Il costo dell'ignoranza informatica

850 milioni di euro: questa è la somma che il solo settore sanitario italiano butta via a causa di un uso non produttivo delle nuove tecnologie. Lo afferma una ricerca AICA-SDA Bocconi

Roma - Due autorevoli enti italiani impegnati nella formazione hanno stabilito che la sola Sanità italiana paga ogni anno oneri per 850 milioni di euro a causa di quella che viene definita ignoranza informatica.

Secondo un rapporto realizzato da AICA e SDA Bocconi, con il patrocinio del ministero della Salute, di quello all'Innovazione e della Rappresentanza milanese della Comunità europea, "l'improduttività nell'uso degli strumenti informatici nel sistema pubblico e privato genera un costo nascosto", come si legge in una nota diffusa nelle scorse ore. La somma di 850 milioni di euro è pari alla spesa informatica dell'intero settore.

A questa somma si è arrivati dopo aver rilevato come molti siano coloro che si lamentano di aver perso molto tempo per utilizzare al meglio gli strumenti. "Dai dati - si legge nella nota - si è giunti alla conclusione che, per quanto si è potuto calcolare, il costo della improduttività (tempo perso) ammonta per l'intero sistema sanitario nazionale (pubblico e privato) a oltre 850 milioni di euro l'anno. Tale valore è dello stesso ordine di grandezza della spesa informatica dell'intero settore sanitario e rappresenta lo 0,84 per cento della spesa sanitaria dell'intero Paese".
Oltre un quarto degli addetti alla Sanità, secondo gli autori del rapporto, sono dunque impreparati a utilizzare gli strumenti informatici di base. Un'adeguata formazione, come quella fornita dalle organizzazioni che hanno steso il rapporto, consentirebbe a loro parere di ottenere benefici e rientri per almeno 2 miliardi di euro. Una stima che si basa sui risultati ottenuti con la formazione per la ECDL, la patente europea del computer, associati alle valutazioni e analisi già effettuate in ambito sanitario in altri paesi europei.

Il rapporto, "L'ignoranza Informatica: il costo nella Sanità", indica come ad una spesa informatica "non elevata in Italia, solo lo 0,59 per cento della spesa sanitaria totale, si aggiunge un utilizzo improduttivo".

Negli ospedali, continua la nota, "quasi il 44 per cento dei 771.000 addetti ospedalieri usano l'informatica per necessità di lavoro. Ma il 26 per cento degli addetti impiegano l'ICT senza una solida preparazione".

Per quanto riguarda invece i medici di base, risulta che il 76 per cento usa strumenti informatici per la propria professione e un altro 7,5 per cento ha dichiarato l'intenzione di farlo. Chi usa strumenti informatici sfrutta pacchetti software specifici per la gestione delle visite ambulatoriali e per la cura dei pazienti.
TAG: italia
76 Commenti alla Notizia Il costo dell'ignoranza informatica
Ordina
  • o almeno quasi inutili, è il risultato di un mercato che per mantenersi in vita deve offrire qualcosa di nuovo.
    Il problema è che (per non far nomi, parlo di Office) tutte le funzioni utili ed indispensabili erano già presenti fin dalle primissime versioni: carattere, grassetto, italico, sottolinenato, colore e qualche immagine qua e là.
    Sapete qual'è stata la cosa più geniale che abbiano mai fatto, dal punto di vista commerciale, alla Microsoft?
    Non so se ci avete mai riflettuto, ma, imho, è stata togliere l'opzione "testo giustificato" da Write.
    Sembra una stupidaggine, ma ha reso inutilizzabile il PC senza l'acquisto di Office (che tra l'altro una volta potevi comprare Word e basta).
    Giustamente si fa notare in qualche intervento che l'uso principale di un PC in un ufficio è scrivere testi; al limite, aggiungo io, fare delle somme con Excel.
    Io trovo profondamente ingiusto imporre l'acquisto di una suite che contiene cose che non verranno utilizzate mai.
    Parlo di piccole imprese o liberi professionisti, ve lo immaginate un notaio che si mette a pacioccare con Access? o la cinquantenne segretaria del notaio?
    Come se non bastasse ogni nuova versione crea nuove difficoltà, con opzioni spostate o modificate o "potenziate".
    Premesso che da vent'anni sviluppo sofware scientifico e un minimo di dimestichezza si presume dovrei averla, proprio in questi giorni ho perso tempo a capire come fare cose stupidissime con Office XP, tipo disegnare quattro righe verticali ("disegna qui", mi diceva), e con XP stesso: mi serviva catturare una bitmap con la barra della finestra attiva verde, mi ha risposto tipo "se non stai usando il tema Windows Classic col piffero che prenderò in considerazione i colori che mi dici"... questo sarebbe più facile e divertente?
    Per i signori di Microsoft che per lavoro leggono i forum, guardate che state rendendo la vita difficile alla gente.
    Inventatevi qualcosa che venga incontro alle esigenze degli utenti, che so, le skin esistono da sempre, non costringete la gente a riambientarsi ad ogni nuova versione! Date la possibilità di avere un ambiente "Word 2.0" e milioni di persone vi saranno grate!
    Poi se hai tempo clicchi su "Modello XP" e te lo studi con calma!
    Poi una domanda estemporanea: ma vi risulta che qualcuno abbia mai usato "formato>carattere>effetti di testo>coriandoli"?????
    Se si, vorrei conoscerlo, mi incuriosisce!
    Certe cose le avete fatte bene, tipo l'automazione dei collegamenti incrociati in Access, che una volta erano veramente uno sclero, ma che percentuale di utenti di Office sanno di cosa si stia parlando?
    Secondo me fareste una cosa buona e giusta a vendere separatamente i componenti di Office, perchè un bel giorno la gente comincerà a rendersi conto che se scrive un documento con un prodotto open lo potrà emailare a chiunque semplicemente previo opportuno "salva come", e una bella fetta di mercato ve la perdete!
    Uhm qual'era il topic? mi sono perso! spero di non essere andato OT!
    Ah sì, l'ignoranza informatica!
    Allora sono ON topic!
    La gente deve PRODURRE, ma perchè diamine dovete costringere le persone a studiare per capire come fare con uno strumento nuovo le stesse cose che faceva benissimo con uno strumento vecchio?

    ciao a tutti (vi ho annoiati abbastanza),

    giors
  • > La gente deve PRODURRE, ma perchè
    > diamine dovete costringere le persone a
    > studiare per capire come fare con uno
    > strumento nuovo le stesse cose che faceva
    > benissimo con uno strumento vecchio?
    >
    > ciao a tutti (vi ho annoiati abbastanza),
    >
    > giors

    Esatto punto per punto,
    Sto cominciando ad installare presso clienti Linux con l'open office, non di mia iniziativa, me lo chiedono loro per risparmiare e non poco.
    Fanno tutto quello che devono fare per mandare avanti l'ufficio, ogni tanto mi chiamano perche devono interfacciare l'open office con mysql ma ormai hanno imparato la procedura.
    Certo, settaggio del firewall, condivisione della connessione adsl o isdn on demand, predisposizione dei backup del file server, configurazione di eventuali database come postgresql ecc... richiedono ancora l'intervento del tecnico daltronde non credo che per un lavoro ben fatto non lo richiedano anche i sistemi windows.
    non+autenticato
  • Dalle strutture pubbliche?
    Chi non è in grado di usare con cognizione minima di conoscenza e capacità il PC -> A CASA!
    Poi una bella denuncia per danni a M$ che ha introdotto simili "meraviglie"; è lei che deve pagare i danni per ciò che questa mentalità e modus operandi ha portato allo stato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Dalle strutture pubbliche?
    > Chi non è in grado di usare con
    > cognizione minima di conoscenza e
    > capacità il PC -> A CASA!
    > Poi una bella denuncia per danni a M$ che ha
    > introdotto simili "meraviglie"; è lei
    > che deve pagare i danni per ciò che
    > questa mentalità e modus operandi ha
    > portato allo stato.

    Mi pare che tra il nulla e l'eccesso ci possano essere mezze misure. Quello che c'e' adesso e' il nulla: va bene cosi' perche' bisogna imparare ad usare tutto, ma non il PC, quello che dici tu e' l'eliminazione di chi non lo sa usare. Forse fare un po' di informazione e far pesare la non collaborazione dei dipendenti/utenti ANCHE per l'uso corretto del PC potrebbe essere una soluzione.

    Saluti...
    ................Enrico Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Dalle strutture pubbliche?
    > Chi non è in grado di usare con
    > cognizione minima di conoscenza e
    > capacità il PC -> A CASA!


    perche' magari ci sono medici bravissimi che il computer non sanno neanche dove e' il dritto, lo manderesti a casa e magari ti tieni il medico bravissimo con il PC ma che na sa curare.

    ciao

  • - Scritto da: Anonimo
    > Dalle strutture pubbliche?
    > Chi non è in grado di usare con
    > cognizione minima di conoscenza e
    > capacità il PC -> A CASA!
    > Poi una bella denuncia per danni a M$ che ha
    > introdotto simili "meraviglie"; è lei
    > che deve pagare i danni per ciò che
    > questa mentalità e modus operandi ha
    > portato allo stato.
    Infatti vado solo dai medici che sanno usare il pc;)
    non+autenticato
  • nella loro materia fondamentale cio' la medicina dato l'alto numero di danni causato agli ammalati per negligenza ed ignoranza medica, altro che ignoranza informatica!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > nella loro materia fondamentale cio' la
    > medicina dato l'alto numero di danni causato
    > agli ammalati per negligenza ed ignoranza
    > medica, altro che ignoranza informatica!!!!

    Vai tu a curare la gente, no:|:|
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > nella loro materia fondamentale cio' la
    > medicina dato l'alto numero di danni causato
    > agli ammalati per negligenza ed ignoranza
    > medica, altro che ignoranza informatica!!!!

    Finalmente un essere pensante: grazie di esistere!
    L'AICA vuole semplicemente mettere il dentino su una fetta della torta degli ECM (http://ecm.sanita.it/BancaDati/SB_Lista_Cerca_Accr...)
    che risultano già una farsa nel campo medico, figuriamoci nel campo informatico...
    Finirà come la pagliaccita del controllo di qualità ISO9000
    sull'apropriatezza del percorso diagnostico terapeutico
    (come se il malato fosse fatto di pistoni e rondelle).
    Giro di varzer fra fondi europei, fondazioni bancarie, società no profit, ospedali, e i beati che ci mangiano.
    Non porterà sfiga speculare sulla gente che soffre?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > nella loro materia fondamentale cio' la
    > medicina dato l'alto numero di danni causato
    > agli ammalati per negligenza ed ignoranza
    > medica, altro che ignoranza informatica!!!!

    beh se perdono tempo a studiare le nuove funzioni del SO certo ke restano indietro sulla medicina!
    non+autenticato
  • > beh se perdono tempo a studiare le nuove
    > funzioni del SO certo ke restano indietro
    > sulla medicina!

    anche se lo perdono con gli informatori...
    non+autenticato
  • ...ovvero quella dei programmatori.
    Se non proprio di ignoranza si puo` parlare, nel loro caso, di certo c'e` un certo "scarso senso pratico". La MS ha voluto si` muovere in favore del 100% user-friendly, e anche secondo me e` un concetto sbagliato in partenza (usa-senza-imparare e` un'assurdita`), pero` e` anche vero che quel che ha fatto per semplificare l'utilizzo, lo ha fatto male.
    Quanti di questi costi potrebbero riferirsi al software scadente? E quanti alla mania di chi produce periferiche di inventarsi sempre nuove interfacce proprietarie invece di accumunare almeno le funzioni di base in modo che seguano uno e un solo standard? Se ho uno scanner molto sofisticato, va bene che col suo driver io possa usare le sue funzioni specifiche, ma che ci vuole a mettere nel firmware una funzioncina standard che dice "se ti arriva questo codice di comando, seguito da questi parametri in quest'ordine, fai una scansione con le impostazioni di default?"... per esempio...
    non+autenticato
  • Tutto molto bello, ma fare come fanno ora rende molto di più.... e a loro questo solo interessa. A microsoft e a tutti gli altri produttori di software. Io sono daccordo con te, ma loro no...

    DjMix
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Tutto molto bello, ma fare come fanno ora
    > rende molto di più.... e a loro
    > questo solo interessa. A microsoft e a tutti
    > gli altri produttori di software. Io sono
    > daccordo con te, ma loro no...
    >
    > DjMix

    Be', un tempo pensavo che forse loro non avessero considerato la possibilita` di un migliore sviluppo dei loro stessi affari, per incremento della soddisfazione degli utenti, prendendo quella che ancora, con forte convinzione, considero "la giusta via". Insomma, che questi "mezzucci" per spremere 2 lire in cambio di una periferica o di un sistema che funziona cosi` cosi`, gli si ritorgano contro. Non hanno mai voluto verificarla davvero, questa teoria... hanno paura di perdere le 2 lire. Una cosa di certo l'hanno persa: la dignita`. Quando Bill sara` sul letto di morte, forse si rendera` conto che una volta spentosi, quasi nessuno lo ricordera` positivamente, e forse, dico forse, si considerera` il fallito che secondo me, a dispetto di tutti i "punti" che ha accumulato nel gioco della vita, egli e`.

    eehh... sono fatto cosi`, pazienza...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Alex¸tg
    >
    > Be', un tempo pensavo che forse loro non
    > avessero considerato la possibilita` di un
    > migliore sviluppo dei loro stessi affari,
    > per incremento della soddisfazione degli
    > utenti, prendendo quella che ancora, con
    > forte convinzione, considero "la giusta
    > via". Insomma, che questi "mezzucci" per
    > spremere 2 lire in cambio di una periferica
    > o di un sistema che funziona cosi` cosi`,
    > gli si ritorgano contro. Non hanno mai
    > voluto verificarla davvero, questa teoria...
    > hanno paura di perdere le 2 lire. Una cosa
    > di certo l'hanno persa: la dignita`. Quando
    > Bill sara` sul letto di morte, forse si
    > rendera` conto che una volta spentosi, quasi
    > nessuno lo ricordera` positivamente, e
    > forse, dico forse, si considerera` il
    > fallito che secondo me, a dispetto di
    > tutti i "punti" che ha accumulato nel gioco
    > della vita, egli e`.
    >
    > eehh... sono fatto cosi`, pazienza...

    Hai un sito in cui hai messo i tuoi videogiochi, programmi ecc ?

    ciao
    non+autenticato
  • Il concetto di "il pc facile per tutti" e' quello che ha voluto introdurre il caro Bill per vendere i suoi prodotti.
    Non piu' un monitor nero con una riga di comando, ma un bellissimo schermo pieno di colori e di temi diversi.
    Alla fine il pc rimane una macchina complessa da programmare ed utilizzare soprattuto in ambito produtto, senza un opportuno supporto e preparazione scrivere un lettera con la macchina da scrivere divente velocissimo rispetto a scriverla con il pc.Deluso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il concetto di "il pc facile per tutti" e'
    > quello che ha voluto introdurre il caro Bill
    > per vendere i suoi prodotti.
    > Non piu' un monitor nero con una riga di
    > comando, ma un bellissimo schermo pieno di
    > colori e di temi diversi.
    > Alla fine il pc rimane una macchina
    > complessa da programmare ed utilizzare
    > soprattuto in ambito produtto, senza un
    > opportuno supporto e preparazione scrivere
    > un lettera con la macchina da scrivere
    > divente velocissimo rispetto a scriverla con
    > il pc.Deluso

    Vorrà dire che formeremo un sacco di tecnici che sanno tutto del pc ma niente del resto per scrivere le lettere
    non+autenticato
  • > Vorrà dire che formeremo un sacco di
    > tecnici che sanno tutto del pc ma niente del
    > resto per scrivere le lettere
    certo, certo, infatti quando la gente ha dovuto imparare a leggere ed a scrivere ha disimparato tutte le atri et mestieri che conosceva prima... oggi dovranno imparare o'compùtèr e disimpareranno tutto il resto...
    ma vieni al mondo!
    e poi imparare ad usare uno strumento ti rende "un tecnico"?
    Ma evita di parlare di cose che non conosci!
    come se uno che sa leggere e scrivere fosse definito un letterato... chi impara a USARE il computer sarà semplicemente un impiegato o quadro come prima, solo che userà un nuovo strumento oggi indispensabile.
    Trovo allarmante questa difesa dell'ingnoranza, mai come oggi il volgo è sazio delle proprie conoscenze, autoreferenziale nel definirsi colto e preparato, in sostanza pronto ad accontentarsi e a "viver come buti", senza curiosità, senza possibilità di critica nè autocritica.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Vorrà dire che formeremo un
    > sacco di
    > > tecnici che sanno tutto del pc ma
    > niente del
    > > resto per scrivere le lettere
    > certo, certo, infatti quando la gente ha
    > dovuto imparare a leggere ed a scrivere ha
    > disimparato tutte le atri et mestieri che
    > conosceva prima... oggi dovranno imparare
    > o'compùtèr e disimpareranno
    > tutto il resto...
    > ma vieni al mondo!

    ti ricordo la frase a cui ho risposto:
    "Alla fine il pc rimane una macchina complessa da programmare ed utilizzare soprattuto in ambito produtto, senza un opportuno supporto e preparazione scrivere un lettera con la macchina da scrivere divente velocissimo rispetto a scriverla con il pc."

    > e poi imparare ad usare uno strumento ti
    > rende "un tecnico"?

    Io leggo una frase in cui c'è scritto "programmare ed utilizzare in ambito produttivo". Se secondo te i programmatori non sono tecnici...

    Ed in ogni caso ritengo abbia seri problemi chi crede che gli "utonti" (così li definite, no?) stiano più tempo a scrivere una lettera con il pc piuttosto che con la macchina da scrivere. Forse fate tesoro dei vostri primi anni di apprendistato davanti al pc?

    > Ma evita di parlare di cose che non conosci!

    Ehm, forse ti conviene evitare di giudicare chi non conosci...

    > come se uno che sa leggere e scrivere fosse
    > definito un letterato... chi impara a USARE
    > il computer sarà semplicemente un
    > impiegato o quadro come prima, solo che
    > userà un nuovo strumento oggi
    > indispensabile.
    > Trovo allarmante questa difesa
    > dell'ingnoranza, mai come oggi il volgo
    > è sazio delle proprie conoscenze,
    > autoreferenziale nel definirsi colto e
    > preparato, in sostanza pronto ad
    > accontentarsi e a "viver come buti", senza
    > curiosità, senza possibilità
    > di critica nè autocritica.

    Vabbé, solito sfogo da novello superuomo (no, non quello di nietzsche, che ovviamente tu saprai cos'è, vista la tua critica all'ignoranza) che lascia il tempo che trova
    non+autenticato
  • Guarda che in pratica hai affermato, spero tra il serio e il faceto, a questo punto, che visto che dovranno imparare ad usare il computer questo li distrarrà dal loro vero lavoro...
    ora, se eri faceto ci sono cascato
    se non lo eri, beh, a parte che saranno principalmente gli amministrativi ad usare i computer (e si spera che quelli non operino nessuno)... è comunque una affermazione che lascia il tempo che trova, il computer per loro è semplicemente uno strumento da utilizzare.
    che gli farà perdere meno tempo davanti al fax, davanti alla fotocopiatrice, al telefono (sai, le mail, gli allegati, roba comoda), che ridurrà lo spreco di carta...
    si, lo so che sono 30 anni che si dice ed invece la produttività non è aumentata di una virgola (cmq certe statistiche e certi controlli ggi sono questione di minuti e non di mesi quando gli struimenti sono usati CORRETTAMENTE) e tantomeno è scattato un vero risparmio... ma il fatto è che la maggior parte degli utenti lavorativi è un branco di babbuini che se ne possono sbattere di imparare ad usare il nuovo strumento perchè il sistema attuale glielo consente.
    Facendo un parallelo, se 100 anni fa le masse avessero avuto la prosopopea (coltivata abilmente dal mercato e dai mercanti) di oggi nessuno si sarebbe dato la briga di imparare a leggere e scrivere in italiano.
    PS neanche tu conosci la persona con cui stai parlando quindi non trarre conclusioni affrettate
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Trovo allarmante questa difesa
    > dell'ingnoranza, mai come oggi il volgo
    > è sazio delle proprie conoscenze,
    > autoreferenziale nel definirsi colto e
    > preparato, in sostanza pronto ad
    > accontentarsi e a "viver come buti"

    L'avvocato che trolla su PI?A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Alla fine il pc rimane una macchina
    > complessa da programmare ed utilizzare
    > soprattuto in ambito produtto, senza un
    > opportuno supporto e preparazione scrivere
    > un lettera con la macchina da scrivere
    > divente velocissimo rispetto a scriverla con
    > il pc.Deluso

    Se tu impieghi più tempo a scrivere una lettera col PC rispetto che a sctriverla con la macchina da scrivere allora hai dei GROSSI problemi :0
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Alla fine il pc rimane una macchina
    > > complessa da programmare ed utilizzare
    > > soprattuto in ambito produtto, senza un
    > > opportuno supporto e preparazione
    > scrivere
    > > un lettera con la macchina da scrivere
    > > divente velocissimo rispetto a
    > scriverla con
    > > il pc.Deluso
    >
    > Se tu impieghi più tempo a scrivere
    > una lettera col PC rispetto che a sctriverla
    > con la macchina da scrivere allora hai dei
    > GROSSI problemi :0

    Tu impieghi troppo poco tempo a cercare di capire quello che leggi.

    Poniamo una persona che ha lavorato da sempre in ufficio con una macchina da scrivere, scrive il suo documento e lo archivia.
    Il pc deve accederlo, attendere il bootstrap, avviare word, digitare il testo, formattarlo, salvarlo, cercare disperatamente di "spegnare" l'assistente di office ecc...

    Ci sono indubbi vantaggi nell'uso del pc in ufficio nell'archiviazione, modifica e creazione documenti tramite template che velocizzano il lavoro, ma se l'utente non viene istruito su come utilizzare questi strumenti si trovera' bloccato da mille dubbi e problemi.

    Inoltre i pc con win, hanno la "strana" abitudine di inchiodarsi, fare cose strane, ospitare virus ecc... quindi serve un'adeguato supporto tecnico.
    Senza tutto questo la macchina da scrivere ha indubbi vantaggi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)