Intel spara a zero su Via e Nvidia

Secondo Intel Via racconta frottole, sia per quanto riguarda le prestazioni del suo nuovo chipset per Pentium 4, sia per quanto riguarda il possesso della licenza necessaria per produrlo. E avverte: l'nForce di Nvidia sarà un flop

Santa Clara (USA) - I litigi fra Intel e Via non sembrano destinati a placarsi, soprattutto ora che il chipmaker taiwanese ricopre un ruolo di primo piano nella produzione mondiale di chipset per PC.

Qualche giorno fa Via ha presentato il primo chipset DDR per Pentium 4, il P4X266, definendolo più veloce della soluzione i850/RDRAM di Intel.

In un'intervista rilasciata a Cnet, il vice presidente di Intel Anand Chandrasekher ha però respinto con forza le dichiarazioni di Via sostenendo che "le prestazioni da essi dichiarate sono false".
Ma i benchmark pubblicati da Via non sono l'unico terreno di diatriba fra le due aziende: l'altra questione è quella riguardante la licenza per produrre chipset per il P4, licenza che Via non ha ancora ottenuto ufficialmente da Intel ma che dichiara di aver avuto "in eredità" con l'acquisto, lo scorso anno, di S3.

Intel, che non ha mai voluto rilasciare dichiarazioni in merito, per bocca di
Chandrasekher si è ora limitata a dire che Via "non è autorizzata", dunque Intel non intende assolutamente riconoscere a Via alcuna licenza.

Nei giorni scorsi Via ha però dichiarato che andrà avanti anche senza il consenso di Intel.. Che all'orizzonte si stia profilando un'altra guerra giudiziaria fra i due chipmaker?

Commentando invece l'annuncio, da parte di Nvidia, del nuovo chipset integrato nForce, Chandrasekher ha detto: "Il prodotto è molto interessante? Sì. Esso soddisfa le necessità del mercato? Io penso di no".

Secondo Chandrasekher, il mercato legato ai chipset con grafica integrata non è ancora maturo e l'nForce, con il suo costo elevato (circa 50$..) finirebbe per rivolgersi esclusivamente ad un ristrettissimo mercato di nicchia. Insomma, a parere di Intel, l'nForce sarà inevitabilmente un flop perché Nvidia non riuscirà a coprire i costi con un basso volume di vendite.
TAG: hw
2 Commenti alla Notizia Intel spara a zero su Via e Nvidia
Ordina
  • Finalmente si sta ritornando come ai vecchi tempi, quando c'era più concorrenza e più qualità.

    Il problema è che la Intel vuole spadroneggiare, ma le cose le vanno male sin dai tempi dell'820.
    Via invece zitta zitta è sopravvissuta e si è fatta strada diventando produttrice di chipset, processori e schede video, buttandosi sempre sull'economico (ma non perfetto).

    La situazione andava avanti da così tanto tempo che l'annuncio dell'nForce è stato un fulmine a ciel sereno. Io personalmente avevo intenzione di comprare una SBLive ed una GeForce mx, ed il pensiero di avere l'equivalente (se non migliore!) con nuove tecnologie che potenzieranno il mio processore (+30%) a sole £400.000 mi può solo rendere felice.

    Ormai le dichiarazioni di Intel contro Via ed nVidia assomigliano a quelle di Bill Gates contro Linux. Sono soltanto stronzate.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Raven
    > Finalmente si sta ritornando come ai vecchi
    > tempi, quando c'era più concorrenza e più
    > qualità.
    >
    > Il problema è che la Intel vuole
    > spadroneggiare, ma le cose le vanno male sin
    > dai tempi dell'820.
    > Via invece zitta zitta è sopravvissuta e si
    > è fatta strada diventando produttrice di
    > chipset, processori e schede video,
    > buttandosi sempre sull'economico (ma non
    > perfetto).
    >
    > La situazione andava avanti da così tanto
    > tempo che l'annuncio dell'nForce è stato un
    > fulmine a ciel sereno. Io personalmente
    > avevo intenzione di comprare una SBLive ed
    > una GeForce mx, ed il pensiero di avere
    > l'equivalente (se non migliore!) con nuove
    > tecnologie che potenzieranno il mio
    > processore (+30%) a sole £400.000 mi può
    > solo rendere felice.
    >
    > Ormai le dichiarazioni di Intel contro Via
    > ed nVidia assomigliano a quelle di Bill
    > Gates contro Linux. Sono soltanto stronzate.

    E' Intel stessa invece che ha preso una cantonata commerciale colossale legandosi indissolubilmente a Rambus fino all'anno prossimo. Questo significa che Via e nVidia sono le uniche in grado di commercializzare chipset per le economiche ram DDR
    non+autenticato