Quei filtri antivirus di Libero

Diverse segnalazioni sono giunte in redazione sull'ultima novità anti-virus messa in piedi dal portalone Wind. Qualcuno pensa che siano filtri eccessivi

Roma - Gentilissimi redattori di PI, volevo segnalare quanto segue.
Sono un più che soddisfatto possessore di una linea ADSL con Wind. Utilizzo moltissimo la mia casella di posta "@libero.it" da anni e non ho mai avuto problemi degni di nota.

Stamattina, come spesso capita, ho mandato un'email di lavoro con in allegato un file zip (al suo interno contenente un'applicazione per pocketpc col relativo setup.exe). Dopo qualche minuto scopro che l'email non è partita e ricevo di ritorno un messaggio che in inglese mi informava dell'esistenza di filtri contro contenuti "potenzialmente a rischio".

Ho contattato subito il servizio assistenza ADSL e ho trovato un competente e gentilissimo interlocutore il quale però non sapeva nulla della nuova "feature" di Libero. Dopo qualche chiacchiera di approfondimento e qualche sua richiesta in alto loco, da cui si giustificava il tutto per motivi di sicurezza in quando gli eseguibili sono potenziali portatori di virus, mi ha lasciato promettendomi una email di chiarimento relativamente al problema.
Il problema si verifica solo in outbound su smtp di Libero. In ingresso entra ovviamente tutto (il servizio di protezione è a pagamento). Dopo qualche altra prova scopro, con mia somma sorpresa, che i file.doc passano lisci. Ma come? Ma se il motivo è la sicurezza, si fanno passare i maggiori veicolatori di virus e worm in assoluto?
Qualcosa non mi quadra. Personalmente curo moltissimo la sicurezza, mia e dei miei clienti, ma so benissimo che la paranoia non ha mai aiutato in questo campo. Anzi, può solo provocare danni e malcontento. Non sarebbe stato più semplice analizzare i file in uscita, piuttosto che ricorrere all'impossibilità tout-court di spedizione? E procedendo con questo modo di agire, si finirà per disabilitare tutte le connessioni ad Internet di Libero in quanto potenzialmente portatrici di virus?

Questa cosa è per me eccessivamente fastidiosa e oggettivamente poco sicura.
In attesa di approfondire ulteriormente Vi lascio i miei più

Cordiali Saluti,
Pasquale Basile

Gentile Pasquale
diverse persone hanno scritto a Punto Informatico sulla novità di Libero che, in verità, applica una policy già adottata da molti. Se è probabile che i file.doc saranno presto inseriti tra quelli potenzialmente pericolosi, è certo da ascrivere ai costi il fatto che i file stessi non siano sottoposti a scansione antivirus prima del loro rilascio. In un periodo in cui le mailbox sono invase da ogni sorta di virus per l'imperizia di una grande quantità di utenti, non sono certo che un'iniziativa come quella di Libero sia da condannare, sebbene sia sempre opportuno che novità di questo tipo siano tempestivamente comunicate agli utenti proprio per evitare sorprese e incomprensioni.
Un saluto, a presto, Lamberto Assenti.
TAG: sicurezza
115 Commenti alla Notizia Quei filtri antivirus di Libero
Ordina
  • Informazione 1:
    Libero blocca i file .zip nella posta in uscita dai suoi clienti (quelli in entrata solo se pagano, ma al momento non ci interessa)

    Informazione 2:
    Alcuni di voi lamentano che "non fanno niente per evitare l'invio di Netsky ai propri clienti"

    Corollario
    Netsky si diffonde attraverso un file .zip

    2 + 2
    Libero sta cercando di fare qualcosa per bloccare Netsky: impedisce ai suoi clienti infetti di diffonderlo bloccando i file
    .zip che lo veicolano

    Forse risolto il problema attuale toglieranno anche il filtro...

  • Se non si può più allegare files alle email ( doc, exe, ecc..) perchè potenzialmente pericolosi, allora a che servono le email? Se viene permesso solo testo, tanto vale usare gli sms. A parte che potrei usare programmi che non danno estensioni doc ai documenti, ma che possono lo stesso avere delle macro o del codice pericoloso, e il formato html? Non è potenzialmente pericoloso anche quello? Lo filtriamo dalle email? E poi...?
    non+autenticato
  • io ho due e-mail:
    con libero, mai ricevuto un virus.
    con tiscali: una e-mail su cinque, da due mesi a questa parte rapsodia netzy-p, nelle più svariate versioni.
    per non parlare di allegati, pif, exe, com che spamhilitor blocca (sempre da tiscali), vedete un po voi!
    non+autenticato
  • Salve,

    vi scrivo per segnalare che tra i siti vostri insersionisti, il sito http://www.xxxxxxxxxxx.net/ diffonde un troian le cui
    caratteristiche le potete trovare al seguente indirizzo:
    http://securityresponse.symantec.com/avcenter/venc...

    non appena il browser ha caricato la pagina, si apre una popup che si richiude subito, ed appare il messaggio di norton che avvisa della minaccia.

    il file infetto che tenta di caricarsi è:
    C:\Documents and Settings\SIAS\Impostazioni locali\Temporary Internet Files\Content.IE5\HZI6CGNU\shellscript[1].js

    in attesa di un riscontro, porgo cordiali saluti

    ____________________________________

    questa è una email che ho inviato a Libero dopo che cliccando su un banner presente sul loro portale, il sito a cui accedevo, cercava di infettare il mio computer con un virus/trojan. Ovviamente non ho avuto risposta...
    quindi attenzione col dire che i virus si prendono solo con gli allegati di posta, anche entrare in certe pagine è potenzialmente pericoloso, per cui l'Antivirus è indispensabile!!!

    Saluti
    Francesco
    non+autenticato
  • tempo fa ho mandato una email di protesta allo staff di libero.
    Reclamavo per la "ganzata" dei filtri sulla posta che se per utenti m$ rappresentano un poor-man-service per chi cura un minimo la propria sicurezza e' un totale disservizio.

    beh, la email mi e' tornata indietro:

    Remote MTA ims2a.libero.it: SMTP diagnostic: 552 RCPT TO:<staff.libero@libero.it> Mailbox disk quota exceeded

    bene ... bravi ...
    chef
    191
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 29 discussioni)