Banda larga uguale per tutti tutti?

di Lamberto Assenti - Una quantità enorme di denaro viene promessa per far arrivare il broad band a chi oggi non ce l'ha, alle stesse condizioni di chi ce l'ha. Finalmente?

Roma - Leggo con piacere che il ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri ha garantito che oltre ai 300 milioni di euro già stanziati per la banda larga in Italia ve ne saranno altri 1.930 che sosterranno la diffusione del broad band.

Non stiamo, evidentemente, parlando di noccioline. Stiamo parlando di una quantità di denaro che assomiglia più ad una piccola manovra finanziaria che ad uno stanziamento e che, se verrà confermata nella sua entità, potrà certo dare una spinta in avanti notevole a quello che viene considerato il motore dello sviluppo.

L'investimento, se davvero verrà portato avanti, rappresenta un'accelerazione rispetto al passato, quando al broad band si è preferita la televisione riverniciata con la parola "digitale" e definita persino "new media", una forzatura che fa sorridere.
Dice Gasparri che lo stanziamento non farà che aumentare il numero delle utenze ADSL che pure, secondo dati della Commissione europea, in Italia sono salite rapidamente nell'ultimo anno e mezzo, al punto che più di noi ha fatto solo la Francia.

Ma tra le cose che il Ministro ha affermato in queste ore ce n'è una a cui tengo particolarmente: "Il nostro impegno è quello di portare lo sviluppo, la crescita, la qualità dei servizi ovunque e alle stesse condizioni". Anzi, ha pure aggiunto che "in una vera democrazia telematica, tutti devono poter utilizzare la rete senza differenze".

Una bella evoluzione. Gasparri, che ieri consigliava il passaggio al satellite per chi non fosse raggiunto dall'ADSL, oggi non solo conferma che la banda larga è necessaria ma sostiene anche di volerla portare ovunque alle stesse condizioni. E i costi del satellite dei reietti della copertura ADSL non sono certo quelli che sostiene chi si abbona ADSL o fibra perché ce l'ha sotto casa.

Non sappiamo se questo significa che un satellite bidirezionale per gli esclusi godrà di una tariffa calmierata finanziata dallo Stato, o se invece si spingerà perché gli operatori trovino finalmente profittevole portare l'ADSL fuori dalle città. Quello che però sappiamo è che sono anni che un numero consistente di italiani è tagliato fuori dal broad band, italiani che ora certo sperano nella pioggia di denaro promessa di Gasparri. Ed è bene che il ministro ne sia consapevole perché, qualora la pioggia non fecondasse a dovere i campi, i cittadini sapranno a chi attribuire il mancato raccolto.

Lamberto Assenti
TAG: adsl
118 Commenti alla Notizia Banda larga uguale per tutti tutti?
Ordina
  • .... nel portare l'adsl nei posti più remoti dlel'italia ...

    tempo 2 anni e ci potranno essere flat umts o satallitari o altre possibili soluzioni (rete elettrica??) che non necessiteranno di enormi investimenti per tirare cavi a 2 case sperse nei paesini sperduti.

    Già ora volendo si puo usufruire di flat gprs a prezzi decenti e tra un paio d'anni sicuramente di flat umts testate e ben funzionanti
    non+autenticato
  • ... scusa eh, ma se usi la rete poco hai diverse alternative:

    1) Ti compri un 56k e paghi solo quello che consumi e poco (io spenso la sera 0,38 euro all'ora con i vecchi contratti wind)
    2) Con 8 euro al mese ti metti l'ISDN così hai la linea libera, vai un pelino + veloce e paghi come per il punto 1
    3) Ti metti l'ADSL a tempo e con tele2 spendi 1,80 euro l'ora

    I'm not doing anything wrong so let me smoke my joint and go to work!

    Ho fatto casino... doveva essere una risposta ad un altro thread, non uno nuovo...

    ==================================
    Modificato dall'autore il 22/06/2004 18.45.25
  • Se qualcuno volesse rendere partecipe il nostro caro ministro della situazione che viviamo noi a cui l'ADSL e' negato questo e' il suo indirizzo email.
    Io gli scrivo tutti i giorni per sentire come sta, d'altronde con il 56k l'unica cosa che si riesce a fare e' scrivere degli email, senza allegati ovviamente.
    non+autenticato
  • ...Preferisco rimanere con il 56K......

    INCREDIBILE, Telecom pensa che siamo tutti idioti.....Sperano di risolvere il problema della mancanza di copertura con una COSTOSA MONNEZZA che si chiama Alice SAT e che, ti fa pagare pure la telefonata da fisso!

    Costi doppi per NON avere banda in upload e per avere il telefono sempre occupato....
    Il tutto con ping da morire di vecchiaia.......

    Andate a vedere a quanto vende l'ADSL 2048 in Francia ( dove non è monopolista ) l'odiato gestore: 49 ? ivate COMPRESE URBANE E INTERURBANE ILLIMITATE......

    CHE SCHIFO...........
    non+autenticato
  • .....Ora che le elezioni sono passate ( e soprattutto adesso che il Polo l'ha presa ben bene nel sedere ) vedrete che il tutto si risolverà nella solita presa in giro all'italiana....

    Se volevano risolvere il problema della copertura ADSL in Italia l'avrebbero fatto da un pezzo...
    In realtà non se ne frega niente nessuno se ancora mezzo paese va con il 56k...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 29 discussioni)