Sun promette l'onnipresenza di Java

Sun promette di portare la tecnologia Java in ogni dove, dalla più piccola appliance ai server per l'e-commerce, senza dimenticare MacOS X

San Francisco (USA) - Le ambizioni di Sun sembrano tutte focalizzate sulla sua gallina dalle uova d'oro, Java, una piattaforma che si avvia a divenire uno dei substrati dell'intera Rete e punto d'incontro fra dispositivi e computer di ogni dimensione e genere.

Dalla recente JavaOne Developers Conference di San Francisco, Sun ha promesso di estendere la tecnologia Java ad un numero maggiore di dispositivi e computer, incluso l'imminente MacOS X.

Quello che si è già visto di concreto durante la conferenza, e che lascia immaginare gli ulteriori futuri campi di applicazione della tecnologia Java, sono una versione del Sega Dreamcast contenente una Java virtual machine, un prototipo del telefono cellulare annunciato da Sega e Motorola in grado di far girare piccole applicazioni e giochi, ed una carta di credito intelligente.
Sun naturalmente pensa a Java anche e soprattutto come piattaforma di sviluppo per applicazioni di e-commerce: per facilitare l'integrazione del suo standard con quello XML, la casa del Sole sta lavorando ad un'interfaccia, la "Java API for XML Messaging" in grado di far interagire i due linguaggi della Rete.

Non mancano anche i sistemi operativi completamente basati su Java, come quello realizzato da Websprocket per processori ARM e StrongARM, oppure l'OS di SavaJe Technologies, scritto in C, ma progettato per eseguire codice Java.

Sembra proprio che nel futuro di Internet e delle info appliance la tecnologia di Sun sarà un punto fisso, una sorta di base comune per tutto il mondo informatico.
TAG: sw