Sony propone Playstation Inside

All'inizio dell'anno prossimo la divisione ludica di Sony metterà sul mercato i suoi processori avanzati, quelli utilizzati per la Playstation2. L'idea è di stravincere sugli avversari

Tokyo (Giappone) - Dal quattro marzo ad oggi la Playstation2 di Sony ha venduto in Giappone, quasi due milioni di unità, conferendo all'azienda la leadership nel settore. Sony ha, però, deciso di stravincere e battere avversari che già ora sono in ritardo.

Sony, che si aspetta risultati di vendita analoghi nei prossimi mesi con il lancio di Playstation2 in Europa e negli States, ha deciso che dall'inizio del 2001 metterà sul mercato a disposizione di tutti, anche dei propri concorrenti, i processori che "animano" il suo gioiellino videoludico.

L'idea dietro l'offerta che potrebbe essere definita "Playstation Inside" è quella di rafforzare la propria posizione di mercato e diventare un punto di riferimento a livello hardware per tutti i costruttori del settore. Si tratta anche di una mossa propagandistica, che mette in difficoltà gli avversari, come Nintendo o Sega, che già adesso soffrono dell'enorme peso di mercato assunto dalla prima e ora anche dalla seconda serie di console per videogames di Sony.
Va anche detto che gli annunci dell'azienda arrivano dopo un investimento già compiuto di 1,2 miliardi di dollari nello sviluppo dei nuovi processori e dopo lo stanziamento recente di altri 1,5 miliardi di dollari per lo stesso obiettivo.