. Dopo gentilmente
    > liberaci anche da Microsoft!!!
    >
    > Ricordo a chi non lo sapesse che il
    > fatturato di IBM in europa supera di gran
    > lunga il fatturato che la piccola Microsoft
    > fa ogni anno in tutto il mondo.


    OTTIMA IDEA ! una bella OPA è Miscrosoft è già fregata, ma allora non possono più comperare Microsoft ?
    non+autenticato
  • Questo è esattamente ciò che SCO avrebbe voluto. Grazie IBM per lo stracciamento di palle che stai sopportando.
    non+autenticato
  • l'altra le nega la possibilità di trasferire la causa presso un tribunale dello Stato: questo viene infatti considerato da SCO una sede più adatta di una corte federale per trattare un argomento così importante e complesso come quello relativo alla proprietà dei copyright di UNIX System V.

    Mi chiedo: per quale motivo SCO ritiene il tribunale statale più adatto di quello federale per una questione così delicata?
    Di certo il problema del copyright su Linux non è ristretto ad una sola delle nazioni degli USA, ma forse c'è un'altro motivo... Mettiamo che il SCO possa ottenere il processo nel tribunale statale, quando perderà la cuasa potrà ripetere il patetico siparietto in altri 49 tribunali (almeno finché Baystar ha denaro da regalare)

  • - Scritto da: paulatz
    > l'altra le nega la possibilità di
    > trasferire la causa presso un tribunale
    > dello Stato: questo viene infatti
    > considerato da SCO una sede più
    > adatta di una corte federale per trattare un
    > argomento così importante e complesso
    > come quello relativo alla proprietà
    > dei copyright di UNIX System V.
    >
    > Mi chiedo: per quale motivo SCO ritiene il
    > tribunale statale più adatto di
    > quello federale per una questione
    > così delicata?
    > Di certo il problema del copyright su Linux
    > non è ristretto ad una sola delle
    > nazioni degli USA, ma forse c'è
    > un'altro motivo... Mettiamo che il SCO possa
    > ottenere il processo nel tribunale statale,
    > quando perderà la cuasa potrà
    > ripetere il patetico siparietto in altri 49
    > tribunali (almeno finché Baystar ha
    > denaro da regalare)

    non gliene frega niente di linux a SCO è un'esca per le allodole serve solo a dare tempo a Microsoft per l'uscita di longthorn... per il resto la fine che facevano la sapevano già.
    non+autenticato
  • prima accusano e poi cercano le prove e se non le trovano chiedono rinvii
    non+autenticato
  • La MOTION TO DISMISS è stata vinta da Novell e SCO NON aveva intenzione di continuare il processo ma di rimandarlo!!

    Avete confuso il PLANTIFF con il DEFENDANT'S:
    - Sco è il Plantiff (QUERELANTE), e ha presentato la MOTION TO REMAND;
    - Novell è il Defendant's (imputato? colui che si difente...), e ha presentato la MOTION TO DISMISS.

    ---------------------------
    PREMESSA: SCO, per le sue affermazioni e registrazioni sui copyright di Unix, ha accusato Novell di SLANDER OF TITLE. Il SLANDER OF TITLE, se non ho capito male, è praticamente l'accusa che fai a uno che ti ha "diffamato", ha detto cose non vere, l'ha fatto apposta e ti ha causato dei danni, detta in parole molto semplici.

    Per dimostrare il SLANDER OF TITLE, Sco deve dimostrare:
    - falsità affermazioni di Novell;
    - malizia da parte di Novell;
    - Perdite;
    - N'altra che non mi ricordo A bocca aperta

    SCO ha tentato di far "scaricare" il processo, con la MOTION TO DISMISS, cercando di dimostrare DA SUBITO che le sue affermazioni sono vere e non hanno causato perdite a SCO.
    -----------------------------

    Quindi Sco ha querelato Novell, ma adesso voleva rimandare il processo (ma dai..SCO non ha mai fatto un ritardo A bocca aperta), per ragioni che non ricordo. Novell invece voleva che il processo non fosse fatto (procedimento "scaricato", dismissed).

    Tutto ciò nel link: http://www.groklaw.net/article.php?story=200406102...

    >"....
    >
    >CONCLUSION
    >
    >For the reasons stated above, Plaintiff's Motion to Remand is DENIED,

    Quindi il processo S'HA da fare! SCO ha perso (motivazioni nel link).

    >and Defendant's Motion to Dismiss is DENIED as to Plaintiff's pleading >of falsity

    Novell non è riuscita a dimostrare COMPLETAMENTE (se leggete bene nel documento, praticamente il giudice è d'accordo al 90% con Novell che SCO NON detiene il copyright di Unix, ma questo non è sufficiente a vincere una motion to dismiss) che le asserzioni di Novell riguardo la proprietà di Unix sono vere;

    >and GRANTED as to Plaintiff's pleading of special damages. Plaintiff is >granted 30 days from the date of this Order to amend its Complaint to >more specifically plead special damages.

    Praticamente Novell ha dimostrato che SCO non ha subito gravi perdite dall'affermare che Unix è suo. La richiesta di DISMISS trova accoglimento, ma SCO ha tempo 30 giorni per correggere i suoi memorandum e sperare in un'altra decisione (o, come si congettura, cambiare tipo di attacco a Novell..cosa che cmq penalizza NON POCO la credibilità di SCO).

    Quando alla causa con IBM-SCO: SCO ha certo ottenuto la modifica dello SCHEDULING, ma l'ha ottenuta proprio perchè il giudice ha negato la biforcazione. Questa è più una vittoria per IBM. Le controquerele (PATENTS COUNTERCLAIMS) sui brevetti verranno discusse nel processo di novembre, diversamente da quanto voleva SCO (becia mossa di SCO per portare il vestito "candido" al processo).

    MI DISPIACE PI, siete grandi ma stavolta avete toppato alla grande (senza cattiveria, eh?).
    Vi consiglio di rimuovere l'articolo e di riscriverlo.


    P.S.: IANAL, non sono un legale, quindi non so tradurre bene certi concetti...Quindi li ho lasciati in inglese, dando possibili traduzioni, senza garanzie di correttezza.


    Francesco Pretto, ceztko
    a groklaw's daily-reader A bocca aperta
  • Caro amico, se le tue fonti sono esclusivamente quelle di Groklaw, il tuo commento vale quanto quello espresso da un Ultrà in un derby ...esageratamente "di parte". L'atteggiamento fondamentalista ed intransigente di Groklaw nei confronti di SCO è Talebano sia nei contenuti che nelle interpretazioni. Il mio suggerimento è quello di rifarti a qualcosa di piu' democratico e obbiettivo. Ti ricordo che Groklaw ha persino intrapreso un attività di difesa legale nei confronti di chi viene denunciato da SCO per violazione dei copyright su Unix (a pagamento chiaramente!).

    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Caro amico, se le tue fonti sono
    > esclusivamente quelle di Groklaw, il tuo
    > commento vale quanto quello espresso da un
    > Ultrà in un derby ...esageratamente
    > "di parte". L'atteggiamento fondamentalista
    > ed intransigente di Groklaw nei confronti di
    > SCO è Talebano sia nei contenuti che
    > nelle interpretazioni. Il mio suggerimento
    > è quello di rifarti a qualcosa di
    > piu' democratico e obbiettivo. Ti ricordo
    > che Groklaw ha persino intrapreso un
    > attività di difesa legale nei
    > confronti di chi viene denunciato da SCO per
    > violazione dei copyright su Unix (a
    > pagamento chiaramente!).
    >
    > Saluti

    EEEEEEEEHHHHHH???????????????????????????????

    Ma io ho preso IL DOCUMENTO DEL GIUDICE KIMBALL. Sono atti del processo! Insomma, a parte i commenti sul caso IBM- SCO, ho solo detto fatti accertati. Ma hai letto bene il mio post?

    Rileggiti questo: http://www.groklaw.net/article.php?story=200406102... .
    E', ripeto, un atto del processo.

  • - Scritto da: Anonimo
    > Caro amico, se le tue fonti sono
    ...

    non leggo alcuna controdeduzione sugli argomenti esposti
    *Questo* è un tipico atteggiamento da Talebano (pro-MS-SCo, ovviamente): non hai argomeni, ma credi di poter lo stesso sminuire la realtà accampando dietrologismi sterili

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Caro amico, se le tue fonti sono
    > esclusivamente quelle di Groklaw, il tuo
    > commento vale quanto quello espresso da un
    > Ultrà in un derby ...esageratamente
    > "di parte". L'atteggiamento fondamentalista
    > ed intransigente di Groklaw nei confronti di
    > SCO è Talebano sia nei contenuti che
    > nelle interpretazioni. Il mio suggerimento
    > è quello di rifarti a qualcosa di
    > piu' democratico e obbiettivo. Ti ricordo
    > che Groklaw ha persino intrapreso un
    > attività di difesa legale nei
    > confronti di chi viene denunciato da SCO per
    > violazione dei copyright su Unix (a
    > pagamento chiaramente!).
    >
    > Saluti

    Dopo il primo "emozionato" messaggio di replica, te ne mando uno piu' pensato e ragionato.
    Caro Amico, io spero che tu abbia letto il mio messaggio con attenzione. Mi e' costato un bel po' cercare di spiegare concetti legali certamente non triviali con un linguaggio che, a "orecchio", fosse stato comprensibile a tutti con un minimo di comprensione dell'inglese. Innanzitutto, ti concedo che ho esternato una interpretazione personale (che coincide con quella dei redattori di Groklaw) per quanto riguarda la causa SCO-IBM. Pi la considera come vittoria di SCO, io e pure Groklaw la consideriamo una mezza sconfitta con contentino a SCO. OK, ritiro il mio "emendamento" =) e lascio a Pi tutta la liberta' di cui DEVE disporre. Ti invito pero' a leggere le altre 2 obiezioni che ho fatto: ti accorgerai che ho citato un solo documento giuridico, la decisione del giudice Kimball. Qui un pdf con il documento scannato: http://www.groklaw.net/pdf/Novell-29.pdf .
    Una decisione del giudice non va interpretata: dice delle cose e quelle sono. Questo non e' esattamente un atteggiamento anti-democratico, poco obiettivo, talebano, fondamentalista. Questo e' attestare i fatti come sono. Io, come ho scritto a Pi, non contesto l'interpretazione, ma contesto la presentazione dei fatti, e cioe' che SCO e Novell hanno presentato una mozione a testa: In entrambi i casi, SCO non ha ottenuto quello che voleva. Quindi questa e' una sconfitta per SCO, non una vittoria.
    Ti potrei contestare le affermazioni offensive e ingiuriose su Groklaw: non lo faro', mi basta aver dimostrato la mia correttezza. Groklaw non ha certo bisogno di difendersi da commenti come i tuoi. Aggiungo che non firmarsi non ti aiuta a essere piu' oggettivo.

    senza rancore,
    Francesco PRetto

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'atteggiamento fondamentalista
    > ed intransigente di Groklaw nei confronti di
    > SCO è Talebano sia nei contenuti che
    > nelle interpretazioni.

    Fatti, nomi, riferimenti: altrimenti sono solo chiacchiere.

    > Il mio suggerimento
    > è quello di rifarti a qualcosa di
    > piu' democratico e obbiettivo.

    Per esempio l'Istituto Alexis de Tocqueville?

    > Ti ricordo
    > che Groklaw ha persino intrapreso un
    > attività di difesa legale nei
    > confronti di chi viene denunciato da SCO per
    > violazione dei copyright su Unix (a
    > pagamento chiaramente!).

    Falso: l'ha intrapresa una società per cui lavora Pamela Jones.

    > Saluti

    Ricambio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: ceztko
    > La MOTION TO DISMISS è stata vinta da
    > Novell e SCO NON aveva intenzione di
    > continuare il processo ma di rimandarlo!!

    Ciao, è esattamente ciò che riportiamo nella news di oggi. Tu che hai letto? Occhiolino))
  • >Il giudice Kimball, con una decisione separata, ha anche >respinto la richiesta di Novell per l'emissione di una sentenza di >non luogo a procedere. Come si ricorderà, quest'ultima lo >scorso marzo aveva presentato un documento in cui sosteneva >che le indagini non avevano fatto emergere elementi idonei a >sostenere un'accusa e che, di conseguenza, la causa andava >chiusa.

    Falso, la richiesta di Novell. E' stata accettata.

    riferimento (nelle Conclusioni), http://www.groklaw.net/pdf/Novell-29.pdf:

    "....and Defendant's Motion to Dismiss is DENIED as to Plaintiff's pleading of falsity and GRANTED as to Plaintiff's pleading of special damages."

    traduzione (termini legali imprecisi Sorride:
    "...e la mozione per il rigetto della causa presentata dal "difendente/inputato?" (Novell) e' Negata, per la "supplica" di falsita' del querelante e ACCETTATA per la "supplica" di danneggiamenti speciali del querelante."

    Adesso SCO ha 30 giorni di tempo per correggere i suoi documenti legali e provare a ottenere una decisione diversa.

    >mentre la seconda è nel proseguimento della causa contro >Novell. (NB: a proposito delle vittorie legali)

    Questa affermazione e' imprecisa. Intanto SCO, come ho appena detto, sta veramente rischiando che il procedimento non abbia proprio luogo (SCO potrebbe continuare con il SLANDER OF TITLE, ma rischierebbe grossissimo, viste le parole pesanti come macigni per quanto riguarda la presunta falsita' delle affermazioni di Novell). Se poi riuscisse a convincere il giudice a negare la MOTION TO DISMISS presentata da Novell, presentando prove convicenti di perdite speciali, SCO NON aveva intenzione di continuare speditamente il processo. SCO (e non Novell) ha prsentato la MOTION TO REMAND, praticamente voleva rimandarlo (a quando non ricordo, forse dopo il processo SCO-IBM). Quindi il proseguimento della causa non puo' essere considerata una vittoria di SCO.

    Prova di questo, nelle conclusioni del solito documento (conclusioni):

    "For the reasons stated above, Plaintiff's Motion to Remand is DENIED, ..."

    Ripeto: SCO e' il plaintiff, il querelante.

    Potete certamente tralasciare i commenti che ho fatto su SCO-IBM. Quelli possono essere effettivamenti frutto di interpretazioni diverse.

    Ho letto molto attentamente il vostro articolo: io credo che sia una visione dei fatti non corretta e a sostegno vi ho dato solo riferimenti giuridici. Nessuna cattiveria, nessun talebanismo.

    Vi ringrazio per l'attenzione.
  • "La prima udienza del processo contro IBM era stata inizialmente fissata per l'aprile del 2005, mentre ora il giudice Dale Kimball, recependo una richiesta di SCO, l'ha spostata in avanti di cinque settimane, fissandola per il primo di novembre."

    Sono 7 mesi e non 5 settimane....

    non+autenticato
  • Corretto, grazie Occhiolino

    - Scritto da: Anonimo
    > "La prima udienza del processo contro IBM
    > era stata inizialmente fissata per l'aprile
    > del 2005, mentre ora il giudice Dale
    > Kimball, recependo una richiesta di SCO,
    > l'ha spostata in avanti di cinque settimane,
    > fissandola per il primo di novembre."
    >
    > Sono 7 mesi e non 5 settimane....
    >
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)