Fermati i datori di lavoro spioni

Succede in uno degli stati australiani, dove una normativa impedirà di leggere l'email dei dipendenti, studiare le loro navigazioni web o scrutarli da una telecamera

Sydney (Australia) - Nel più popoloso degli stati australiani, il New South Wales, i datori di lavoro dovranno tornare ad avere fiducia nei propri dipendenti e a misurare la loro produttività con mezzi diversi dalle spie tecnologiche che hanno fin qui potuto impiegare.

Una legge statale, che potrebbe presto essere replicata in tutta l'Australia, spazza via un'attività odiosa, quella che viene definita di cybersnooping. Con questo termine si indicano i controlli sistematici sulle caselle di posta elettronica dei dipendenti, la lettura dei siti web visitati dalla postazione di lavoro, l'analisi delle videoregistrazioni effettuate dalle cam piazzate nelle aree dove lavorano gli impiegati o, ancora, l'uso di sistemi di lettura dell'uso dei veicoli aziendali.

La normativa è stata presentata dal procuratore generale dello stato e, sebbene si tratti solo di una bozza appoggiata dal governo locale, si ritiene che in breve tempo possa venire approvata in via definitiva.
Secondo la nuova legge, sarà considerata azione criminale qualunque attività di monitoraggio e controllo effettuata di nascosto con l'unica eccezione, certamente non secondaria, di quando un datore di lavoro possa dimostrare ad un tribunale di nutrire legittimi sospetti sul lavoro di un proprio dipendente.

"Noi non tolleriamo - ha spiegato il procuratore al parlamento locale - che vi siano datori di lavoro che installano telecamere in spogliatoi o toilette, tantomeno possiamo tollerare che vi sia chi legge le email private dei lavoratori". L'idea di fondo, ha spiegato, non è quella di impedire qualsiasi genere di supervisione ma di far sì che questa avvenga in modo corretto sul piano etico e rispettoso delle sensibilità.

Un'attività di controllo spot potrà essere effettuata, come già accade in altri paesi come l'Italia, soltanto se l'impiegato sia preventivamente avvisato.
34 Commenti alla Notizia Fermati i datori di lavoro spioni
Ordina
  • Tanto i datori di lavoro spioni si freg*** comunque!!!
    non+autenticato
  • Caro Punto Informatico, vediamo di essere corretti e precisi nell'informazione, e di non scadere nel sensazionalismo.
    Si tratta di una PROPOSTA di legge, come se ne fanno a milioni. Da qui a dire che diventerà legge, ne deve passare di acqua sotto i ponti.


    Il titolo corretto dell'articolo avrebbe dovuto essere: SI TENTA di fermare i datori di lavoro spioni.

    Che poi si tratti di datori di lavoro spioni è tutto da vedere e da dimostrare. Io sono un datore di lavoro, e se permetti su un computer MIO, che ho pagato IO, nel tempo lavorativo che pago IO a un mio dipendente o collaboratore, faccio tutti i controlli che voglio, senza essere taccioato di essere uno spione. La mail aziendale è una risorsa aziendale, e può essere contraollata da chiunque in qualsiasi momento.
    La mail personale i dipendenti se la possono controllare a casa LORO, in un computer LORO, nel tempo libero LORO.
    Non confondiamo l'essere spioni con l'essere avveduti e il non farsi infinocchiare a man salva.
    non+autenticato
  • bravo il nostro padron toni.
    certo il computer è tuo così come la banda, paghi tutto tu.
    poco importa se chi ti fa guadagnare sia il coglione che lavora.
    poco importa se uno dei pregi di google sia concedere il 20% del tempo ai dipendenti per progetti personali.
    stare davanti un pc non è sempre come stare in catena di montaggio.
    toglimi una curiosità: perchè non hai intrapreso la carriera militare?
    cresci ed impara a rispettare le persone, soldatino.
    davex
    non+autenticato
  • ...scusa ma credo che ci sia non solo il rispetto per il lavoratore ma anche per il datore di lavoro:

    navigare in internet e spedire mail private per 1 ora su 8(pagate...) penso sia una presa in giro da parte del lavoratore nei confronti del titolare.

    Trent:(
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...scusa ma credo che ci sia non solo il
    > rispetto per il lavoratore ma anche per il
    > datore di lavoro:
    >
    > navigare in internet e spedire mail private
    > per 1 ora su 8(pagate...) penso sia una
    > presa in giro da parte del lavoratore nei
    > confronti del titolare.
    >
    > Trent:(

    E le nottate passate a lavorare non pagate?
    non+autenticato

  • > > confronti del titolare.
    > >
    > > Trent:(
    >
    > E le nottate passate a lavorare non pagate?

    e gli straordinari inculati?
    e le migliaia di cose buone proposte , che rendono e che fanno anche risparmiare, considerate zero?

    e gli aumenti inesistenti?

    e la mensa non pagata?
    e le trasferte non pagate?
    e il livello di formazione tenuto a zero?

    e il fatto che se arrivi in ritardo di 1 minuto sono 15 minuti e se ti fermi 15 minuti non è niente?

    un po' di collare anche al cumenda non nuocerà ...
    anche se la lagge di murphy dice "non lasciare che il capo del tuo capo gli fiati sul collo"

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > > confronti del titolare.
    > > >
    > > > Trent:(
    > >
    > > E le nottate passate a lavorare non
    > pagate?
    >
    > e gli straordinari inculati?
    > e le migliaia di cose buone proposte , che
    > rendono e che fanno anche risparmiare,
    > considerate zero?
    >
    > e gli aumenti inesistenti?
    >
    > e la mensa non pagata?
    > e le trasferte non pagate?
    > e il livello di formazione tenuto a zero?
    >
    > e il fatto che se arrivi in ritardo di 1
    > minuto sono 15 minuti e se ti fermi 15
    > minuti non è niente?
    >
    > un po' di collare anche al cumenda non
    > nuocerà ...
    > anche se la lagge di murphy dice "non
    > lasciare che il capo del tuo capo gli fiati
    > sul collo"
    >

    ma dove cazzo lavori in una miniera russa ?
    a me straordinari trasferte e ogni spesa mi viene pagato come e' giusto che sia

    cambia lavoro mi sa che ti conviene
    non+autenticato
  • Bo, ma con questa storia di privacy qui si passa da un'estremo all'altro, io faccio il dipendente ho la mail di lavoro, e la mia privata, posso utilizzare internet e sono dietro ad un firewall-proxy nelle policy aziendali c'e' scritto a chiare lettere che la direzione effettua un controllo sul traffico, e non ci vedo niente di fantasmagorico so semplicemente che non posso stare 3 ore a guardare tettesode o nackedbigbops a parte perche' il proxy mi blocca, ma anche perche' sarebbe scorretto, ho il cell aziendale, non mi e' stato vietato di usarlo per comunicazioni personali, ma di limutarle il piu' possibile, poi sta a me usare detti strumenti con coscenza
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bo, ma con questa storia di privacy qui si
    > passa da un'estremo all'altro, io faccio il
    > dipendente ho la mail di lavoro, e la mia
    > privata, posso utilizzare internet e sono
    > dietro ad un firewall-proxy nelle policy
    > aziendali c'e' scritto a chiare lettere che
    > la direzione effettua un controllo sul
    > traffico, e non ci vedo niente di
    > fantasmagorico so semplicemente che non
    > posso stare 3 ore a guardare tettesode o
    > nackedbigbops a parte perche' il proxy mi
    > blocca, ma anche perche' sarebbe scorretto,
    > ho il cell aziendale, non mi e' stato
    > vietato di usarlo per comunicazioni
    > personali, ma di limutarle il piu'
    > possibile, poi sta a me usare detti
    > strumenti con coscenza

    sarà, ma telefoneresti con il tuo cellulare mentre il tuo capo ti sta a 10 cm dall'orecchio? tanto l'ufficio è suo, il tuo tempo è suo, tu sei suo, finchè sei li.

    su dai, buon senso per tutti, non solo per noi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sarà, ma telefoneresti con il tuo
    > cellulare mentre il tuo capo ti sta a 10 cm
    > dall'orecchio? tanto l'ufficio è suo,
    > il tuo tempo è suo, tu sei suo,
    > finchè sei li.
    >
    > su dai, buon senso per tutti, non solo per
    > noi.

    Ovviamente no, visto che il cell e' mio e sto parlando di casi miei, e magari non sarebbe manco educato, quello che tu hai detto e' ci vorrebbe buon senso, esatto, ma samo sicuri che ci sia?

    Ti faccio un piccolo esempio, data la tipologia del mio lavoro, non ho l' obbligo di rispettare l'orario rigidamente, ho solo, si fa per dire, delle scadenze e in base a queste mi gestisco da me il tempo, con cio voglio dire che se voglio andare in ufficio alle 10, ci vado, poi pero' esco 8,50 ore dopo ( facciamo 7 ore e trenta noi a contratto bancario) se io in quelle ore faccio il mio lavoro, il capo non mi rompe le balle, manco se vede che sto su punto informatico, perche'? perche' ho fatto cio' per cui sono pagato, che mi frega se hanno i log dei siti e non dei contenuti.

    Ora vietare un minimo di controllo sul posto di lavoro mi pare eccessivamente garantista tutto qua.

    Veniamo al discorso e-mail, essendo sistemista mi occupo pure di fare e disfare le caselle di posta, alla mia domanda ad un tizio di iso9000 sulla e-mail, mi ha detto che l'azienda DEVE specificare che potenzialmente puo' vedere il contenuto delle e-mail e che puo' guardare le stesse nel caso di licenziamento, ma deve darne copia al dipendente cosi' come deve dare copia anche del contenuto non inerente ad attivita' lavorative tutto qua, poi sta a me andarmi a spulciare cose private e cose aziendali.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...scusa ma credo che ci sia non solo il
    > rispetto per il lavoratore ma anche per il
    > datore di lavoro:
    >
    > navigare in internet e spedire mail private
    > per 1 ora su 8(pagate...)

    forse sono distribuite?
    vedi sotti

    >penso sia una
    > presa in giro da parte del lavoratore nei
    > confronti del titolare.

    pensa a quelli che oppressi da politiche dure come quelle del cumenda di inizio thread - lavorano meno perchè stanon male.
    il rendimento medio è basso.
    invece ci sono quelli che vengono valutati per il lavoro svolto, senza stare a guardare se intanto sono al cellulare con la figa o se dietro ai documenti c'è la foto di marzullo nudo
    o se stanno mandando 1 mail alla morosa ogni 10 mandate ai clienti

    l'ho visto fare di continuo.
    alla fine vince il mediocre che sta alle regole grigie.

    e gli altri, quelli che non si vogliono far incasellare, alla lunga ti mandano a cagare e se ne vanno

    lasciandoti solo mediocri che rendono meno, infelici, oppressi, ingrati (e grati di che? li tratti come la batteria della macchina ... "ti ho comprato, dammi corrente!")

    vi siete dimenticati di essere persone.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > bravo il nostro padron toni.
    > certo il computer è tuo così
    > come la banda, paghi tutto tu.

    beh, come dargli torto ?!?!?!
    Io sono un IMPIEGATO che inizierà fra 15 min. a lavorare e vedo i miei collefghi che già iniziano ad avviare i loro software P2P o che cominciano a saturare la banda mandando allegati cazzuti ai loro amici.
    Dopo salterà fuori che bisognerà spendere più ? per aumentare la banda...


    > poco importa se chi ti fa guadagnare sia il
    > coglione che lavora.

    che viene retribuito di conseguenza.
    non+autenticato