Domini, l'eroina Julia Roberts

L'attrice si rivolge all'Organizzazione mondiale della proprietÓ intellettuale ed ottiene che il dominio .com che porta il suo nome sia assegnato a lei e tolto dalle mani di un cybersquatter

Ginevra (Svizzera) - Le decisioni del WIPO sono destinate a determinare il diritto sui domini con la risoluzione di dispute internazionali. Ed Ŕ quindi di rilievo il fatto che l'Organizzazione mondiale per la proprietÓ intellettuale abbia assegnato alla celebre attrice Julia Roberts il dominio juliaroberts.com, in precedenza registrato da tale Russell Boyd.

Boyd, noto perchÚ ha registrato numerosi domini con i nomi di celebritÓ internazionali, ha tentato di vendere quel .com sulla rete, ad un prezzo superiore ai 2.500 dollari. L'attrice ha deciso quindi di fare ricorso al WIPO ottenendo una "sentenza" che di fatto crea un precedente importante contro i cybersquatter e va a favore della prassi che associa sempre di pi¨ il diritto al possesso di un nome di dominio alla titolaritÓ del nome e cognome a cui quel dominio Ŕ ispirato.

Rimangono per˛ aperti problemi importanti. La decisione del WIPO, infatti, soddisfa Julia Roberts che entra in possesso del "suo" dominio .com, ma automaticamente mette fuori gioco i diritti di qualsiasi altra Julia Roberts che non potrÓ possedere il dominio corrispondente al proprio nome e cognome.
Il WIPO ha iniziato ad occuparsi delle controversie sui domini dallo scorso dicembre, quando decise che il dominio worldwrestlingfederation.com venisse tolto ad un fan del Wrestling e assegnato all'organizzazione sportiva ufficiale, la World Wrestling Federation. Le decisioni arbitrali del WIPO vengono prese nell'ambito del quadro regolamentare deciso dall'organismo che supervisiona i domini internazionali, l'ICANN.
TAG: domini