Intel lancia i chipset per l'E-PC

Il chipmaker presenta la propria prima linea di chipset con supporto a PCI Express e alle ormai prossime CPU x86 a 64 bit e dual-core. I nuovi chipset al centro di una nuova generazione di PC tagliati su misura per la casa digitale

New York (USA) - "La più importante piattaforma degli ultimi 12 anni". Così e nientemeno Bill Siu, general manager dell'Intel Desktop Platforms group, ha definito la nuova famiglia di chipset e processori per PC che, proprio oggi, fa il suo debutto ufficiale sul mercato.

I due componenti chiave della nuova piattaforma sono i nuovi chipset 915 Express (Grantsdale) e 925 Express (Alderwood), rispettivamente dedicati ai PC desktop di fascia alta e alle workstation. Figli di quella strategia con cui Intel intende accelerare la convergenza fra computing, comunicazione e media, i nuovi chipset sono stati progettati per integrare quasi tutto ciò che serve ad un PC: grafica 2D/3D, audio di qualità home theater, controller RAID, controller Fast Ethernet e, entro la fine dell'anno, supporto a Wi-Fi.

Intel sostiene che la sua nuova piattaforma rappresenta la base di una nuova generazione di PC desktop capaci di fornire maggiori prestazioni un po' in tutti i comparti: audio, video, grafica, bus, networking. Questo miglioramento è dovuto all'introduzione del supporto di un certo numero di tecnologie di ultima generazione, tra cui la tecnologia di bus PCI Express, l'interfaccia d'interconnessione Serial ATA, le memorie DDR2 SDRAM, una nuova versione del motore grafico Graphics Media Accelerator (GMA) con supporto alle DirectX 9, la tecnologia audio High Definition Audio con supporto al suono surround 7.1 e la tecnologia RAID Storage Matrix. Queste novità si sposeranno, entro la fine dell'anno, con i processori x86 di Intel a 64 bit e, nel 2005, con quelli a doppio core.
Sebbene PCI Express sia destinato a mandare definitivamente in pensione il bus PCI, inizialmente verrà utilizzato come sostituto della porta grafica AGP: non è un caso che ATI abbia già lanciato le prime schede grafiche PCI Express e, come Nvidia, si stia preparando a portare questa tecnologia anche nei notebook.

Secondo quanto riportato da EETimes.com, la prima generazione di prodotti PCI Express utilizzerà una modalità di funzionamento compatibile con PCI: questo darà modo ai maggiori sistemi operativi di supportare nativamente tutte le funzionalità offerte dalla nuova tecnologia d'interconnessione.

Grantsdale viene prodotto nelle versioni "P" e "G": quest'ultima, a differenza della prima che ne è priva, integra una sezione grafica basata sulla nuova revisione del motore GMA. I chipset 915 e 925 hanno funzionalità simili, ma il secondo fornisce maggiori performance e, a differenza di Grantsdale, non prevede alcun modello con grafica integrata: queste caratteristiche, secondo Intel, lo rendono particolarmente adatto agli appassionati di videogiochi e ai progettisti.

La nuova piattaforma di Intel rivestirà un ruolo chiave anche nel settore della casa digitale, dove promette PC più economici e dal design più compatto. Grantsdale entrerà nei salotti a cavallo dei così chiamati Entertainment PC (E-PC), computer in formato set-top box studiati per connettersi al televisore e fornire le tipiche funzionalità di un hub digitale e di un media center. Questi PC dovrebbero includere anche una tecnologia wireless che gli consentirà di operare come un vero e proprio access point Wi-Fi: tale funzionalità, che avrebbe dovuto accompagnare sul mercato Grantsdale, verrà introdotta in futuri modelli di questo chipset.

Sia i chipset 915x che il 925 supportano un nuovo socket a 775 pin, chiamato LGA-775, già alla base dei nuovi Pentium 4 che Intel ha introdotto sul mercato in congiunzione con Grantsdale e Alderwood. Il nuovo package sarà anche alla base delle future CPU x86 a 64 bit e dual-core.

I cinque nuovi modelli di P4 con socket LGA-775 includono 1 MB di cache L2 e, similmente ai più recenti Pentium M e Celeron, adottano il nuovo schema di denominazione basato su tre cifre: la loro frequenza di clock varia fra i 2,8 GHz e i 3,6 GHz e il loro numero di modello va da 520 a 560. Intel dovrebbe anche rilasciare, a breve, una versione a 775 pin del P4 Extreme Edition.
TAG: hw
41 Commenti alla Notizia Intel lancia i chipset per l'E-PC
Ordina
  • Speriamo che i nuovi pc desktop li facciano più silenziosi, per chè quelli attuali sembrano dei quadrimotori da bombardamento. Forse negli uffici e nei negozi che hanno un rumore di fondo alto saranno sopportabili, ma se si usano in casa di sera il rumore delle ventole non è accettabile.
    Per questo, per ora ho rinunciato a cambiare pc e mi tengo con tutte le cure possibili il mio vecchio pentium III 650 mhz che quasi non si sente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Speriamo che i nuovi pc desktop li facciano
    > più silenziosi, per chè quelli
    > attuali sembrano dei quadrimotori da
    > bombardamento. Forse negli uffici e nei
    > negozi che hanno un rumore di fondo alto
    > saranno sopportabili, ma se si usano in casa
    > di sera il rumore delle ventole non è
    > accettabile.
    > Per questo, per ora ho rinunciato a
    > cambiare pc e mi tengo con tutte le cure
    > possibili il mio vecchio pentium III 650 mhz
    > che quasi non si sente.

    Case Antec Sonata

    http://www.eprice.it/product.pasp?txtProductID=452...)

    lo trovi anche a 119euro da qualche vendor.
    Io ne ho due uno dei quali con 5 dischi, 1 DVD e un P4 northwood (2.8 overcloccato a 3.3) . senti solo muovere le testine dei dischi.

    Grossa ventola a bassi giri, alimentantore silenziosissimo da 380W autoregolato nella ventola, dischi isolati con guarnizione di silicone dal case.. etc. etc.
    Devi solo prendere una ventola silenziosa per il p4.
    Io personalmente tengo all'80% dei giri l'originale intel e non si sente assolutamente... max temperatura della CPU dopo ore di rendering con HT 52 gradi (100% cpu impengata), con ventola al 100% circa 49... la macchina, dopo test effettuati si pianta a 56 gradi quindi potrei anche abbassare la ventola al 70% ma sarebbe uguale acusticamente parlando.

    Gran bel case.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Speriamo che i nuovi pc desktop li
    > facciano
    > > più silenziosi, per chè
    > quelli
    > > attuali sembrano dei quadrimotori da
    > > bombardamento. Forse negli uffici e nei
    > > negozi che hanno un rumore di fondo alto
    > > saranno sopportabili, ma se si usano in
    > casa
    > > di sera il rumore delle ventole non
    > è
    > > accettabile.
    > > Per questo, per ora ho rinunciato a
    > > cambiare pc e mi tengo con tutte le cure
    > > possibili il mio vecchio pentium III
    > 650 mhz
    > > che quasi non si sente.
    >
    > Case Antec Sonata
    >
    > www.eprice.it/product.pasp?txtProductID=45289
    >
    > lo trovi anche a 119euro da qualche vendor.
    > Io ne ho due uno dei quali con 5 dischi, 1
    > DVD e un P4 northwood (2.8 overcloccato a
    > 3.3) . senti solo muovere le testine dei
    > dischi.
    >
    > Grossa ventola a bassi giri, alimentantore
    > silenziosissimo da 380W autoregolato nella
    > ventola, dischi isolati con guarnizione di
    > silicone dal case.. etc. etc.
    > Devi solo prendere una ventola silenziosa
    > per il p4.
    > Io personalmente tengo all'80% dei giri
    > l'originale intel e non si sente
    > assolutamente... max temperatura della CPU
    > dopo ore di rendering con HT 52 gradi (100%
    > cpu impengata), con ventola al 100% circa
    > 49... la macchina, dopo test effettuati si
    > pianta a 56 gradi quindi potrei anche
    > abbassare la ventola al 70% ma sarebbe
    > uguale acusticamente parlando.
    >
    > Gran bel case.

    peccato che se la temperatura è troppo alta i p4 "perdono" cicli di clock.. non so se accada anche con i northwood, ma coi prescott sì.
  • > peccato che se la temperatura è
    > troppo alta i p4 "perdono" cicli di clock..
    > non so se accada anche con i northwood, ma
    > coi prescott sì.

    la mia Cpu a 56 si pianta.. e a 52 va tranquilla.
    Ho fatto statistiche dei tempi e non perde un solo ciclo.
    Basta vedere una dir con delle immagini renderizzate e si vede che i tempi di render singoli non sono influenzati dalla temperatura.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > peccato che se la temperatura è
    > > troppo alta i p4 "perdono" cicli di
    > clock..
    > > non so se accada anche con i northwood,
    > ma
    > > coi prescott sì.
    >
    > la mia Cpu a 56 si pianta.. e a 52 va
    > tranquilla.
    > Ho fatto statistiche dei tempi e non perde
    > un solo ciclo.
    > Basta vedere una dir con delle immagini
    > renderizzate e si vede che i tempi di render
    > singoli non sono influenzati dalla
    > temperatura.
    >

    bruttina una cpu che si pianta a 56°... la mia resisteva a più di 60... (fortunatamente adesso gli ho messo un bel dissy thermaltake, 40° in full loadA bocca aperta )
  • > bruttina una cpu che si pianta a 56°... la
    > mia resisteva a più di 60...
    > (fortunatamente adesso gli ho messo un bel
    > dissy thermaltake, 40° in full loadA bocca aperta )

    bisogna vedere come viene letta la temperatura e che FSB hai... potrebbe piantarsi anche a 50 gradi come andare a 60.

    Con il dissy thermaltake quanto rumore fa il tuo pc?
    Il mio e' completamente muto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > bruttina una cpu che si pianta a 56°...
    > la
    > > mia resisteva a più di 60...
    > > (fortunatamente adesso gli ho messo un
    > bel
    > > dissy thermaltake, 40° in full loadA bocca aperta )
    >
    > bisogna vedere come viene letta la
    > temperatura e che FSB hai... potrebbe
    > piantarsi anche a 50 gradi come andare a 60.
    >
    > Con il dissy thermaltake quanto rumore fa il
    > tuo pc?
    > Il mio e' completamente muto.

    il thermaltake è silenziosissimo, ma purtroppo non c'è modo di apprezzarlo, dovrei cambiare alimentatore e ventole delle schede video, solo che ventole per gpu che lascino libero lo slot pci sono proprio poche e non sono affatto silenziose.
  • > il thermaltake è silenziosissimo, ma
    > purtroppo non c'è modo di
    > apprezzarlo, dovrei cambiare alimentatore e
    > ventole delle schede video, solo che ventole
    > per gpu che lascino libero lo slot pci sono
    > proprio poche e non sono affatto silenziose.

    Case sonata.....
    potevi risparmiarti 750g di dissy e ci compravi direttamente il case che e' anche bellino.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > il thermaltake è
    > silenziosissimo, ma
    > > purtroppo non c'è modo di
    > > apprezzarlo, dovrei cambiare
    > alimentatore e
    > > ventole delle schede video, solo che
    > ventole
    > > per gpu che lascino libero lo slot pci
    > sono
    > > proprio poche e non sono affatto
    > silenziose.
    >
    > Case sonata.....
    > potevi risparmiarti 750g di dissy e ci
    > compravi direttamente il case che e' anche
    > bellino.

    ehhehe non pesa 750g, inoltre il dissy l'avrei dovuto cambiare cmq, quello incluso faceva rumori preoccupanti.

  • > bruttina una cpu che si pianta a 56°... la
    > mia resisteva a più di 60...
    > (fortunatamente adesso gli ho messo un bel
    > dissy thermaltake, 40° in full loadA bocca aperta )

    dimenticavo..
    come lo metti in full load?
    E' HyperTreading?

    io ho notato che ci sono apps che a 100% in HT fanno arrivare la cpu ad un temperatura ed altre che sempre al 100% sono sotto di un bel po di gradi...
    sara' che sono meno ottimizzate per Ht.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > bruttina una cpu che si pianta a 56°...
    > la
    > > mia resisteva a più di 60...
    > > (fortunatamente adesso gli ho messo un
    > bel
    > > dissy thermaltake, 40° in full loadA bocca aperta )
    >
    > dimenticavo..
    > come lo metti in full load?
    > E' HyperTreading?
    >
    > io ho notato che ci sono apps che a 100% in
    > HT fanno arrivare la cpu ad un temperatura
    > ed altre che sempre al 100% sono sotto di un
    > bel po di gradi...
    > sara' che sono meno ottimizzate per Ht.
    >

    è un p3 overcloccato e overvoltato, niente ht quindi.
    per metterlo in full load per i test faccio girare prime95 per qualche oretta.
  • ho letto alcuni test:
    risultato, questa piattaforma non rappresenta nulla di nuovo, le frequenze maggiorate della ram vengono castrate dal bus, ma essendo la ram ddr2 è a maggior latenza.

    il prestcott a 30stadi di pippelinee si fa legnare spesso dal northwood a 20(credo) pippelinee, e mai ha incrementi sostanziali.


    insomma io credo che gli ingegneri intel non siano idioti.

    credo sappiano cosa stanno facendo.


    qualcuno lo capisce?

    qualcuno mi spiega perché uno dovrebbe acquistare una piattaforma come questa, con la paura di piegare i piedini del socket lga775?

    che senso ha spender di più per andare uguale o leggermente inferiore a prima?

    perché intel le innovazioni non le introduce quando oltre a innovare rendono i prodotti più performanti?

    perché ha iniziato mettendo ht su un sacco di cpu, non abilitato? perché sta facendo la stessa cosa con le estensioni a 64bits?


    giuro, non capisco intel.

    avvelenato che non capisce il senso di scegliere intel, ora come ora, con tutte le dimostrazioni di amd atte a smentire il luogo comune della inferiore velocità e stabilità delle sue piattaforme.
  • > qualcuno mi spiega perché uno
    > dovrebbe acquistare una piattaforma come
    > questa, con la paura di piegare i piedini
    > del socket lga775?


    ma intendi i piedini sulla scheda madre o quelli sul processore?

    perchè il processore lga775 non ha piedini...
    e quelli sulla scheda madre non sono piedini...
    in ogni caso non preoccuparti, non corri il rischio di piegare nulla, se fai attenzione (come in tutte le cose, come fino ad oggi con 478 piedini)

    riguardo alle prestazioni di prescott, sono d'accordo con te nel dire che non porta, per ora, vantaggi strabilianti, però io lo vedo come un punto di partenza in cui non perdi nulla di quello che avevi prima, ma eventualmente guadagni qualcosa.
    oggi il guadagno può sembrare poco, ma questo cambiamento è necessario per crescere, visto che la piattaforma precedente è stata tirata al limite (o al massimo per quanto convenga farlo)

    discorso prezzi:
    northwood e prescott a parità di frequenza costano la stessa cifra (se vai a vedere i prezzi reali, poi c'è chi approfitta del fattore novità)
    non+autenticato
  • > lo vedo come un punto di partenza in cui non
    > perdi nulla di quello che avevi prima...
    scusa, ma una pipeline più lunga non è non perdere nulla, ogni predizione sbagliata costa di più e ci sono fior fior di studi che mostrano come sia già irragionevole una pipeline a 20 stadi, tra l'altro anche i benchmark pratici mostrano che anche ottimizzando più che possibile l'efficienza dei processori con pipeline così esagerate non è proporzionale a quella di processori più equilibrati.
    non è proprio un punto di partenza, è l'ennesimo tentativo di intel di buttare fumo negli occhi ai consumatori con clock mostruosi, ma è già un binario morto, nel 2005 intel ha già dichiarato che migrerà anche i desktop sulla piattaforma che sta nascendo dall'evoluzione del centrino (che riporta fondamentalmente un core P2 con tutte le nuove istruzioni e qualche nuovo accorgimento).
    In pratica questo nuovo P4 è figlio del vecchio mito del MHz, solo che il mito è tramontato prima che fosse maturo 1) per concorrenza interna di Centrino, in un segmento, notebook, più lucrativo ed in forte crescita) 2) per concorrenza di AMD 3) perchè gli utenti erano stufi di spendere il doppio per avere un pc decentemente silenzioso o di dovere scendere a compromessi sui famosi MHz (e sulle megaschedevideo, e megadischi che producevano megacalore e megavibrazioni...) 4) perchè le nuove cpu sarebbero state improponibili sui notebook, con la necessità di dovere tenere aperte diverse linee di prodotto e ricerca, cosa assai costosa.
    In pratica lo vedo come una manovra per ramazzare su abbastanza soldini per recuperare quelli spesi in ricerca un paio di anni fa quando Intel credeva di poter abbindolare ancora qualcuno con il mito dei MHz, nell'attesa che l'obsolescenza programmata renda economicamente conveniente vendere i figli del centrino.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > qualcuno mi spiega perché uno
    > > dovrebbe acquistare una piattaforma come
    > > questa, con la paura di piegare i
    > piedini
    > > del socket lga775?
    >
    >
    > ma intendi i piedini sulla scheda madre o
    > quelli sul processore?
    >
    > perchè il processore lga775 non ha
    > piedini...
    > e quelli sulla scheda madre non sono
    > piedini...

    molte produttrici di mobo si sono lamentate della facilità con la quale essi (siano piedini o altro) si piegano

    > in ogni caso non preoccuparti, non corri il
    > rischio di piegare nulla, se fai attenzione
    > (come in tutte le cose, come fino ad oggi
    > con 478 piedini)

    intel garantisce il socket per 20cambi di cpu, che sono tante, ma basta fare un errore e friggi la mobo. Cavoli s'è tanto criticata AMD per motivi analoghi! (ricordate il core scoperto e scheggiabile?)

    >
    > riguardo alle prestazioni di prescott, sono
    > d'accordo con te nel dire che non porta, per
    > ora, vantaggi strabilianti, però io
    > lo vedo come un punto di partenza in cui non
    > perdi nulla di quello che avevi prima, ma
    > eventualmente guadagni qualcosa.
    > oggi il guadagno può sembrare poco,
    > ma questo cambiamento è necessario
    > per crescere, visto che la piattaforma
    > precedente è stata tirata al limite
    > (o al massimo per quanto convenga farlo)


    il prestcott ha senso solo con overclock estremo, è una tamarrata, con 30stadi di pippelinee ogni volta che il veggente della branch prediction canna una predizione di devi fetchare 30stadi...
    anche se mi han detto che la intel ha assunto nei suoi stabilimenti di R&D tale sibilla cumana che pare promettere un'affidabilità ancora maggiore della branch prediction...A bocca aperta

    >
    > discorso prezzi:
    > northwood e prescott a parità di
    > frequenza costano la stessa cifra (se vai a
    > vedere i prezzi reali, poi c'è chi
    > approfitta del fattore novità)

    a parità di frequenza northwood legna il prestcott, dissipa di meno, e non richiede mobo con i controcazzi energetici.


    avvelenato che reputa il prestcott una tamarrata

  • - Scritto da: Anonimo
    > > qualcuno mi spiega perché uno
    > > dovrebbe acquistare una piattaforma come
    > > questa, con la paura di piegare i
    > piedini
    > > del socket lga775?
    >
    >
    > ma intendi i piedini sulla scheda madre o
    > quelli sul processore?
    >
    > perchè il processore lga775 non ha
    > piedini...
    > e quelli sulla scheda madre non sono
    > piedini...
    > in ogni caso non preoccuparti, non corri il
    > rischio di piegare nulla, se fai attenzione
    > (come in tutte le cose, come fino ad oggi
    > con 478 piedini)
    >
    > riguardo alle prestazioni di prescott, sono
    > d'accordo con te nel dire che non porta, per
    > ora, vantaggi strabilianti, però io
    > lo vedo come un punto di partenza in cui non
    > perdi nulla di quello che avevi prima, ma
    > eventualmente guadagni qualcosa.
    > oggi il guadagno può sembrare poco,
    > ma questo cambiamento è necessario
    > per crescere, visto che la piattaforma
    > precedente è stata tirata al limite
    > (o al massimo per quanto convenga farlo)

    Prescott è un progetto morto. E' in forse anche il die-shrink a 65nm. Tejas è abbandonato. Prescott finirà relegato come core ai Celeron , per la fascia alta si prevedono dei nuovi ibridi dual o multi-core con estensioni 64bit, HT2, Vanderpool, FSB 1066MHz e core derivato da Pentium-M a cui si aggiungeranno i moduli del Pentium 4. Ed Intel nel 2006 potrebbe integrare core IA64 in CPU desktop assieme al core 32bit con estensioni 64bit tipo x86.

    Non conviene spendere su Prescott. Non conviene spendere troppo su PCI-Express, le soluzioni attuali saranno tutte obsolete e lentissime fra 12 mesi, quando si avrà la vera migrazione da PCI a PCI-E con l'uscita di nuove schede ad alta banda per GigaLAN e HDTV ad esempio...

    non+autenticato

  • - Scritto da: avvelenato
    > ho letto alcuni test:
    > risultato, questa piattaforma non
    > rappresenta nulla di nuovo, le frequenze
    > maggiorate della ram vengono castrate dal
    > bus, ma essendo la ram ddr2 è a
    > maggior latenza.
    >
    > il prestcott a 30stadi di pippelinee si fa
    > legnare spesso dal northwood a 20(credo)
    > pippelinee, e mai ha incrementi sostanziali.
    >
    >
    > insomma io credo che gli ingegneri intel non
    > siano idioti.
    >
    > credo sappiano cosa stanno facendo.
    >
    >
    > qualcuno lo capisce?
    >
    > qualcuno mi spiega perché uno
    > dovrebbe acquistare una piattaforma come
    > questa, con la paura di piegare i piedini
    > del socket lga775?
    >
    > che senso ha spender di più per
    > andare uguale o leggermente inferiore a
    > prima?
    >
    > perché intel le innovazioni non le
    > introduce quando oltre a innovare rendono i
    > prodotti più performanti?
    >
    > perché ha iniziato mettendo ht su un
    > sacco di cpu, non abilitato? perché
    > sta facendo la stessa cosa con le estensioni
    > a 64bits?
    >
    >
    > giuro, non capisco intel.
    >
    > avvelenato che non capisce il senso di
    > scegliere intel, ora come ora, con tutte le
    > dimostrazioni di amd atte a smentire il
    > luogo comune della inferiore velocità
    > e stabilità delle sue
    > piattaforme.

    I team di sviluppo di Prescott e Tejas sono stati "riassegnati ad altri incarichi" .. leggi "sbattuti a pulire i cessi" visto l'innegabile enorme spreco di denaro e pietosi risultati che hanno saputo produrre..Triste
    Tanto è che dalle voci in rete sembra che Intel per correre ai ripari abbia un progetto alternativo messo in mano ai team di sviluppo di Pentium-M (Centrino/Dothan) che fonderà il meglio dell'architettura Pentium4/NetBurst con quella del Pentium-M , aggiungendo Vanderpool, HyperThreading 2 , Dual(Multi)-Core, SSE3 e così via.
    non+autenticato