Musica, le major sperano nel pocket CD

Per contrastare il drastico calo di vendite di singoli, l'industria discografica sta per lanciare un nuovo CD musicale, questa volta mini, che includerà tracce bonus e suonerie gratis. E' questo ciò che vogliono i consumatori?

Roma - Per adeguarsi ai tempi che cambiano, e invertire l'allarmante calo di vendite che ha investito i singoli, all'industria discografica è venuta un'ideona: rimpicciolire i CD e metterci dentro qualche orpello, fra cui un codice attraverso cui scaricare gratis da Internet una suoneria.

I nuovi singoli verranno venduti su mini dischi, chiamati pocket CD, simili a quelli da tempo utilizzati come supporti promozionali o biglietti da visita elettronici: tali CD dovrebbero essere compatibili con la totalità dei lettori sul mercato.

I cuccioli di CD a cui le major discografiche affideranno la riscossa dei singoli potranno contenere, oltre ad una manciata di brani, una traccia dati bonus: questa potrà essere letta su di un PC e contenere vari gingilli, come screensaver, sfondi per il desktop e foto.
Ma ciò con cui le etichette sperano di attrarre maggiormente l'interesse dei consumatori, specie dei più giovani, è l'inclusione del codice che dà diritto al download di una suoneria per i telefoni cellulari più diffusi: suoneria che, com'è facile immaginare, sarà la trasposizione "bippante" della cover contenuta su CD.

Fra le maggiori case discografiche che, a partire dal prossimo trimestre, intendono lanciare i pocket CD sul mercato c'è Universal: il colosso spera, così facendo, di ritardare la morte del CD e frenare la pirateria. C'è chi si chiede se basti qualche orpello e una suoneria gratis a cambiare un destino, quello dei CD, che a qualcuno appare segnato.
TAG: hw
124 Commenti alla Notizia Musica, le major sperano nel pocket CD
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 40 discussioni)