Stanca: legittimo l'SMS presidenziale

In un intervento ad una conferenza sulla privacy, il Ministro afferma che la normativa non deve rallentare ma anzi contribuire a sviluppare le nuove tecnologie

Roma - Il giorno dopo la presa di posizione del Garante per la privacy che ha difeso il ruolo dell'Autorità, il ministro all'Innovazione Lucio Stanca ha affermato che, in ogni caso, la normativa sulla privacy "deve essere un acceleratore e non un freno allo sviluppo delle nuove tecnologie".

Stanca, che di recente ha avuto modo di criticare alcune posizioni del Garante, ha parlato in occasione del convegno Innovazioni tecnologiche e Privacy e ha sostenuto che "in tutta la nostra politica ed azione per la diffusione dell'innovazione tecnologica nel nostro Paese, a partire dall'e-government all'e-democracy abbiamo dato il massimo risalto alla tutela della privacy" (sul convegno vedi anche "Il garante accerchiato", di Carlo Formenti su QuintoStato.it).

Ma se il Garante prima del Ministro aveva parlato di una difficile opera di equilibrio tra opposte esigenze, Stanca invece non ha nascosto che "nel trinomio sicurezza, innovazione e privacy ci sono aspetti ed esigenze contrastanti, soprattutto in relazione al momento, alle circostanze, alla fase storica in cui si collocano".
Il Ministro nel suo intervento ha anche difeso l'iniziativa del Presidente del Consiglio che, come noto, ha avallato la spedizione di un SMS pre-elettorale in cui si ricordava a molti milioni di italiani gli orari dell'apertura dei seggi per le elezioni europee e amministrative. Una iniziativa che aveva suscitato una valanga di critiche e osservazioni.

Secondo Stanca "forse per la prima volta a livello nazionale si è realizzata una sorta di broadcasting nell'uso del telefonino, solitamente concepito come connessione punto a punto". "Del resto - ha aggiunto - sarebbe stata sicuramente diversa la reazione di chi ha contestato questa iniziativa se, anziché un SMS, avesse ricevuto una lettera".

"In realtà - ha continuato Stanca - le nuove tecnologie stanno cambiando il modo di comunicare non solo tra persone, ma anche dalle istituzioni verso i cittadini. Ad esempio, con l'evoluzione dell'infomobilità, GSM o GPRS abbinati al GPS, molti Comuni informano o informeranno i cittadini sulla percorribilità delle strade, sulle interruzioni dell'erogazione di servizi, etc. E, quindi, l'iniziativa della Presidenza del Consiglio ha solo anticipato su scala nazionale un modo innovativo, diffuso e rapido per comunicare, nello specifico per l'esercizio di un diritto-dovere, ma non ha certo violato la privacy".

Va detto che il Garante sulla questione ancora non si è espresso e qualcuno ha fatto notare come, a differenza dei servizi comunali per i quali il cittadino chiede espressamente di ricevere tali informazioni, l'SMS presidenziale, come è stato ribattezzato, è arrivato senza alcun consenso preventivo.
TAG: mercato
150 Commenti alla Notizia Stanca: legittimo l'SMS presidenziale
Ordina
  • Ricevevo messaggi di pubblicittà che non avevo richiesto, siccome non erano di mio gradimento ho riferito il fatto hai miei amici e uno di loro mi ha sgnalato questo sito "smsblock.it". Una sera mi sono collegata a questo sito e ho provato a seguire le indicazioni che mi dava per bloccare l'arrivo di questi sms alla fine dopo un pò di tempo ho ricevuto una mail dal sito che mi avvisava che avevano trovato il responsabile e gli avevano espresso la mia volonta di cancellarmi.Da quel momento non mi sono più arrivati quei maledetti messaggini..., sono rimasta molto contenta e sono tornata sul sito, ho mandato una mail per ringraziarli e gli ho chiesto: "Ma cosa ci guadagnate voi?...." mi hanno risposto che hanno intenzione quando saranno conosciuti di fa pagare per il servizio e di rivendere anche gli spazi pubblicitari.Quindi se avete un problema come il mio e finché é gratis ve lo consiglio...
    non+autenticato
  • Non so, ho cercato di capire le obiezioni, le indignazioni di coloro che si sono sentiti minacciati dall'sms del governo, ma non riesco a capire dove sta il problema.
    O meglio, i casi sono due:
    Se il problema e' legato alla privacy: succede a tutti di ricevere la pubblicita' via sms del proprio operatore telefonico. sono una seccatura ma basta cancellarli, no ? Ho letto che per l'invio dell'sms governativo hanno usato lo stesso sistema non invasivo (programma che genera tutti i numeri telefonici e li utilizza per inviare l'sms). Alcuni lo hanno ricevuto a orari assurdi ma cio' mi sembra un semplice disguido tecnico. Il bello dell'sms non e' la sua discrezione ? Suona una volta (se suona) e poi stop.
    Se il problema e' legato all'aspetto politico e alle possibili implicazioni elettorali del PresDelCons Silvio Berlusconi, questo e' tutto da provare. In ogni caso fa fede il testo dell'sms, assolutamente al di fuori di ogni equivoca interpretazione.
    A me personalmente ricevere un messaggio inviato a tutti gli italiani dal governo mi ha fatto sentire un po' di piu' parte della collettivita' e, perche' no, un po' piu' italiano. Quasi mi sarebbe dispiaciuto non riceverlo. Votare e' un diritto sacrosanto, ci dobbiamo lamentare se ce lo ricordano ? (e se ci ricordano come fare !?)
    Ah, non sono un filo-Berlusconiano.
    saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > l'sms). Alcuni lo hanno ricevuto a orari
    > assurdi ma cio' mi sembra un semplice
    > disguido tecnico.

    Già, solo un disguido.

    > Se il problema e' legato all'aspetto
    > politico e alle possibili implicazioni
    > elettorali del PresDelCons Silvio
    > Berlusconi, questo e' tutto da provare. In
    > ogni caso fa fede il testo dell'sms,
    > assolutamente al di fuori di ogni equivoca
    > interpretazione.

    La conosci bene la legge elettorale?
    Hai per caso visto quache TG dove si davano i risultati parziali? Hai visto il simbolo sulla parete dietro lo speaker? MINISTERO DELL'INTERNO.
    Che c'entra PresDelCons? Niente. Assolutamente fuori di ogni equivoca interpretazione.

    > Ah, non sono un filo-Berlusconiano.

    Certo, certo. L'hanno votato solo mio cuggino e sua sorella.
    Bruco
    2098
  • > ma basta cancellarli, no?

    sì, sì, anche io dicevo la stessa cosa quando arrivavano le prime ubblicità via e-mail. Ora molte mie caselle sono inutilizzabili, inondate da messaggi non richiesti. E tutto perché all'inizio nessuno si è mosso finché non si è capita la gravità del problema....:(

    Vogliamo che succeda la stessa cosa?
    non+autenticato
  • > > ma basta cancellarli, no?
    >
    > sì, sì, anche io dicevo la
    > stessa cosa quando arrivavano le prime
    > ubblicità via e-mail. Ora molte mie
    > caselle sono inutilizzabili, inondate da
    > messaggi non richiesti. E tutto
    > perché all'inizio nessuno si è
    > mosso finché non si è capita
    > la gravità del problema....:(
    >
    > Vogliamo che succeda la stessa cosa?

    Quando vedrai una legge che autorizza l'invio di qualunque cosa o quando vedrai arrivare decine di mail dalla presidenza del consiglio avrai qualche cosa di reale per cui lamentarti.

    Per ora non mi pare...
    non+autenticato
  • se fosse stato usato come mittente che so ufficio elettorale oppure ministero dell'interno ecc non ci sarebbe stato nulla da dire. il mittente percepito con l'sms inviato invece e chiaramente stato berlusca che quindi si e fatto propaganda a spese dello stato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > se fosse stato usato come mittente che so
    > ufficio elettorale oppure ministero
    > dell'interno ecc non ci sarebbe stato nulla
    > da dire. il mittente percepito con l'sms
    > inviato invece e chiaramente stato berlusca
    > che quindi si e fatto propaganda a spese
    > dello stato.

    Le spese per lo stato sono state nulle. Su tutto il resto posso concordare, almeno parzialmente
    non+autenticato
  • > se fosse stato usato come mittente che so
    > ufficio elettorale oppure ministero
    > dell'interno ecc non ci sarebbe stato nulla
    > da dire.

    il decreto parte dal governo quindi il mittente parte dal governo. poi se ci scrivi minInterno o presCons o topGigio francamente mi pare poco interessante

    > il mittente percepito con l'sms
    > inviato invece e chiaramente stato berlusca

    questa e' paranoia pura.

    > che quindi si e fatto propaganda a spese
    > dello stato.

    l'sms non e' costato una lira allo stato


    okkupatamente vostro
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > se fosse stato usato come mittente che
    > so
    > > ufficio elettorale oppure ministero
    > > dell'interno ecc non ci sarebbe stato
    > nulla
    > > da dire.
    >
    > il decreto parte dal governo quindi il
    > mittente parte dal governo. poi se ci scrivi
    > minInterno o presCons o topGigio francamente
    > mi pare poco interessante

    Senti Bondi, allora dì al tuo capo la prossima volta di scrivere TopoGigio, va bene?



    ==================================
    Modificato dall'autore il 21/06/2004 16.47.07
    Bruco
    2098
  • > Senti Bondi, allora dì al tuo capo la
    > prossima volta di scrivere TopoGigio, va
    > bene?

    comandi!Occhiolino


    okkupatamente vostro
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > se fosse stato usato come mittente che so
    > ufficio elettorale oppure ministero
    > dell'interno ecc non ci sarebbe stato nulla
    > da dire. il mittente percepito con l'sms
    > inviato invece e chiaramente stato berlusca
    > che quindi si e fatto propaganda a spese
    > dello stato.

    So che parlo al vento, ma te lo dico così poi non puoi dire che non lo sapevi: il mittente era la "preseidenza del Consiglio" e non il presidente dle consiglio. Nel primo caso è una istituzione, nel secondo una persona (berlusca).
    Quindi cerca un'altra scusa per le critich quotidiane.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > se fosse stato usato come mittente che
    > so
    > > ufficio elettorale oppure ministero
    > > dell'interno ecc non ci sarebbe stato
    > nulla
    > > da dire. il mittente percepito con l'sms
    > > inviato invece e chiaramente stato
    > berlusca
    > > che quindi si e fatto propaganda a spese
    > > dello stato.
    >
    > So che parlo al vento, ma te lo dico
    > così poi non puoi dire che non lo
    > sapevi: il mittente era la "preseidenza del
    > Consiglio" e non il presidente dle
    > consiglio. Nel primo caso è una
    > istituzione, nel secondo una persona
    > (berlusca).
    > Quindi cerca un'altra scusa per le critich
    > quotidiane.


    Il mittente era PresDelCons, fai un po' tu cosa si poteva capire...
    non+autenticato
  • Saluto tutti e mi complimento per il forum, non ho mai scritto ma ho letto...
    Volevo fare una domanda (due):
    Come si fa a sapere se l'SMS spedito ha come destinatario una persona che effettivamente doveva votare (minori con cell a nome dei genitori, stranieri non ancora aventi diritto al voto, persone che non godano piu' di tale diritto ma che abbiano il cellulare, ...)?
    Come si fa a sapere se questo messaggio a raggiunto effettivamente tutti coloro che ne erano interessati (c'e' chi doveva votare e non l'ha ricevuto)?

    Vi ringrazio. Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Saluto tutti e mi complimento per il forum,
    > non ho mai scritto ma ho letto...
    > Volevo fare una domanda (due):
    > Come si fa a sapere se l'SMS spedito ha come
    > destinatario una persona che effettivamente
    > doveva votare (minori con cell a nome dei
    > genitori, stranieri non ancora aventi
    > diritto al voto, persone che non godano piu'
    > di tale diritto ma che abbiano il cellulare,
    > ...)?
    > Come si fa a sapere se questo messaggio a
    > raggiunto effettivamente tutti coloro che ne
    > erano interessati (c'e' chi doveva votare e
    > non l'ha ricevuto)?
    >
    > Vi ringrazio. Ciao

    semplice, mandandolo a tutti indiscriminatamente.
  • > Come si fa a sapere se l'SMS spedito ha come
    > destinatario una persona che effettivamente
    > doveva votare (minori con cell a nome dei
    > genitori, stranieri non ancora aventi
    > diritto al voto, persone che non godano piu'
    > di tale diritto ma che abbiano il cellulare,
    > ...)?

    visto che le liste elettorali sono pubbliche in teoria sarebbe stato possibile mandare un messaggio solo ai cellulari intestati agli aventi diritto (ovvero anche minori con contratto intestato ai genitori). dubito sia stato fatto anche se non e' un'operazione complessa o molto lunga.

    > Come si fa a sapere se questo messaggio a
    > raggiunto effettivamente tutti coloro che ne
    > erano interessati (c'e' chi doveva votare e
    > non l'ha ricevuto)?

    l'sms non e' un protocollo sicuro soprattutto quando c'e' un picco di traffico quindi e' probabile che una piccola percentuale di utenti non lo abbia ricevuto (cosi' pare infatti).


    okkupatamente vostro
    non+autenticato
  • L'operazione è stata fatta dai gestori che, avendo i dati degli intestatari delle linee, sanno se sono maggiorenni, di cittadinanza italiana etc.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'operazione è stata fatta dai
    > gestori che, avendo i dati degli intestatari
    > delle linee, sanno se sono maggiorenni, di
    > cittadinanza italiana etc.
    >
    Tutti i possessori di una sim sono maggiorenni...
    non+autenticato
  • Grazie delle risposte,
    quindi se uno decide di non avere il telefonino, come puo' fare ad andare a votare?
    Cmq alla luce di cio' che o letto esprimo il mio parere contrario, essendo il cellulare come mi dite non sicuro, di non certa associabilità con la persona a cui si vuole arrivare, e da quello che mi sembra di capire e' stato mandato un po' a tutti senza un minimo di attenzione verso chi deve ricevere il msg.
    Per chi non puo' votare secondo me e' proprio di cattivo gusto.

    Ciao.
    non+autenticato
  • mi sembra che il titolo dica tutto...

    io l'sms non lo volevo per principio, non ho dato il mio consenso a ricever certe "cagate" del governo e mai darò il consenso per ricevere nulla da loro.

    Fan Linux
    Akiro
    1906
  • In ogni modo il fatto che una persona non sia daccordo con le tue idee non significa necessariamente che sia un burattino.

    Alessandro
    non+autenticato
  • > In ogni modo il fatto che una persona non
    > sia daccordo con le tue idee non significa
    > necessariamente che sia un burattino.


    bhe se difende palesemente un'ingiustizia...
    se non è un burattino è 'na marionetta.
    ciao
    Akiro
    1906
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)