IBM svela una memoria magnetica

Insieme al colosso tedesco delle memorie Infineon, IBM presenta il prototipo da 16 Mbit di una memoria di nuova generazione, nota come MRAM, che sembra destinata a divenire uno standard del futuro

Hawaii (USA) - Le memorie magnetiche, potenziale sostituto di molti tipi di memorie RAM oggi sul mercato, sono omai vicine a materializzarsi in un prodotto sufficientemente maturo per essere utilizzato su computer e dispositivi mobili. A dirlo sono IBM e Infineon che, durante un recente simposio, hanno tolto i veli al primo modulo di memoria MRAM da 16 Mbit.

A differenza delle memorie RAM tradizionali, che utilizzano cariche elettriche per memorizzare i dati, le MRAM utilizzano cariche magnetiche. Questa caratteristica fa sì che le MRAM siano più veloci degli attuali chip di memoria, consumino molta meno energia e, cosa più importante, conservino le informazioni immagazzinate anche in assenza di corrente elettrica. IBM sostiene che le MRAM, racchiudendo in sé le migliori caratteristiche delle memorie tradizionali (DRAM, SRAM e flash) possano potenzialmente essere utilizzate in qualsiasi apparato elettronico, dai PC ai telefoni cellulari, dagli handheld alle macchine fotografiche digitali.

Le memorie MRAM hanno tempi di scrittura che, secondo IBM, sono circa 1.000 volte inferiori a quelli delle flash e tempi di lettura circa 20 volte inferiori a quelli delle più veloci DRAM. Sul lato dei consumi, Big Blue afferma invece che le memorie magnetiche richiedono circa un centesimo dell'energia elettrica di cui necessitano le tradizionali memorie DRAM.
Sebbene, come si è detto, le MRAM rappresentino un'interessante alternativa alle attuali memorie RAM per PC, il campo di applicazione dove inizialmente hanno più chance di sfondare è quello dei dispositivi mobili, un segmento notoriamente dominato dalle memorie flash. Rispetto a queste, le MRAM sono notevolmente più veloci, tuttavia sono anche più difficili da costruire e richiedono, da parte dei produttori, l'investimento di forti somme per l'acquisto di nuovi macchinari. Resta dunque da vedere quanto tempo ci vorrà prima che le MRAM divengano abbastanza economiche da insidiare le flash.

Lo scorso anno IBM e Infineon predissero l'avvio della produzione commerciale delle MRAM nel 2005, ma durante l'ultima conferenza hanno detto, più prudentemente, che queste memorie potrebbero diffondersi su diversi segmenti del mercato "entro pochi anni".
TAG: hw
36 Commenti alla Notizia IBM svela una memoria magnetica
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)